63.410.094
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CONGRESSO DEL PARTITO SOCIALISTA FRANCESE A MARZO 2015, IL DUO HOLLANDE-VALLS SUL ''PATIBOLO'': DIMISSIONI E ELEZIONI

martedì 11 novembre 2014

PARIGI - Quando si terra' il 77° ccongresso del Partito socialista francese? La domanda è tutt'altro che indifferente, rispetto sia le sorti del governo Valls, sia quelle personali di Hollande.

L'Alta autorita' del partito presieduta dall'avvocato Jean-Pierre Mignard e dal professore di diritto Thomas Clay raccomanda che la prossima assise dei Socialisti abbia luogo "al piu' tardi entro il primo semestre del 2015", conformemente allo statuto che prevede come "il congresso nazionale si riunisce alla meta' del mandato" presidenziale.

I "saggi" di Rue de Solferino, sede del Ps a Parigi, marcano cosi' la loro indipendenza optando per un calendario che invece non piace affatto al presidente Francois Hollande ed al primo ministro Manuel Valls, che disperatamente preferirebbero rinviare piu' che possibile, magari fino al 2016, il grande lavacro dei panni sporchi in famiglia.

Chiamata in causa da una federazione periferica, l'Alta autorita' socialista sembra dunque voler dare soddisfazione all'ala sinistra del partito, che vorrebbe una rapida "chiarificazione ideologica".

Se la data scelta dai "saggi" sara' confermata il prossimo 13 novembre dalla commissione "ad hoc" costituita dal segretario nazionale Jean-Christophe Cambadèlis, i Socialisti francesi dovranno discutere delle loro scelte politiche, e contarsi di conseguenza su mozioni distinte, dopo le elezioni cantonali del marzo 2015, che si annunciano comunque come una sonora sconfitta per il Ps.

Infatti, gli ultimi sondaggi danno il Front National in enorme ascesa a livello centrale e locale. Non sarebbe ormai una sorpresa se i candidati del Partito Socialista francese fossero tutti - tutti - bocciati alle urne di marzo, travolti sia dal successo di Marine Le Pen, sia dal ritorno sulla scena politica di un ritrovato Sarkozy, vittima anche di una vera e propria aggressione giudiziaria messa in atto dalla magistratura "manipolata" da Hollande e dai vertici del Ps.

Al riguardo,  l'ex presidente francese ieri e' uscito dal suo silenzio sullo scandalo Jouyet-Fillon attaccando in maniera trasversale l'esecutivo Hollande. Nel corso di un comizio a Caen, Sarkozy ha evocato l'affaire del pranzo tenuto nel giugno scorso in cui il suo ex primo ministro Francois Fillon, attualmente suo avversario per la presidenza del partito di centrodestra Ump, aveva chiesto a Jean-Pierre Jouyet, segretario generale dell'Eliseo di "accelerare" le procedure giudiziarie contro lo stesso Sarkozy e di "colpirlo" per impedirgli il ritorno alla politica attiva.

"Il governo non ha davvero nient'altro da fare che tentare di manipolare la giustizia della Repubblica?" ha chiesto retoricamente Sarkozy per poi aggiungere di "aver deciso, nell'interesse del paese, di ignorare questa marea di fango che si vorrebbe spandere su tutta la Repubblica".

Dalla destra francese, intanto, si moltiplicano le voci che chiedono le dimissioni del segretario generale della Presidenza della Repubblica, Jean-Charles Jouyet, mentre da sinistra le voi in sua difesa si fanno attendere.

Jouyet domenica ha ammesso, dopo averle negate per giorni, le rivelazioni pubblicate martedi' scorso da due giornalisti di "Le Monde". Per il momento, il presidente socialista Hollande, che giovedi' partira' per un tour diplomatico di una settimana all'altro capo del mondo (Australia e Nuova Caledonia), non ha intenzione di separarsi dal suo braccio destro e amico, che aveva chiamato all'Eliseo nell'aprile scorso per renderne piu' "professionale" la macchina.

Il suo staff ribadisce che la Presidenza non e' intervenuta nelle vicende giudiziarie di Sarkozy e che lo scandalo riguarda solo la destra; ma i militanti socialisti non sembrano affatto convinti. E anche alcuni magistrati ora ci vogliono vedere chiaro. 

Si prepara un doppia resa dei conti, per Hollande e Valls, che potrebbe portare sia alle dimissioni del governo e a nuove elezioni per rinnovare il parlamento francese, sia alle ben più traumatiche dimissioni di Hollande con il conseguente rinnovo dell'inquilino dell'Eliseo. Che per la prima volta nella storia di Francia, potrebbe essere una donna. Marine Le Pen, ça va sans dire...

