50.766.676
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

L'INTERVISTA / MATTEO SALVINI A TUTTO CAMPO. COSA PENSA IL LEADER DELLA NUOVA LEGA CHE VUOLE SALVARE L'ITALIA

mercoledì 12 novembre 2014

Salvini lo sa che ha superato i risultati del 1996? Che furono il massimo per la Lega? 

"Personalmente, ai sondaggi cosiddetti ufficiali credo poco, io faccio i sondaggi di strada, tra la gente, tutti i giorni e vedo sì, che c'è un nuovo grande consenso e molta simpatia. Se penso che un anno fa la stampa ci dava per morti, ma questo è solo l'inizio. Voglio chiamare a raccolta la gente che votava centrodestra e ora è silente. Ovunque in Italia, tanto al Nord quanto al Sud. E' l'ora di unirsi per vincere e salvare il Paese". 

Bossi ha sempre temuto che Berlusconi con Forza Italia gli svuotasse il partito, adesso è Berlusconi che teme che lei gli svuoti Forza Italia, calamitandone l'elettorato. Cosa è cambiato?

"E' vero. Probabilmente accade sia per meriti nostri, sia per demeriti degli altri. Noi siamo chiari, precisi e coerenti e non cambiamo idea sui valori fondamentali della vita, della società, della famiglia. E la gente ci premia, perché molti non capiscono più cosa sia il centrodestra, che cambia opinioni su questioni che stanno alla base della sua stessa ragione d'esistere. La Lega invece è solida e concreta, e lo vedo anche a livello locale, con i nostri sindaci e i nostri governatori. Penso al sindaco di Padova, ma non solo. A Zaia, a Maroni. Parlano i fatti, le buone amministrazioni".

Lei si propone come candidato del centrodestra a sfidare Renzi alle elezioni. Destra è chiaro, ma centro che significa? Chi sarebbero gli alleati di centro che lei vorrebbe a fianco?

"Intanto, le voglio dire che non penso di essere l'unico candidato a guidare il centrodestra".

Se non Salvini, chi?

"Nella Lega ci sono anche altri, Luca Zaia, Flavio Tosi, Giancarlo Giorgetti, per fare dei nomi. La Lega ha persone di talento e capaci di vincere".

Ma sul centro non mi ha risposto.

"Niente partiti. Per me il centro, i moderati, sono le persone moderate, non i partiti che dicono di esserlo. Per me moderati, concreti, di buonsenso, sono quelli che formano il popolo delle partite Iva, i piccoli imprenditori che stanno morendo di fisco, gli artigiani che formano il patrimonio produttivo italiano massacrato dallo Stato. Ma anche la gente che lavora in fabbrica e ogni giorno ormai teme di andare ai cancelli e trovarla chiusa. Sono questi, i moderati con cui allearsi per governare l'Italia. E proprio per questo, il 13 dicembre a Milano presenterò una proposta molto importante"

Quale?

"La tassa unica per tutti gli italiani, la rivoluzione fiscale che si chiama Flat Tax al 15% - 20% per famiglie e imprese".

Le diranno che è solo un sogno, una riduzione del genere farebbe crollare il gettito fiscale e lo Stato fallirebbe il giorno dopo.

"Sbagliato. Tutto al contrario, il gettito aumenterebbe rispetto quello di oggi. L'evasione fiscale è gigantesca. Tantissima gente non paga perché le tasse sono a un livello folle. Dimezzarle significa aumentare i soldi in cassa allo Stato, non svuotarla. Come minimo, verrebbero recuperati 150 miliardi l'anno. E famiglie e imprese avrebbero anche molto denaro a disposizione per far ripartire l'economia.

Torniamo alla politica. Lei ha detto che in una Lega con questa crescita esplosiva c'è spazio per tutti. Berlusconi quando si trovò con una Forza Italia in grande crescita, nel 1994 e poi nel 2000, imbarcò vecchi socialisti, vecchi democristiani, vecchi arnesi. Lei chi intende imbarcare, mi passi l'espressione.

"Sarò molto chiaro: non mi interessa, anzi impedirò che la lega diventi il tram per i riciclati. Niente tram, grazie. Vigilerò personalmente. Questo non significa però che in questa nuova e straordinaria fase di crescita io rifiuti persone con esperienza, persone perbene. Abbiamo tanti sindaci, consiglieri comunali, con esperienze politiche utili e interessanti. Però voglio coinvolgere persone nuove, artigiani, commercianti, persone perbene. Persone con un passato pulito e specchiato, con la fedina penale intonsa. 

Insomma, la famosa società civile.

"Non solo. Non si tratta di organizzazioni del territorio, si tratta, lo ripeto, di avere a fianco persone perbene con le quali fare politica nella Lega per vincere e cambiare completamente l'Italia.

E sulla questione della fedina penale immacolata, sta seguendo Grillo.

