45.050.701
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA REGINA DELLE BUFALE: ''300 MILIARDI DELLA UE DA INVESTIRE PER LO SVILUPPO'' SONO 30, 270 DOVREBBERO METTERLI I PRIVATI!

martedì 18 novembre 2014

BRUXELLES - Ora si inizia a capire perché il premier non eletto italiano si sia così tanto innamorato di Junker al punto di averlo preferito al candidato del PSE Shultz , quindi suo, per lo scranno di presidente della commissione ue.

I due, infatti, presentano affinità non indifferenti: in primis la passione per gli annunci trionfalistici cui segue immancabilmente il nulla sotto vuoto spinto.

E così, mentre l’ex sindaco di Firenze annunciava una finanziaria senza aumenti di tasse, salvo scoprire aumenti di iva e benzina da far tremare le vene (semplicemente spalmate nel corso degli anni), il suo degno compare di gelati Junker partiva lancia in resta contro l’evasione fiscale, salvo “dimenticarsi” di essere stato il padre delle più grandi elusioni fiscali della storia, grazie agli accordi fatti con le principali multinazionali mondiali quando era presidente del Lussemburgo.

Non contento di tutto questo, che in ogni paese democratico e civile gli sarebbe già costata la poltrona, si è lanciato nell’annuncio epocale: fine delle sofferenze per tutti gli europei. No, non ha ideato lo sterminio di massa (a quello ci sta già pensando la troika ue-bce-fmi, chiedere ai greci per conferma), ma uno stanziamento di ben 300 miliardi di euro per far ripartire l’economia.

Bene, bravo bis: finalmente una netta inversione di marcia rispetto ai diktat di Berlino. 

Peccato che, come ben documentano l’agenzia Reuters ed il Financial Times,  si tratti di una colossale bufala.

Difatti, secondo quanto riportato dalle due testate, la ue sta pensando di arrivare a stanziare 30 miliardi di euro, che sarebbero ottenuti tramite la riallocazione delle risorse  esistenti, ovvero il gioco delle tre carte in cui tolgo da una parte per mettere da un’altra,  e tramite l’emissione di strumenti finanziari derivati tramite la BEI, banca europea degli investimenti.

Quindi, al momento, siamo ancora a zero stanziamenti, perché i fantomatici 30 miliardi sarebbero o tolti a progetti già esistenti (politica agraria, ad esempio) o pura carta straccia.

Ammesso comunque che si arrivi a “generare” questi 30 miliardi, i rimanenti 270 da dove arriverebbero?

Qui sta l’autentico capolavoro di Junker e soci: grazie a questa prodigiosa iniezione di fiducia, i privati aumenterebbero i loro investimenti, colti da improvvisi raptus di ottimismo, arrivando a moltiplicare per 10 i fondi iniziali della ue! Quindi gli investimenti della ue sarebbero in realtà... investimenti  spontanei dei cittadini!

Insomma, per dirla con il mitico conte Mascetti di Amici Miei: un’autentica spercazzola prematurata con antani come piovesse.

Abbiamo volutamente fatto una battuta, perché di fronte ad una così colossale presa in giro dei cittadini europei, non resta altro che intingere la penna nel curaro e usare l’arma che da sempre il potere teme di più: l’ironia.

Vi rendete conto? I famosi 300 miliardi di investimenti, nella migliore delle ipotesi, sarebbero 30, ovvero il 90% in meno.

Da notare che già Barroso tentò una strada simile, limitandosi ad un moltiplicatore 5, ovvero la metà di quello usato da Junker e fu comunque un disastro.

Cosa significa tutto ciò? Semplice: altri anni di recessione, alta disoccupazione, tagli a sanità, scuola e sicurezza, tutto nel nome dell’ortodossia all’euro ed all’austerità made in Berlino. E qui risuonano tristemente profetiche le parole di Giulio Andretti: “amo talmente la Germania da volerne due”.

Quando, fra un centinaio d’anni, gli storici analizzeranno la nascita e soprattutto la morte della ue e dell’euro , si chiederanno come sia stato possibile che un progetto così assurdo, sconclusionato, palesemente fallimentare fin dal suo embrione, sia stato portato avanti con così tanta arroganza e protervia da un’oligarchia di tecnocrati priva di qualsivoglia capacità pratica, imbevuta di teorie economiche altrettanto inconcludenti, il cui unico risultato sarà stato quello di privare un paio di generazioni di europei del proprio futuro.

Il futuro dei trentenni e, se mai ne avranno, dei loro figli.

Di questo dovranno rispondere, davanti al tribunale della storia, infinitamente più obiettivo e severo di quelli umani, i tecnocrati della ue ed i politicanti dei vari stati che si sono succeduti al  potere nell’ultimo trentennio che hanno supinamente accettato i loro diktat.

Luca Campolongo

consulenza@sosimprese.info

www.sosimprese.info


LA REGINA DELLE BUFALE: ''300 MILIARDI DELLA UE DA INVESTIRE PER LO SVILUPPO'' SONO 30, 270 DOVREBBERO METTERLI I PRIVATI!


Cerca tra gli articoli che parlano di:

300 MILIARDI   SONO 30   FINANZIAMENTO   EUROPEO   UE   JUNCKER   COMMISSIONE   FONDI   FALSI   PRIVATI   ITALIA   RENZI   FIRENZE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA' L'ACQUISTO DI BTP E BOT''

L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA'

venerdì 24 marzo 2017
LONDRA - "L'Unione Europea - osserva il settimanale britannico "The Economist" nella rubrica Charlemagne, dedicata agli affari europei - puo' anche essere una costruzione franco-tedesca, ma quando il
Continua
 
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
 
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
 
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
''GLI 80 EURO NON CI SONO PIU': SE LI E' MANGIATI DI NUOVO IL FISCO CON GLI AUMENTI VARATI DA RENZI E DAI COMUNI'' (CISL)

''GLI 80 EURO NON CI SONO PIU': SE LI E' MANGIATI DI NUOVO IL FISCO CON GLI AUMENTI VARATI DA RENZI
Continua

 
MINISTRO DELLE FINANZE DELL'ISLANDA: ''NON ABBIAMO ALCUN INTERESSE A FAR PARTE DELLA UE. QUINDI NON NE PARLIAMO PIU'''

MINISTRO DELLE FINANZE DELL'ISLANDA: ''NON ABBIAMO ALCUN INTERESSE A FAR PARTE DELLA UE. QUINDI NON
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!