46.420.552
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IMPONENTE MANIFESTAZIONE A BRUXELLES CONTRO LE POLITICHE ''D'AUSTERITA''' IMPOSTE DALLA UE AL BELGIO (VIOLENTI SCONTRI)

venerdì 7 novembre 2014

BRUXELLES - Molte decine di migliaia di manifestanti – 100.000 secondo gli organizzatori – sono sfilati ieri, giovedì 6 novembre, nel centro città di Bruxelles, capitale del Belgio e capoluogo amministrativo dell’Unione europea. Una mobilitazione come non se ne erano mai viste prima in questo paese, per protestare contro le misure di austerità elaborate dal nuovo governo.

La battaglia sul terreno sociale si annuncia ardua per il primo ministro belga, il liberale francofono Charles Michel. Il movimento di protesta dovrebbe crescere sino al 15 dicembre, giorno previsto per uno sciopero generale e prende una connotazione chiaramente politica, con la presenza nel corteo di esponenti della sinistra francofona.

“E’ evidente che si devono fare degli sforzi, ma le misure adottate dal governo sono ingiuste. Le grandi aziende e i detentori di capitale non partecipano alla solidarietà, mentre invece si diminuiscono i salari e le pensioni, si riforma la sicurezza sociale – ha denunciato la capo fila dei socialisti Laurette Onkelinx, alla guida del corteo.

Secondo il servizio di studio del partito socialista, l’insieme delle riforme previste dal governo costerà annualmente a ogni cittadino del Belgio 336 euro. Secondo alcuni esperti, è la prima volta dal 1982 che il potere d’acquisto delle famiglie del paese verrà ridotto.

I tre maggiori sindacati del Belgio denunciano un governo che aiuta i datori di lavoro penalizzando i lavoratori, senza esigere nulla da chi vive dei redditi del capitale o della proprietà.

Dall’entrata in funzione della coalizione che riunisce tre partiti fiamminghi (i separatisti dell’alleanza neofiamminga, NVA, i cristiano-democratici e i liberali) e un solo francofono (il movimento riformatore del premier Charles Michel) i sindacati sono in guerra contro diverse misure previste: la limitazione del sistema delle pensioni anticipate, un blocco temporaneo dell’adattamento automatico dei salari all’aumento dei prezzi, la limitazione dei fondi per la salute e le spese sociali, la riorganizzazione dell’intero settore pubblico, l’aumento dell’età della pensione a 67 anni a partire dal 2030, contro gli attuali 65 anni.


IMPONENTE MANIFESTAZIONE A BRUXELLES CONTRO LE POLITICHE ''D'AUSTERITA''' IMPOSTE DALLA UE AL BELGIO (VIOLENTI SCONTRI)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BRUXELLES   MANIFESTAZIONE   CONTRO LA UE   CONTRO LE TASSE   BELGIO   RIVOLTA   POPOLARE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI OGNI ORA, +36% DAL 2009

DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI

mercoledì 26 aprile 2017
Fallimenti delle imprese italiane, numeri da spavento. Nei primi tre mesi del 2017 sono state infatti 2.998 le aziende italiane che hanno portato i libri in tribunale, il 16,8% in meno rispetto ad un
Continua
 
IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN COMBUTTA CON LE ONG

IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN

mercoledì 26 aprile 2017
I giornali e l'informazione in Italia ignorano la notizia, ma è di una estrema gravità. Così, ecco che per apprenderla bisogna leggere i quotidiani tedeschi, benchè
Continua
PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI

lunedì 24 aprile 2017
LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato
Continua
 
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E

venerdì 21 aprile 2017
Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l'Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms,
Continua
FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE OMBRA PANAMENSI.

FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE

venerdì 21 aprile 2017
Gli sbarchi, certo, con i numeri che parlano di "un record senza precedenti" visto che "in poco piu' di 72 ore circa 8mila migranti sono approdati in Sicilia dopo una lunga traversata in mare", ma,
Continua
 
L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI TEMPORANEI (EUROPEI)

L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI

giovedì 20 aprile 2017
Al contrario dell'Italia l'Australia fa di tutto per proteggere i propri confini tant'e' che e' uno dei pochi se non l'unico paese ad essere riuscito a fermare l'arrivo di barconi carichi di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA GERMANIA TRATTA IN SEGRETO CON LA RUSSIA AFFARI COMMERCIALI E INDUSTRIALI FREGANDOSENE DELLE SANZIONI (RENZI: LO SA?)

LA GERMANIA TRATTA IN SEGRETO CON LA RUSSIA AFFARI COMMERCIALI E INDUSTRIALI FREGANDOSENE DELLE
Continua

 
I SOCIALISTI EUROPEI PRONTI A BUTTAR GIU' JUNCKER: ''PRIMA VENGA IN AULA A SPIEGARE SE CI RIESCE DI NON ESSERE COINVOLTO''

I SOCIALISTI EUROPEI PRONTI A BUTTAR GIU' JUNCKER: ''PRIMA VENGA IN AULA A SPIEGARE SE CI RIESCE DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!