45.096.313
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL QUOTIDIANO LA REPUBBLICA AMMETTE: ''IL BUCO NERO DEL PD E' IL CROLLO DEI VOTANTI DI SINISTRA. RISUCCHIERA' TUTTO''.

lunedì 24 novembre 2014

Scrive il quotidiano La Repubblica questa mattina: "Finisce 2-0 per il Pd. Ma questa volta vince chi resta a casa, chi diserta le urne, chi protesta. E' la maggioranza assoluta in Emilia-Romagna e in Calabria. L'affluenza si ferma a un clamoroso 37,67 per cento nella regione roccaforte del Pd, oltre 30 per cento in meno rispetto alla precedente tornata del 2010. Qualcosa in piu' in Calabria, il 44,07 per cento. Notizia che fa passare in secondo piano i successi che i sondaggi di queste settimane avevano previsto, quelli dei candidati democratici in entrambe le regioni".  

Il Pd a notte fonda viaggiava in Emilia oltre il 43, con un exploit della Lega in quella regione: i dati riconoscevano al Carroccio il 21,3, piu' del doppio di Forza Italia sotto il 10. E' il dato sull'affluenza tuttavia ad avere l'effetto di un detonatore. Ha tutta l'aria di un segnale al governo, nelle settimane segnate dai dati economici negativi e dalle piazze in fermento.

Poco dopo l'1 del matino il premier Renzi tira le somme su Twitter: "Male l'affluenza, bene il risultato. Due a zero netto con quattro regioni su quattro strappate alla destra in nove mesi. La Lega asfalta Forza Italia e Grillo. Pd sopra il 40 per cento".

Matteo Salvini gli replica sempre su Twitter a stretto giro: "Il pallone Renzi si sta sgonfiando. La Lega vola".

Ancora Repubblica sul bilancio della tornata elettorale visto da Palazzo Chigi: "Il tweet di Matteo Renzi e' come una fotografia scattata dal satellite, fissa soltanto il dato generale. Ovvero quelle '4 regioni su 4 strappate alla destra in 9 mesi' e, riguardo ai partiti, la Lega di Salvini che 'asfalta Forza Italia e Grillo', mentre il 'Pd e' sopra il 40%' in entrambe le regioni. E le liste di sinistra che appoggiano la Cgil e lo sciopero generale? 'Azzerate a livelli da prefisso telefonico'. Tuttavia a Largo del Nazareno, dove Lorenzo Guerini e' rimasto a presidiare la 'situation room', nessuno si nasconde che il vero buco nero che risucchiera' tutte le altre considerazioni e' il dato della partecipazione popolare. Un crollo mai visto in queste proporzioni, tanto piu' eclatante quello dell'Emilia 'cuore rosso' d'Italia. Un'autentica ferita per il Pd renziano in cerca di conferme. Che ora il premier attribuisce in larga misura a un colpevole preciso: il sindacato di Camusso e Landini. Ancora molto forte in una regione che vanta decine di grandi insediamenti industriali, dove i metalmeccanici iscritti alla Fiom sono circa 70 mila. I renziani sospettano che sia stato proprio lo zoccolo duro del sindacato rosso ad assestare un colpo politico preciso contro il governo. Segnali piu' o meno espliciti del resto non sono mancati alla vigilia del voto. A partire dal clamoroso invito a disertare le urne (come 'regalo a Renzi') pronunciato da Bruno Papignani, popolare leader della Fiom emiliana".

Un non-voto politico, alimentato dalla contrapposizione feroce di queste ultime settimane sul Job Act. Quanto alle percentuali di affluenza negativa, per il premier sarebbe sbagliato caricarne la responsabilita' tutta sulle spalle dell'esecutivo. Perche' si votava per il rinnovo delle regioni, istituzioni in fondo alla classifica di fiducia dei cittadini. Che gli elettori abbiano voluto 'punire', restandosene a casa, degli enti percepiti come corrotti e distanti e' una tesi che si fa strada ai piani alti del Nazareno. 'Poi e' chiaro che andare a votare solo per le regionali, senza il traino nazionale, non aiuta'. Insomma, in Emilia-Romagna come in Calabria non c'e' stato l'effetto Renzi delle Europee.

Redazione Milano


IL QUOTIDIANO LA REPUBBLICA AMMETTE: ''IL BUCO NERO DEL PD E' IL CROLLO DEI VOTANTI DI SINISTRA. RISUCCHIERA' TUTTO''.




