53.016.088
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SCONTRO FRA TI-NANI / JUNCKER: ''NON SONO CAPO DI UNA GANG'' RENZI: ''PRETENDO RISPETTO'' (IL BUE DA' DEL CORNUTO ALL'ASINO)

martedì 4 novembre 2014

BRUXELLES - Scontro aperto tra Jean Claude Juncker e Matteo Renzi. Nel pomeriggio l'affondo del neo presidente della Commissione Ue: "Devo dire al mio caro amico Renzi che non sono il capo di una banda di burocrati. Contro la Commissione sento critiche superficiali, meritiamo di meglio". E ancora: "Se Barroso avesse ascoltato solo i burocrati, il giudizio sul bilancio italiano sarebbe stato molto diverso".

In serata, a Ballaro', la replica durissima del premier: "E' cambiato il clima per l'Italia, in Europa non vado a dire 'per favore ascoltateci', non vado con il cappello in mano. Non vado a Bruxelles a farmi spiegare cosa fare e l'ho spiegato anche a Barroso e Juncker". "Per l'Italia, la sua storia, il suo futuro chiedo rispetto. Anzi, pretendo il rispetto che il Paese merita", chiarisce Renzi anche su Twitter. La polemica scoppia a Bruxelles, dove il successore di Barroso, nel suo primo intervento pubblico da presidente al Parlamento Ue, respinge con asprezza le critiche che il premier rivolse, a margine dell'ultimo Consiglio europeo, ai "tecnocrati di Bruxelles".

Il tutto poche ore dopo la diffusione delle stime della Commissione sulla difficile situazione economica in cui si trova l'Italia - ma anche il resto d'Europa - afflitta dal debito crescente e da una disoccupazione a livelli record. Secondo Bruxelles, infatti, il debito italiano nel 2015 sara' ancora in preoccupante aumento, raggiungendo il picco del 133,8% anche a causa di un "Pil piatto". Una situazione che nel complesso pare confermare i dubbi di Bruxelles sugli obiettivi indicati per i conti pubblici nella legge di stabilita'. Su cui la trattativa e' ancora aperta, nonostante il primo via libera ottenuto la scorsa settimana, e che ora potrebbe risentire delle tensioni che si sono innescate tra Roma e Bruxelles.

Detto cio', il contesto delle parole di Juncker e' di quelli ufficiali: assieme all'ex presidente del Consiglio, Herman Van Rompuy, Juncker era chiamato a fare il punto sui risultati dell'ultimo Consiglio, in una seduta estesa a tutti gli eurodeputati. Dopo brevi interventi introduttivi, prende la parola Manfred Weber, capogruppo tedesco del Ppe, pupillo di Angela Merkel, che va subito all'attacco, chiedendo il parere di Juncker sulle frasi di Renzi. Gianni Pittella, capogruppo socialista, sente puzza di bruciato e subito reagisce piccato: "Non accetto che si mettano in discussione le posizioni del governo Renzi in Europa, sempre leali, chiare e costruttive".

Puntuale pero' arriva la risposta di Juncker: "Non mi e' piaciuto il comportamento dei leader di governo dopo il Consiglio, una riunione che e' stata creata per risolvere i problemi, non per amplificarli o crearli. Personalmente prendo sempre appunti durante le riunioni, poi facevo il paragone tra cosa veniva detto nella sala e fuori, e spesso i due testi non coincidevano". "Devo dire al mio caro amico Renzi che non sono il capo di una banda di burocrati (in inglese 'the chairman of a gangs of bureaucrats')", ma il presidente della Commissione, un'istituzione da rispettare".

Quindi l'affondo finale, sui conti pubblici: "Se Barroso avesse ascoltato solamente i burocrati, allora l'atteggiamento della Commissione nei confronti del bilancio italiano sarebbe stato completamente diverso". Poi l'attacco anche a David Cameron per la sua protesta sul tema dei contributi europei. L'effetto e' quello di mettere sale sulle ferite, associando tra i 'cattivi' la Gran Bretagna all'Italia, uno dei Paesi fondatori dell'Unione.

Redazione Milano


SCONTRO FRA TI-NANI / JUNCKER: ''NON SONO CAPO DI UNA GANG'' RENZI: ''PRETENDO RISPETTO'' (IL BUE DA' DEL CORNUTO ALL'ASINO)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BRUXELLES   RENZI   JUNCKER   COMMISSIONE   LITE   UE   CAPPELLO   CLIMA   ITALIA   PARLAMENTO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE ARRIVA DALLA LIBIA

TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE

mercoledì 18 ottobre 2017
Sono state arrestate  nove persone nell'ambito dell'operazione coordinata dalla Procura di Catania e condotta dalla Guardia di finanza che ha stroncato un vasto traffico di gasolio dalla Libia
Continua
 
SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE SIA UN DISASTRO

SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE

mercoledì 18 ottobre 2017
BRUXELLES  - Cresce stentatamente la fiducia dei cittadini europei nell'Ue, ma l'Italia e' diventata lo Stato membro dove il minor numero di persone ritiene che l'appartenenza al progetto
Continua
RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE STELLE DI NEUTRONI

RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE

lunedì 16 ottobre 2017
Una nuova scoperta scuote la comunità scientifica internazionale. A due settimane dall'annuncio della vittoria del premio Nobel per la Fisica, gli scienziati dell'osservatorio Ligo (Laser
Continua
 
LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON SERVE E' SOLO BUROCRAZIA

LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON

lunedì 16 ottobre 2017
LONDRA - L'Unione Europea ha sempre usato le crisi come scusa per estendere i suoi poteri e quindi non deve sorprendere se la guerra al terrorismo viene usata dai parassiti di Bruxelles come scusa
Continua
PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA 57%, RESTO DELLA UE 66%

PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA

domenica 15 ottobre 2017
Al di là della retorica del governo Pd in Italia, i veri dati su occupazione ed economia sono impietosi, specialmente quando vengono messi a confronto con quelli del resto d'Europa. L'Italia
Continua
 
RISO ASIATICO, CONSERVE DI POMODORO CINESI, NOCCIOLE TURCHE: NEI SUPERMARKET PRODOTTI DELLO SCHIAVISMO CON L'OK DELLA UE

RISO ASIATICO, CONSERVE DI POMODORO CINESI, NOCCIOLE TURCHE: NEI SUPERMARKET PRODOTTI DELLO

sabato 14 ottobre 2017
Dal riso asiatico alle conserve di pomodoro cinesi, dall'ortofrutta sudamericana alle nocciole turche, gli scaffali dei supermercati dell'Unione Europea sono invasi dalle importazioni di prodotti
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CROAZIA DEVASTATA DALLA UE: ''E' LA MAGLIA NERA IN EUROPA'' SECONDO LE PREVISIONI DEGLI OLIGARCHI DI BRUXELLES.

CROAZIA DEVASTATA DALLA UE: ''E' LA MAGLIA NERA IN EUROPA'' SECONDO LE PREVISIONI DEGLI OLIGARCHI
Continua

 
PIALLATA ELETTORALE: OBAMA E I DEMOCRATICI DISINTEGRATI ALLE URNE, L'AMERICA ORA E' REPUBBLICANA (AUGURI SIGNOR RENZI)

PIALLATA ELETTORALE: OBAMA E I DEMOCRATICI DISINTEGRATI ALLE URNE, L'AMERICA ORA E' REPUBBLICANA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA PROCURA DI GENOVA PERDE CONTRO LA LEGA AL TRIBUNALE DEL RIESAME

18 ottobre - GENOVA - Il Tribunale del Riesame ha dato ragione agli avvocati della
Continua

OMICIDIO GIORNALISTA D'INCHIESTA CARUANA GALIZIA: USATO IL SEMTEX

18 ottobre - MALTA - Per far esplodere l'auto della giornalista di inchiesta maltese
Continua

UN GRANDE FONDO D'INVESTIMENTO USA PUNTA 1,4 MILIARDI DI DOLLARI

18 ottobre - NEW YORK - Bridgewater Associates, il fondo d'investimenti di Ray Dalio,
Continua

IL PRESIDENTE CINESE XI JINPING LANCIA DURO MONITO A TAIWAN:

18 ottobre - PECHINO - Il presidente cinese Xi Jinping ha lanciato un duro monito a
Continua

M5S LOMBARDIA AUGURA VITTORIA DEL SI' AL REFERENDUM AUTONOMIA

18 ottobre - MILANO - 'Domenica mi aspetto la vittoria del Si', ma per noi e' gia'
Continua

LA BCE PRONTA A RIDURRE DRASTICAMENTE IL QE (PREPARATEVI

18 ottobre - La Bce punta a ridurre l'entita' del suo piano di acquisti, portandolo a
Continua

MELONI: KURZ HA VINTO GRAZIE ALLA POLITICA SUI MIGRANTI DEL GOVERNO

17 ottobre - Il voto austriaco, con la vittoria del centrodestra guidato da Sebastian
Continua

GIOVANE TURISTA AMERICANA VIOLENTATA IN PIENO CENTRO A FIRENZE DA

17 ottobre - FIRENZE - Ennesimo episodio di violenza sessuale a Firenze. Una turista
Continua

SALVINI: NIENTE CLANDESTINI AFRICANI NEGLI ALBERGHI DELLA SICILIA!

17 ottobre - CATANIA - ''Bloccare l'immigrazione e fare politiche serie per il
Continua

RAQQA LIBERATA DALL'ISIS QUESTA MATTINA, MA CONTINUANO I

17 ottobre - RAQQA - SIRIA - Le Forze democratiche siriane (Fsd), alleanza di milizie
Continua
Precedenti »