"Sia chiaro un fatto, però: io non mi riferisco ai reati d'opinione. Quelli...

D'accordo, le querele non contano. Ora, Salvini, saliamo sulla macchina del tempo, in un futuro nel quale lei ha vinto le elezioni politiche ed è diventato presidente del consiglio: quali sono i primi tre provvedimenti che varerà il suo governo?

"Tre mi chiede? Bene: 1° sospendo Mare nostrum o come si chiamerà allora, con il blocco totale dei clandestini verso l'Italia. 2° Vado a Bruxelles e dico: cari signori così com'era è finita. Tutte le regole della Ue per quel che riguarda l'Italia vanno riscritte e alcune cancellate, a partire dal Fiscal Compact e dal limite del 3% debito-pil, così pure vogliamo spendere i soldi che vi abbiamo dato e che sono nostri, sono degli italiani. Sono decine e decine di miliardi di euro in contanti che detiene la Ue, non noccioline. Lo sa che per colpa del patto di stabilità non possiamo spendere neppure i soldi per salvare gli alluvionati? Una pazzia. Se la Ue non sarà d'accordo, l'Italia esce e addio alla Ue e all'euro.           3° Farò, faremo la riforma radicale del Fisco, la rivoluzione fiscale. Partendo da un principio: deve essere lo Stato, non il cittadino, a dimostrare d'avere ragione a pretendere i pagamenti. Quindi, nella rivoluzione fiscale con la Flat Tax di cui parlavo prima, va insieme la chiusura di Equitalia. La chiudiamo. Punto e basta. 

Torniamo a oggi: Renzi ha fatto la mossa degli 80 euro, giusta o sbagliata che sia, lei che mosse farebbe per risollevare il Paese?

"Quattro mosse contemporanee: Flat tax, via gli Studi di Settore, via la legge Merlin e via la Legge Fornero".

La Legge Merlin, ha detto?

"Sì. In tutta Europa non c'è la legge Merlin e la tassazione della prostituzione produce un gettito non inferiore a due miliardi di euro l'anno. Oltre che cancellarla toglierà dalle strade delinquenza e violenza, e i controlli anche sanitari dello Stato miglioreranno moltissimo la salute collettiva.

La Cgil ha dichiarato che appoggerà il vostro referendum sulla legge Fornero, voi appoggerete il referendum di Grillo sull'euro?

"I miei maestri mi dicono che è tempo perso.

Chi sono i suoi maestri, Salvini?

"Il professor Bagnai e il professor Borghi, due straordinari economisti. Mi dicono che è tempo perso perché è un referendum consultivo e senza peso. Io voglio vincere le elezioni per potere andare a Bruxelles a dir loro che l'Italia va via dall'euro. Detto questo, però ogni energia spesa nella direzione di andar via dall'euro e dalla Ue è positiva. Questo, dico a Grillo. E' positiva.

Ultima domanda: se si voterà a primavera come lei stesso ha previsto, e se Berlusconi non autorizzerà le primarie del centrodestra, lei che farà? 

"Noi andiamo per la nostra strada in ogni caso. Non aspettiamo un imprimatur da nessuno. Se ci saranno le primarie, mi presenterò. Se non ci saranno, andremo avanti comunque sulla nostra strada per vincere le elezioni.

E con Berlusconi che farà?

"Guardi, Berlusconi è un uomo intelligente. Spero faccia la cosa giusta.

Qual è?

Che Forza Italia presenti un altro. Ci sono altri, e sono bravi, preparati, vincenti. Glielo garantisco. 

Faccia un nome.

Niente nome, se no lo brucio. Ma c'è. Mi creda sulla parola. C'è". 

Max Parisi


L'INTERVISTA / MATTEO SALVINI A TUTTO CAMPO. COSA PENSA IL LEADER DELLA NUOVA LEGA CHE VUOLE SALVARE L'ITALIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

SALVINI   LEGA   ELEZIONI   GRILLO   BERLUSCONI   PARTITO   FEDINA PENALE   CENTRO   FLAT TAX   BORGHI   BAGNAI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
 
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
 
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
 
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
FOLLIA DEL GOVERNO: AUMENTO ACCISE SULLE BEVANDE ALCOLICHE DEL 30% (CONSEGUENZE: 6.700 LICENZIAMENTI E CROLLO VENDITE)

FOLLIA DEL GOVERNO: AUMENTO ACCISE SULLE BEVANDE ALCOLICHE DEL 30% (CONSEGUENZE: 6.700
Continua

 
ECCO COSA STA ACCADENDO NEL QUARTIERE DI TOR SAPIENZA, A ROMA. DOVE LA GENTE NON NE PUO' PIU' DI STRANIERI E ZINGARI.

ECCO COSA STA ACCADENDO NEL QUARTIERE DI TOR SAPIENZA, A ROMA. DOVE LA GENTE NON NE PUO' PIU' DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!