48.417.943
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ALL'ORIZZONTE LA GRANDE ALLEANZA CAMERON - FARAGE PER SBARAGLIARE I LABURISTI ALLE POLITICHE DEL 2015 (E REFERENDUM)

mercoledì 5 novembre 2014

LONDRA - David Cameron ha rifiutato di escludere un accordo con l'Ukip, se non riesce a conquistare la maggioranza nel 2015. 

Il Primo Ministro ha già escluso qualsiasi patto elettorale per vincere le elezioni. Ma oggi ha rifiutato di negare che guarda a Nigel Farage per sostenere un'amministrazione di minoranza, dicendo che lui deve "fare la cosa giusta per la Gran Bretagna." 

Farage - interpellato su questa notevole apertura dei conservatori all'Ukip - ha detto che sarebbe a favore di una amministrazione Tory di minoranza, se il suo partito con questo tenesse in equilibrio il governo nel 2015 - quindi c'è disponibilità. 

Alla domanda - precisa - se avrebbe fatto un accordo con l'onorevole Farage, al fine di rimanere al potere, il Primo Ministro Cameron ha risposto: "Le prossime elezioni sono assolutamente aperte, e potrebbero facilmente tradursi, se la gente voterà nel modo giusto, in un governo solo-conservatore . Questo è quello a cui sto lavorando in campagna elettorale, e nulla deve distrarmi tra oggi e allora. Fino a che le elezoni non sono avvenute, non intendo ragionare su cosa accadrebbe se non avrò la maggioranza assoluta"

"Però - ha aggiunto Cameron incalzato dai giornalisti - la gente sa che cerco sempre di fare la cosa giusta per la Gran Bretagna. Alle ultime elezioni, non abbiamo avuto la maggioranza assoluta,e ho pensato che la cosa giusta da fare era quella di dare alla Gran Bretagna un governo forte e stabile per ridurre il deficit, fare girare in positivo l'economia, rimettere tutto il Paese al lavoro". 

"Credo che alle prossime elezioni - ha continuato Cameron - avrò l'occasione molto forte per dire agli elettori: avete visto quello che abbiamo fatto in coalizione, perchè abbiamo dovuto fare dei compromessi non essendo in grado di andare avanti da soli, noi conservatori, con tutte le cose che volevamo fare. Ora dateci la possibilità di agire davvero per il paese, anche su questioni come l'immigrazione". 

Farage da parte sua ha detto che avrebbe sostenuto i conservatori in caso di un parlamento senza una maggioranza definita se in cambio il nuovo governo Cameron anticiperà all'estate del 2015 il referendum per l'uscita del Regno Unito dalla Ue.

Alla domanda se era pronto a partecipare a una coalizione piena, onorevole Farage ha detto: "Non credo onestamente che è quello che deve essere fatto, solo perché i liberal-democratici saranno sconfitti. Ci sono altri modi. È possibile sostenere un governo di minoranza votandone la fiducia su mozioni di fiducia, in modo dare sostegno all'esecutivo. Ci sono molti modi per farlo". 

All'atto pratico delle prossime elezioni politiche nel Regno unito che si terranno a maggio 2015 - l'UKIP crede di poter ottenere almeno una mezza dozzina, e forse ben 25 posti a sedere, nel Parlamento.

Diversi strateghi elettoriali del partito Tory hanno chiesto patti con Ukip livello locale, al fine di evitare che il voto euroscettico sia diviso alle elezioni generali. del 2015.

Insomma, Cameron-Farage, sta per nascere al grande alleanza? Probabilmente sì, dicono i meglio informati.

Max Parisi

Articolo originale pubblicato da The Telegraph, autore Matthew Holehouse - che ringraziamo.

Link: telegraph.co.uk/news/politics/ukip/11210073/David-Cameron-wont-rule-out-Ukip-deal-in-hung-Parliament.html 


ALL'ORIZZONTE LA GRANDE ALLEANZA CAMERON - FARAGE PER SBARAGLIARE I LABURISTI ALLE POLITICHE DEL 2015 (E REFERENDUM)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FARAGE   CAMERON   ELEZIONI   POLITICHE   GRAN BRETAGNA   CONSERVATORI   UKIP   TORY   THE TELEGRAPH    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI DANNI) A STATO E CLIENTI

SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI

giovedì 22 giugno 2017
Tanto tuonò che… non piovve, o meglio, piovve sostanza organica sulla testa degli obbligazionisti ed azionisti di Popolare di Vicenza e Venetobanca. In un comunicato ufficiale, si
Continua
 
IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI, QUINDI NON FARA' NULLA)

IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI,

mercoledì 21 giugno 2017
ROMA - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva, dopo il precedente sì del Senato, la proposta di legge per l'istituzione di una commissione parlamentare bicamerale d'inchiesta sul
Continua
INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI FUGGITI: FALLIMENTI A BREVE

INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI

lunedì 19 giugno 2017
I tempi stringono attorno al futuro di Popolare Vicenza e Venetobanca, i due istituti di credito che necessitano di circa 1,2 miliardi di euro di risorse per evitare il bail in. Il ministro delle
Continua
 
SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE... (COSTO 480 MILIONI)

SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE...

lunedì 19 giugno 2017
LONDRA - I parassiti di Bruxelles sono bravissimi a sprecare il denaro da loro estorto ai contribuenti Ue per progetti faraonici e quindi non deve sorprendere se adesso vogliono demolire il palazzo
Continua
MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E APPROPRIAZIONE INDEBITA

MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E

giovedì 15 giugno 2017
PARIGI - Si fa difficile in Francia la posizione del ministro della Giustizia, il centrista Francois Bayrou: su questo sono ormai concordi tutti i principali giornali francesi, con i conservatore "Le
Continua
 
DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI, STATO DI INSOLVENZA

DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI,

martedì 13 giugno 2017
NEW YORK - Alitalia ha fatto ricorso presso il tribunale fallimentare di New York, in base alle procedure concorsuali internazionali Usa per il fallimento. Lo riporta il Wall Street Journal,
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG: ''DRAGHI RISCHIA UNA RIVOLTA DENTRO LA BCE CONTRO DI LUI, FINO A SPINGERLO A DIMETTERSI''

FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG: ''DRAGHI RISCHIA UNA RIVOLTA DENTRO LA BCE CONTRO DI LUI, FINO A
Continua

 
REVISORI DELLA CORTE DEI CONTI DELL'UNIONE EUROPEA SI RIFIUTANO DI CERTIFICARE IL BILANCIO DELLA UE: SPESE PAZZE E FURTI

REVISORI DELLA CORTE DEI CONTI DELL'UNIONE EUROPEA SI RIFIUTANO DI CERTIFICARE IL BILANCIO DELLA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!