70.627.522
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL LUSSEMBURGO - QUANDO A CAPO DEL GOVERNO C'ERA JUNCKER - FECE ACCORDI SEGRETI CON 340 MULTINAZIONALI PER EVADERE TASSE

giovedì 6 novembre 2014

Accordi fiscali segreti tra il Lussemburgo e 340 società multinazionali, tra cui Apple, Amazon, Ikea, Pepsi e Axa, mirati a minimizzare i prelievi fiscali, sono stati rivelati da 40 media internazionali sulla base di documenti segreti ottenuti dal Consorzio internazionale dei giornalisti investigativi (Icij). Il tutto quando a guidare il Lussemburgo c'era l'attuale presidente della Commissione europea, Juncker. 

Gli accordi, stretti tra il 2002 e il 2010, rappresentano miliardi di euro di entrate fiscali perse per gli Stati in cui le società realizzano i loro utili, secondo l'ICIJ e i suoi partner media, per l'Italia L'Espresso, Le Monde in Francia, The Guardian in Gran Bretagna, la Sueddeutsche Zeitung in Germania, l'Asahi Shimbun in Giappone.

A gennaio il consorzio aveva rivelato le posizioni degli alti dirigenti cinesi nel paradiso fiscale nel cuore dlel'Europa.

Nell'inchiesta, durata sei mesi e ribattezzata "Luxembourg Leaks" o "LuxLeaks", l'ICIJ ha avuto accesso a 28.000 pagine e documenti di "tax ruling" che mostrano come le grandi imprese "si appoggiano sul Lussemburgo e le sue norme fiscali morbide, ma anche sulle deficienze delle norme internazionali, per trasferirvi utili al fine di non vederli tassati, o tassati in misura molto esigua" scrive Le Monde.

La pratica del "tax ruling", legale, permette a un'azienda di chiedere in anticipo come le sua situazione potrà essere trattata dalle autorità fiscali di un Paese e di ottenere garanzie giuridiche.

Si viene anche a sapere che l'Unione europea sta indagando sulle agevolazioni fiscali ottenute in Lussemburgo dalle grandi aziende globali e prenderà adeguati provvedimenti se necessario. In pratica la Ue sta indagando sul ruolo e l'attività di Juncker in questa mostruosa e planetaria evasione fiscale, per la quale il Lussemburgo si dimostra essere la capitale mondiale dell'evasione fiscale delle 340 magigori multinazionali planetarie. 

La notizia dell'inchiesta della Ue su questo mostruoso scandalo è stata data  da un portavoce del presidente della Commissione Ue, il lussemburghese Jean-Claude Juncker, dopo la pubblicazione di documenti riservati su intese fiscali tra il Granducato e 340 grandi società. "Se la decisione è negativa, il Lussemburgo dovrà prendere iniziative di correzione" ha detto all'Afp Margaritis Schinas, portavoce del'ex premier del Lusssemburgo Juncker.

I gruppi coinvolti (l'Icij cita sulla sua home page Apple, Amazon, Verizon, AIG, Heinz, Pepsi, Ikea), realizzano ogni anno risparmi miliardari aprendo filiali o holding lussemburghesi o spostando la sede sociale nel territorio del Granducato. Secondo Le Monde, il Granducato "mantiene segreti questi accordi" e "non li notifica ai partner europei" benchè sia "messo al corrente, di fatto, dalle aziende multinazionali della loro strategia per evitare le imposte", prosegue il quotidiano.

Il Guardian scrive che "queste rivelazioni saranno imbarazzanti per il nuovo presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, che è stato primo ministro in Lussemburgo tra il 1995 e il 2013", nel periodo nel quale gli accordi segnalati dall'ICIJ sono stati firmati. La Commissione europea ha aperto da giugno quattro indagini sulla pratica del "tax ruling" negli Stati membri. Una di queste riguarda proprio il Lussemburgo, e le sue intese con Fiat Finance and Trade, società di servizi di tesoreria per il gruppo Fiat

 


IL LUSSEMBURGO - QUANDO A CAPO DEL GOVERNO C'ERA JUNCKER - FECE ACCORDI SEGRETI CON 340 MULTINAZIONALI PER EVADERE TASSE




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione
Continua
 
SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri
Continua
CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA BASTIGLIA S'AVVICINA

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA

lunedì 5 agosto 2019
LONDRA - I guai sembrano non finire mai per il presidente francese Emmanuel Macron. Non bastassero i gilet gialli adesso ci sono anche i contadini che protestano vivamente contro l'inquilino
Continua
 
ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna
Continua
FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE LA BREXIT NEL MONDO

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE

lunedì 29 luglio 2019
LONDRA - Nigel Farage e' veramente determinato a far uscire la Gran Bretagna dalla UE e lo dimostra il fatto che da molti anni sia in politica con questo scopo prima tramile lo UKIP e adesso col
Continua
 
LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO

giovedì 25 luglio 2019
MILANO - Dal cioccolato ai formaggi, dal buon cibo al latte sino alle biciclette, alle barche e agli articoli sportivi. Cresce in maniera esponenziale l'export di prodotti legati al turismo dalla
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
INCHIESTA / ABBIAMO FATTO I CONTI IN TASCA A ''BRUXELLES'': E' LA PIU' GRANDE MANGIATOIA E ACCOZZAGLIA DI LADRI DEL MONDO.

INCHIESTA / ABBIAMO FATTO I CONTI IN TASCA A ''BRUXELLES'': E' LA PIU' GRANDE MANGIATOIA E
Continua

 
GIUDICI DELL'UNIONE EUROPEA PREZZOLATI HANNO PRESO TANGENTI PER INSABBIARE DENUNCE DI CORRUZIONE IN KOSOVO (PER MILIONI)

GIUDICI DELL'UNIONE EUROPEA PREZZOLATI HANNO PRESO TANGENTI PER INSABBIARE DENUNCE DI CORRUZIONE IN
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!