Redazione Milano


CONGRESSO DEL PARTITO SOCIALISTA FRANCESE A MARZO 2015, IL DUO HOLLANDE-VALLS SUL ''PATIBOLO'': DIMISSIONI E ELEZIONI




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PRIMA L'ITALIA / NUOVA SERIE DI INCHIESTE CHE SVELANO LE BUFALE PROPALATE DA UE E BCE: LA FAMIGERATA ''REGOLA'' DEL 3%

PRIMA L'ITALIA / NUOVA SERIE DI INCHIESTE CHE SVELANO LE BUFALE PROPALATE DA UE E BCE: LA

giovedì 20 settembre 2018
In questi giorni è tutto un fiorire di accuse e critiche al governo italiano da parte di oligarchi ue e dei loro lacché nazionali. La cosa non deve sorprendere: il governo gialloverde
Continua
 
GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI POPOLI E ALLE AUTONOMIE''

GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI

mercoledì 19 settembre 2018
MILANO - Autonomie locali ed Europa è stato il tema al centro del convegno 'A glocal vision for the future of Europe', summit organizzato dall'Ecr , l'European conservatives & reformist
Continua
RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO COMBINATO DA MIO PADRE

RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO

martedì 18 settembre 2018
MILANO - L'assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, in una nota commenta la notizia di una ragazza pachistana, che ha inviato una lettera alla
Continua
 
NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO VINO MARSALA CINESE

NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO

martedì 18 settembre 2018
I dazi imposti dal presidente Trump alla Cina fanno emergere la concorrenza sleale, oltre che la pessima qualità dei prodotti, messa in atto dal gigante asiatico anche ai danni dell'Italia.
Continua
SPACCIATORE DEL BANGLADESH ARRESTATO PER STRADA A ROMA MENTRE VENDE LE TREMENDE PASTIGLIE DI YABA (LIBERO GIA' DOMANI?)

SPACCIATORE DEL BANGLADESH ARRESTATO PER STRADA A ROMA MENTRE VENDE LE TREMENDE PASTIGLIE DI YABA

lunedì 17 settembre 2018
ROMA - Un 31enne del Bangladesh, senza fissa dimora e con precedenti, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Quadraro perché sorpreso in via Labico, pronto a spacciare
Continua
 
QUEL ''LEGHISTA'' DEL DALAI LAMA: ''L'EUROPA APPARTIENE AGLI EUROPEI, I RIFUGIATI TORNINO NEI LORO PAESI A RICOSTRUIRLI''

QUEL ''LEGHISTA'' DEL DALAI LAMA: ''L'EUROPA APPARTIENE AGLI EUROPEI, I RIFUGIATI TORNINO NEI LORO

lunedì 17 settembre 2018
LONDRA - L'Europa appartiene agli europei e tutti i rifugiati dovrebbero ritornare ai loro paesi per ricostruirli. Questo e' cio' che pensano tutte le persone di buonsenso, ma la vera sorpresa sta
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA GERMANIA VA MALE SCRIVE LA BCE E I TRATTATI UE VANNO ''RISCRITTI'' AGGIUNGONO I CENTRI STUDI TEDESCHI (UE AL CAPOLINEA)

LA GERMANIA VA MALE SCRIVE LA BCE E I TRATTATI UE VANNO ''RISCRITTI'' AGGIUNGONO I CENTRI STUDI
Continua

 
FOLLIA DEL GOVERNO: AUMENTO ACCISE SULLE BEVANDE ALCOLICHE DEL 30% (CONSEGUENZE: 6.700 LICENZIAMENTI E CROLLO VENDITE)

FOLLIA DEL GOVERNO: AUMENTO ACCISE SULLE BEVANDE ALCOLICHE DEL 30% (CONSEGUENZE: 6.700
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SALVINI: MANOVRA CORAGGIOSA ED ESPANSIVA. LO CHIEDONO GLI

23 settembre - ''In queste ultime settimane ho avuto modo di fare alcune chiacchierate
Continua

ATTILIO FONTANA: SIAMO IN GRADO DI FARE LE OLIMPIADI 2026 BENE E

22 settembre - ''Noi abbiamo dato la disponibilita' e non abbiamo nessun problema.
Continua

L'OCSE NON DEVE INTROMETTERSI NELLE SCELTE DI UN PAESE SOVRANO QUAL

20 settembre - ''L'Ocse non deve intromettersi nelle scelte di un Paese sovrano che il
Continua
IN URSS SE NON ERI COMUNISTA ERI ''PAZZO''. GIUDICI FRANCESI FANNO LA STESSA COSA

IN URSS SE NON ERI COMUNISTA ERI ''PAZZO''. GIUDICI FRANCESI FANNO

20 settembre - PARIGI - Marine Le Pen insorge contro la decisione di una giudice, che
Continua

SALVINI: EUROPA NON DEV'ESSERE PROFITTO SPECULAZIONE PRIVILEGI DI

20 settembre - Il presidente francese Emmanuel Macron ''dal gennaio dell'anno scorso ha
Continua

ENNESIMA PRESA PER I FONDELLI DA PARTE DELLA UE SUI ''MIGRANTI''

20 settembre - SALISBURGO - ''L'importante è che ci sia un'ampia partecipazione al
Continua

UNGHERIA: L'ONU DIFFONDE BUGIE SULL'UNGHERIA NON SAREMO MAI UN

19 settembre - GINEVRA - Il ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto ha accusato
Continua

WALL STREET JOURNAL: ''FACEBOOK DA ANNI ACCEDE A INFORMAZIONI

19 settembre - NEW YORK - Si preannuncia uno scandalo enorme, che potrebbe portare il
Continua

COORDINATORE DELLA LEGA NORD SARDEGNA: ATTENTATO PER UCCIDERMI

19 settembre - SASSARI - ''Volevano uccidermi. In giornata presentero' un esposto alla
Continua

MINISTRO DELLA SALUTE GIULIA GRILLO: ''LAVORIAMO PER ABOLIRE IL

19 settembre - ''Stiamo lavorando all'abolizione del superticket (la tassa di 10 euro
Continua
Precedenti »