62.662.765
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL LUSSEMBURGO - QUANDO A CAPO DEL GOVERNO C'ERA JUNCKER - FECE ACCORDI SEGRETI CON 340 MULTINAZIONALI PER EVADERE TASSE

giovedì 6 novembre 2014

Accordi fiscali segreti tra il Lussemburgo e 340 società multinazionali, tra cui Apple, Amazon, Ikea, Pepsi e Axa, mirati a minimizzare i prelievi fiscali, sono stati rivelati da 40 media internazionali sulla base di documenti segreti ottenuti dal Consorzio internazionale dei giornalisti investigativi (Icij). Il tutto quando a guidare il Lussemburgo c'era l'attuale presidente della Commissione europea, Juncker. 

Gli accordi, stretti tra il 2002 e il 2010, rappresentano miliardi di euro di entrate fiscali perse per gli Stati in cui le società realizzano i loro utili, secondo l'ICIJ e i suoi partner media, per l'Italia L'Espresso, Le Monde in Francia, The Guardian in Gran Bretagna, la Sueddeutsche Zeitung in Germania, l'Asahi Shimbun in Giappone.

A gennaio il consorzio aveva rivelato le posizioni degli alti dirigenti cinesi nel paradiso fiscale nel cuore dlel'Europa.

Nell'inchiesta, durata sei mesi e ribattezzata "Luxembourg Leaks" o "LuxLeaks", l'ICIJ ha avuto accesso a 28.000 pagine e documenti di "tax ruling" che mostrano come le grandi imprese "si appoggiano sul Lussemburgo e le sue norme fiscali morbide, ma anche sulle deficienze delle norme internazionali, per trasferirvi utili al fine di non vederli tassati, o tassati in misura molto esigua" scrive Le Monde.

La pratica del "tax ruling", legale, permette a un'azienda di chiedere in anticipo come le sua situazione potrà essere trattata dalle autorità fiscali di un Paese e di ottenere garanzie giuridiche.

Si viene anche a sapere che l'Unione europea sta indagando sulle agevolazioni fiscali ottenute in Lussemburgo dalle grandi aziende globali e prenderà adeguati provvedimenti se necessario. In pratica la Ue sta indagando sul ruolo e l'attività di Juncker in questa mostruosa e planetaria evasione fiscale, per la quale il Lussemburgo si dimostra essere la capitale mondiale dell'evasione fiscale delle 340 magigori multinazionali planetarie. 

La notizia dell'inchiesta della Ue su questo mostruoso scandalo è stata data  da un portavoce del presidente della Commissione Ue, il lussemburghese Jean-Claude Juncker, dopo la pubblicazione di documenti riservati su intese fiscali tra il Granducato e 340 grandi società. "Se la decisione è negativa, il Lussemburgo dovrà prendere iniziative di correzione" ha detto all'Afp Margaritis Schinas, portavoce del'ex premier del Lusssemburgo Juncker.

I gruppi coinvolti (l'Icij cita sulla sua home page Apple, Amazon, Verizon, AIG, Heinz, Pepsi, Ikea), realizzano ogni anno risparmi miliardari aprendo filiali o holding lussemburghesi o spostando la sede sociale nel territorio del Granducato. Secondo Le Monde, il Granducato "mantiene segreti questi accordi" e "non li notifica ai partner europei" benchè sia "messo al corrente, di fatto, dalle aziende multinazionali della loro strategia per evitare le imposte", prosegue il quotidiano.

Il Guardian scrive che "queste rivelazioni saranno imbarazzanti per il nuovo presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, che è stato primo ministro in Lussemburgo tra il 1995 e il 2013", nel periodo nel quale gli accordi segnalati dall'ICIJ sono stati firmati. La Commissione europea ha aperto da giugno quattro indagini sulla pratica del "tax ruling" negli Stati membri. Una di queste riguarda proprio il Lussemburgo, e le sue intese con Fiat Finance and Trade, società di servizi di tesoreria per il gruppo Fiat

 


IL LUSSEMBURGO - QUANDO A CAPO DEL GOVERNO C'ERA JUNCKER - FECE ACCORDI SEGRETI CON 340 MULTINAZIONALI PER EVADERE TASSE




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi
Continua
 
LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono
Continua
TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario
Continua
 
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini
Continua
 
CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
INCHIESTA / ABBIAMO FATTO I CONTI IN TASCA A ''BRUXELLES'': E' LA PIU' GRANDE MANGIATOIA E ACCOZZAGLIA DI LADRI DEL MONDO.

INCHIESTA / ABBIAMO FATTO I CONTI IN TASCA A ''BRUXELLES'': E' LA PIU' GRANDE MANGIATOIA E
Continua

 
GIUDICI DELL'UNIONE EUROPEA PREZZOLATI HANNO PRESO TANGENTI PER INSABBIARE DENUNCE DI CORRUZIONE IN KOSOVO (PER MILIONI)

GIUDICI DELL'UNIONE EUROPEA PREZZOLATI HANNO PRESO TANGENTI PER INSABBIARE DENUNCE DI CORRUZIONE IN
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!