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DICHIARAZIONE ESPLOSIVA DEL GOVERNATORE DI BANKITALIA: ''IL 55% DEI RISPARMI DEGLI ITALIANI E' INVESTITO AD ALTO RISCHIO''

DICHIARAZIONE ESPLOSIVA DEL GOVERNATORE DI BANKITALIA: ''IL 55% DEI RISPARMI DEGLI ITALIANI E'

mercoledì 15 marzo 2017
Quando è il Governatore di una banca centrale a dichiararlo, c'è di che esserne molto - molto - preoccupati: "Fino a 25-30 anni fa le famiglie italiane investivano in strumenti
Continua
 
LES ECHOS: ''IL 50% DEGLI ITALIANI PRONTO A VOTARE PARTITI NO-UE NO-EURO E L'80% DEGLI IMPRENDITORI E' CONTRO L'UNIONE''

LES ECHOS: ''IL 50% DEGLI ITALIANI PRONTO A VOTARE PARTITI NO-UE NO-EURO E L'80% DEGLI IMPRENDITORI

martedì 14 marzo 2017
PARIGI - Il tema del rifiuto sempre più vasto e profondo da parte degli italiani nei confronti della Ue è assente dalla stampa nazionale, come fosse una questione marginale.
Continua
VISTO DA VICINO / GEERT WILDERS, L'UOMO CHE DOMANI POTREBBE SFERRARE IL COLPO DEL KO ALL'UNIONE EUROPEA

VISTO DA VICINO / GEERT WILDERS, L'UOMO CHE DOMANI POTREBBE SFERRARE IL COLPO DEL KO ALL'UNIONE

martedì 14 marzo 2017
AMSTERDAM - "Il mio idolo - ha detto in un'occasione - è Oriana Fallaci: capì il pericolo musulmano". Classe 1963, cattolico di formazione, nemico dell'immigrazione selvaggia, degli
Continua
 
ELEZIONI IN OLANDA MERCOLEDI' 15 MARZO: I NAZIONALISTI DI WILDERS IN TESTA NEI SONDAGGI (PANICO A BRUXELLES)

ELEZIONI IN OLANDA MERCOLEDI' 15 MARZO: I NAZIONALISTI DI WILDERS IN TESTA NEI SONDAGGI (PANICO A

lunedì 13 marzo 2017
AMSTERDAM - L'Olanda si prepara alle elezioni generali di mercoledì, 15 marzo. L'appuntamento elettorale avrà però un risvolto non solo nazionale: si tratta della prima sfida di
Continua
SONDAGGIO BOMBA IN OLANDA: IL 56% DEI CITTADINI OLANDESI CHE ANDRANNO A VOTARE IL 15 MARZO VUOLE USCIRE DALLA UE

SONDAGGIO BOMBA IN OLANDA: IL 56% DEI CITTADINI OLANDESI CHE ANDRANNO A VOTARE IL 15 MARZO VUOLE

lunedì 6 marzo 2017
LONDRA - Geert Wilders ha dichiarato che se diventa primo ministro fara' un referendum sulla permanenza dell'Olanda nella UE. Ma cosa ne pensano gli olandesi, in proposito? La posizione di
Continua
 
IN OLANDA SI VOTERA' 15 MARZO: I SONDAGGI DANNO LA DESTRA NAZIONALISTA DI WILDERS INTESTA CON UN'ASCESA IRREFRENABILE

IN OLANDA SI VOTERA' 15 MARZO: I SONDAGGI DANNO LA DESTRA NAZIONALISTA DI WILDERS INTESTA CON

sabato 4 marzo 2017
AMSTERDAM - Alla fine potrebbe uscire dalle urne un governo di grande coalizione, se non addirittura di centrosinistra, una litigiosa e fragile ammucchiata unita solo nell'impedire alla destra
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SONDAGGIO: RENZI, GOVERNO E PD PERDONO VOTI E CONSENSO, SALE LA LEGA E PER LA MAGGIORANZA SCIOPERO GENERALE E' GIUSTO

SONDAGGIO: RENZI, GOVERNO E PD PERDONO VOTI E CONSENSO, SALE LA LEGA E PER LA MAGGIORANZA SCIOPERO
Continua

 
REPORT SCOPERCHIA IL VERMINAIO MPS: 4 CONTI PER TANGENTI ALLO IOR, BANKITALIA SAPEVA DEL BUCO, DAVID ROSSI E' OMICIDIO.

REPORT SCOPERCHIA IL VERMINAIO MPS: 4 CONTI PER TANGENTI ALLO IOR, BANKITALIA SAPEVA DEL BUCO,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!