46.411.051
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

WALL STREET JOURNAL: ''L'ITALIA TOSSICA ATTRAVERSA FASE VELENOSA: CRESCITA DEBOLE, ALTO DEBITO'' (RENZI MOLLATO DAGLI USA)

lunedì 3 novembre 2014

NEW YORK - Il successo di un eventuale programma di acquisto di bond su larga scala, 'quantitative easing', da parte della Bce dipendera' dall'Italia. E' quanto scrive il Wall Street Journal, in una lunga analisi dal titolo: "L'Italia Tossica e' il test cruciale del Qe" dopo i risultati degli stress test che hanno penalizzato il sistema bancario italiano.

Il quotidiano economico Usa sottolinea che la terza economia dell'eurozona attraversa una fase ''velenosa'' con ''una debole crescita e un alto debito, pari al 135% del Pil, negli anni prima della crisi e' cresciuta ad una media di meno dell'1% l'anno e ora sta scivolando in una nuova recessione, la terza in sei anni''.

Inoltre le ''condizioni del credito continuano a peggiorare''. E quindi, afferma il Wsj, "se il programma di Qe non riuscira' a salvare l'Italia, non potra' salvare l'Eurozona". Per il quotidiano comunque il Qe non "potra' risolvere" i problemi dell'economia italiana legati da piccole e medie imprese "altamente indebitate" e a controllo familiare. Una situazione che "richiede una rivoluzione culturale". 

Il giornale a stelle e strisce sottolinea il fatto che il sistema economico italiano e' 'bancocentrico' ma gli stress test della Bce hanno ''confermato tutti i sospetti del mercato'' ossia che e' ''il piu' debole'' nell'eurozona, provocando ''particolare imbarazzo alla Banca d'Italia''.

Quindi, spiega il Wsj, il sistema bancario italiano ''almeno fino ad ora era limitato nella propria capacita' di poter fornire credito all'economia reale''. Il quotidiano dubita pero' che dopo l'esame della Bce i problemi del credito in Italia siano stati risolti perche' i test di Francoforte hanno ''coinvolto solo 15 banche italiane su 680''. E quindi fino a quando l'Italia ''non riformera''' il proprio sistema finanziario, ''come ha fatto la Spagna'', le banche continueranno ad avere ''difficolta' nel far confluire il credito all'economia reale, a prescindere dall'ammontare di liquidita' che la Bce mettera' a disposizione'', spiega il Wsj, sottolineando che questo e' solo una parte del problema, infatti difficolta' esistono anche dal lato della raccolta.

Gli istituti di credito sono sotto pressione affinche' riducano i propri bilanci ora molto dipendenti dalla liquidita' Bce. Il programma Abs di Francoforte puo' aiutare fino a un certo punto, secondo il quotidiano, ma la soluzione piu' a lungo termine e' quella di liberarsi dei 320 miliardi (lordi) di sofferenze pari al 16% degli impieghi. Condizioni necessarie per raggiungere questo obiettivo sono pero' un efficiente quadro normativo che permetta di recuperare i debiti ristrutturati in un tempo breve mentre ora ci vogliono 7 anni e un flusso di capitale azionario che inietti fondi freschi nelle aziende sane e che compri le attivita' che le banche devono dismettere. Attualmente pero' le aziende italiane sono timorose a chiedere denaro a investitori esteri ma al tempo stesso questi sono a loro volta timorosi di esporsi al mercato italiano.

Questa analisi spietata del primo quotidiano economico e finanziario mondiale preannucia forti turbolenze sui mercati al riguardo dei titoli di stato italiani. Non c'è dubbio alcuno: i colossi finanziari d'oltre Oceano si preparano ad assaltare l'italietta renziana.

Redazione Milano.


WALL STREET JOURNAL: ''L'ITALIA TOSSICA ATTRAVERSA FASE VELENOSA: CRESCITA DEBOLE, ALTO DEBITO'' (RENZI MOLLATO DAGLI USA)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI OGNI ORA, +36% DAL 2009

DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI

mercoledì 26 aprile 2017
Fallimenti delle imprese italiane, numeri da spavento. Nei primi tre mesi del 2017 sono state infatti 2.998 le aziende italiane che hanno portato i libri in tribunale, il 16,8% in meno rispetto ad un
Continua
 
IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN COMBUTTA CON LE ONG

IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN

mercoledì 26 aprile 2017
I giornali e l'informazione in Italia ignorano la notizia, ma è di una estrema gravità. Così, ecco che per apprenderla bisogna leggere i quotidiani tedeschi, benchè
Continua
PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI

lunedì 24 aprile 2017
LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato
Continua
 
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E

venerdì 21 aprile 2017
Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l'Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms,
Continua
FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE OMBRA PANAMENSI.

FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE

venerdì 21 aprile 2017
Gli sbarchi, certo, con i numeri che parlano di "un record senza precedenti" visto che "in poco piu' di 72 ore circa 8mila migranti sono approdati in Sicilia dopo una lunga traversata in mare", ma,
Continua
 
L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI TEMPORANEI (EUROPEI)

L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI

giovedì 20 aprile 2017
Al contrario dell'Italia l'Australia fa di tutto per proteggere i propri confini tant'e' che e' uno dei pochi se non l'unico paese ad essere riuscito a fermare l'arrivo di barconi carichi di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SONDAGGIO BOMBA IN SPAGNA: 1° PARTITO ORA E' ''PODEMOS'' NEMICO DICHIARATO DELLA UE, DELLA GERMANIA E DELL'EURO (EVVIVA!)

SONDAGGIO BOMBA IN SPAGNA: 1° PARTITO ORA E' ''PODEMOS'' NEMICO DICHIARATO DELLA UE, DELLA
Continua

 
DER SPIEGEL: ''PER LA SIGNORA MERKEL, LA GRAN BRETAGNA PUO' USCIRE DALLA UE, SE INSISTE COL BLOCCO DELL'IMMIGRAZIONE''

DER SPIEGEL: ''PER LA SIGNORA MERKEL, LA GRAN BRETAGNA PUO' USCIRE DALLA UE, SE INSISTE COL BLOCCO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!