44.112.004
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

Comparatori online assicurativi? Ahi Ahi Ahi, l'IVASS li boccia

lunedì 24 novembre 2014

L’IVASS, l’istituto di vigilanza sulle assicurazioni ha pubblicato in questi giorni sul proprio sito www.ivass.it un’indagine sui comparatori online per le polizze assicurative, in particolare le RCA.

Si tratta di un tema, quello dei comparatori, che abbiamo già trattato in questa rubrica, sollevando qualche dubbio sulla loro effettiva capacità di soddisfare i bisogni dei clienti.

Ora si è espressa l’IVASS, sollevando le seguenti considerazioni che riportiamo sinteticamente:

  • I comparatori sono in conflitto d’interessi in quanto è emerso che essi comparano solo, o in modo prevalente, le imprese con cui hanno accordi di partnership e da cui percepiscono provvigioni in relazione a ciascun contratto stipulato. Le informazioni presenti sui siti non consentono al consumatore una immediata percezione dell’esistenza di tale conflitto d’interesse.
  • Con riferimento al modello di comparazione, l’indagine ha evidenziato un confronto basato esclusivamente sul preso, che non tiene conto dei contenuti delle polizze (massimali, franchigie, rivalse, esclusioni, etc.)
  • Riguardo alla trasparenza, le informazioni fornite con riferimento ai siti non consentono al consumatore di avere una immediata percezione della natura commerciale dell’attività svolta, del tipo di servizio prestato, dell’assetto proprietario del gestore del sito da cui possono derivare conflitti di interesse e, infine, dei soggetti a cui indirizzare eventuali reclami. Non vengono inoltre fornite indicazioni sulla data di aggiornamento delle informazioni pubblicate. Con riguardo ai prodotti, talvolta vengono abbinate alla r.c. auto coperture accessorie non richieste che il consumatore ha poi l’onere di deselezionare in fase di acquisto della polizza sul sito dell’impresa. Inoltre, viene fatto largo uso di messaggi pubblicitari formulati in modo tale da ingenerare nell’utente un convincimento improprio circa la possibilità di ottenere risparmi o di acquistare il miglior prodotto.

Per questo motivo, l’IVASS ha chiesto ai comparatori online oggetto dell’indagine, di prorre correttivi entro il 31 gennaio 2015.

Che dire? Anche l’IVASS dimostra, una volta di più, che la sicurezza è una cosa troppo seria per affidarsi ad un computer ed ancor di più ad un computer che faccia del prezzo la discriminante principale.

Luca Campolongo

www.sosimprese.info

 

consulenza@sosimprese.info


Comparatori online assicurativi? Ahi Ahi Ahi, l'IVASS li boccia


Cerca tra gli articoli che parlano di:

comparatori online   ivass   comparatori rca  


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
Affideresti la tua vita ad un computer? No? E allora perchè lo fai con le tue polizze?

Affideresti la tua vita ad un computer? No? E allora perchè lo fai con le tue polizze?

giovedì 2 ottobre 2014
Sei sicuro di conoscere bene il mondo delle assicurazioni? Come abbiamo visto nei precedenti articoli esistono clausole, in particolare per le polizze auto, estremamente pericolose dal punto di
Continua
 
Sei sicuro? La classifica mensile delle assicurazioni più multate dall'IVASS

Sei sicuro? La classifica mensile delle assicurazioni più multate dall'IVASS

mercoledì 2 luglio 2014
“Sei sicuro?” Quante volte ci è stata fatta questa domanda riguardo il gas chiuso, la luce spenta, l’antifurto inserito? Tante e sempre per un motivo:  la
Continua
Sei sicuro? Ecco la classifica delle assicurazioni pi multate dall'IVASS

Sei sicuro? Ecco la classifica delle assicurazioni pi multate dall'IVASS

martedì 1 luglio 2014
“Sei sicuro?” Quante volte ci è stata fatta questa domanda riguardo il gas chiuso, la luce spenta, l’antifurto inserito? Tante e sempre per un motivo:  la
Continua
 
Sei sicuro? Ecco la classifica delle assicurazioni pi multate dall'IVASS

Sei sicuro? Ecco la classifica delle assicurazioni pi multate dall'IVASS

martedì 1 luglio 2014
“Sei sicuro?” Quante volte ci è stata fatta questa domanda riguardo il gas chiuso, la luce spenta, l’antifurto inserito? Tante e sempre per un motivo:  la
Continua

 
Articolo precedente   
Non fare come i tre porcellini, pensa seriamente alla sicurezza di casa tua

Non fare come i tre porcellini, pensa seriamente alla sicurezza di casa tua

 

 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

ALTRO CASO DI MENINGITE A BOLZANO, MAI COSI' TANTI CASI IN PASSATO

17 febbraio - BOLZANO - In Alto Adige si e' verificato un altro caso di infezione da
Continua

SALVINI: ''BERLUSCONI SI CHIARISCA LE IDEE SU EURO, IMMIGRAZIONE,

17 febbraio - FIRENZE - ''E' Berlusconi che deve chiarirsi le idee sull'euro,
Continua

DOPPIA LEGNATA ELETTORALE IN ARRIVO PER I LABURISTI IL PROSSIMO 23

17 febbraio - LONDRA - Doppia legnata elettorale in arrivo per i Laburisti. I collegi
Continua
IL PRESIDENTE PD DELLA REGIONE ABRUZZO INDAGATO PER CORRUZIONE CON 15 ALTRI

IL PRESIDENTE PD DELLA REGIONE ABRUZZO INDAGATO PER CORRUZIONE CON

16 febbraio - L'AQUILA - Nell'ambito di un'inchiesta della procura della Repubblica
Continua

PISAPIA (E MOLTI ALTRI DEL PD) STANNO PREPARANDO IL NUOVO PARTITO.

16 febbraio - ''Campo Progressista prosegue in piena autonomia il lavoro di
Continua

UE VUOLE CHE LA GRAN BRETAGNA PAGHI LA BREXIT? LONDRA CHIEDE

16 febbraio - LONDRA - Nella Ue più volte a Bruxelles si è voluto sottolineare che
Continua

MORTE DI DAVID ROSSI (MPS) ''IMPROBABILE SIA OMICIDIO'' ALLORA E'

16 febbraio - SIENA - Dato che l'omicidio non è escluso, è solo altamente
Continua
LEGA IN PIAZZA CON I TAXISTI CONTRO LA SANATORIA DEL GOVERNO A FAVORE DI UBER

LEGA IN PIAZZA CON I TAXISTI CONTRO LA SANATORIA DEL GOVERNO A

16 febbraio - ROMA - Nuova protesta dei tassisti nei pressi del Senato per il rinvio
Continua

RALLENTA L'OCCUPAZIONE IN GERMANIA E TORNA AI VALORI DEL 2013

16 febbraio - BERLINO - L'occupazione della Germania è cresciuta al ritmo più debole
Continua

OGGI SI VOTA A STRASBURGO PER IL CETA (LIBERO SCAMBIO COL CANADA)

15 febbraio - STRASBURGO - ''No all'ennesimo favore alle multinazionali, no alla
Continua
Precedenti »