43.450.818
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

Facciamo nascere il Libero Comitato Promotore

A Roma, non c'è un vero e proprio governo in carica. C'è un gruppetto di persone che si riuniscono a palazzo Chigi per l'ordinaria amministrazione dello Stato. E sta accadendo da 103 giorni a questa parte. Al Quirinale, non c'è un vero e proprio presidente della Repubblica, c'è un signore a fine mandato, roba di pochi giorni, che dovrebbe passare il tempo a preparare le valige per tornarsene a casa sua. In parlamento, non c'è una vera e propria maggioranza, c'è un partito, il Pd, che ha un leader, Bersani, convinto d'aver vinto le elezioni e come tale si comporta, salvo poi il fatto che ha fallito la missione di formare il governo. In compenso c'è un altro leader del Pd, Renzi, che è convinto d'aver perso tempo finora e invoca ad alta voce le elezioni  mentre di nascosto trama per allearsi col Pdl che alla luce del sole afferma d'essere un tutt'uno con la Lega, ma di nascosto è contentissimo d'allearsi con Renzi e metterla in un angolino, possibilmente buio. 

Ecco, la situazione a Roma è questa.

Adesso vediamo al Nord: qua da noi, la cassa integrazione è alle stelle, la disoccupazione ha superato l'11% e quella giovanile il 37%. Chiudono 1000 (mille) negozi al giorno. Perfino gli hard discunt sono morsicati dalla crisi: -5% il fatturato. Il consumo di benzina è calato del 20%, quello di energia elettrica del 18% Il numero delle famiglie povere supera i 2 milioni, al Nord. Nella sola Milano e provincia, oltre 30.000 appartamenti sono stati pignorati e messi all'asta negli utlimi 12 mesi, salvo il fatto che poi solo il 10% è stato venduto, il restante 90% è ancora lì in attesa e le banche in sofferenza. La durata media di una nuova attività, qua al nord, non supera i 18 mesi. Aprono e chiudono. Il numero dei posti di lavoro persi negli ultimi 12 mesi supera il milione e mezzo. E i  suicidi per la disperazione di non poter tirare avanti, al nord, hanno superato i 200. Una strage.

Bene, detto tutto ciò, noi del Nord vi poniamo una domanda: che ne dite se ci ribellassimo? Che ne dite di organizzare un referendum per l'Indipendenza? E contemporaneamente un referendum per uscire dall'euro?

Come si fa? Intanto, prendete nota: redazione@ilnord.it oppure maxparisi@ilnord.it e scriveteci, che iniziamo a preparare una lista di adesioni al Libero Comitato Promotore. 

max parisi 



 
Articolo precedente  Articolo Successivo
UN'OTTIMA RAGIONE PER FARE LA SECESSIONE

UN'OTTIMA RAGIONE PER FARE LA SECESSIONE

 
UN GOVERNO TECNICAMENTE DI ARROGANTI E INCAPACI

UN GOVERNO TECNICAMENTE DI ARROGANTI E INCAPACI


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!