89.594.972
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PROCESSO CONTRO MUSSARI E GLI EX AI VERTICI DI MPS, ULTIMA UDIENZA PRIMA DELLA SENTENZA, ACCUSE PESANTISSIME.

venerdì 31 ottobre 2014

SIENA - Giuseppe Mussari, l'ex presidente di Banca Mps, non e' stato un "attore inconsapevole, ignorante, che leggeva un copione" come la sua difesa ha cercato di rappresentarlo in questo processo. Lo ha detto il pm Giuseppe Grosso nel corso della replica fatta stamani davanti al collegio giudicante del processo sul cosiddetto derivato Alexandria, dove Mussari e' accusato di aver occultato il mandate agreement stipulato dal Monte con Nomura.

"Mussari e' l'attore e il regista di questo film drammatico, che aveva come sceneggiatore dei silenzi Gianluca Baldassarri e aiuto regista Antonio Vigni", ha aggiunto. E per il pm, l'ex presidente "oltre che regista e' quindi stato un pessimo attore protagonista e per questo per lui abbiamo chiesto la condanna piu' pesante", ha proseguito Grosso ricordando che per Mussari sono stati chiesti sette anni, sei ciascuno per Vigni e Baldassarri. Un film drammatico che "ha lasciato un'eredita' pesante tale da minare non solo il Monte dei Paschi - ha spiegato ancora Grosso - ma anche per la credibilita' dell'intero sistema bancario italiano".

Il pm ha quindi puntato nuovamente l'attenzione dei giudici sul mandate "che era l'ossatura di tutta l'operazione". Dopo Grosso e' intervenuta prima l'avvocato di Bankitalia Olina Capolino, unica parte civile ammessa al processo, poi ci sono state le repliche di tutti i difensori. I legali di Mussari, Vigni e Baldassarri ancora una volta hanno messo in risalto come il mandate era conosciuto da tutti all'interno della banca e come gli ispettori di Bankitalia avrebbero potuto tranquillamente svolgere il loro lavoro e stabilire tutti i collocamenti necessari legati all'operazione con Nomura.

"A differenza di quanto affermato dai difensori, Giuseppe Mussari è stato regista e attore di questo film drammatico degli ultimi 10 anni di Mps" ha concluso il Pm Giuseppe Grosso nelle controrepliche. "Accanto a Mussari - ha aggiunto - c'erano Baldassarri come sceneggiatore silenzioso e l'aiuto regista Vigni. Mussari oltre che regista è stato il pessimo attore protagonista che ha lasciato una eredità pesante - ha ripetuto - minando la credibilità del Monte e dell'intero sistema bancario italiano". Grosso, che sostiene l'accusa con i colleghi Aldo Natalini e Giuseppe Grosso, ha ribadito la richiesta di 7 anni per Mussari e di 6 per Vigni e Baldassarri.

Prima che i giudici si ritirassero in camera di consiglio ha fatto una dichiarazione spontanea anche Baldassarri che ha ricostruito tutte le informazioni da lui date agli altri dirigenti della banca. Nessuna dichiarazione invece da parte di Vigni, mentre Mussari non e' in aula. Poi i giudici si sono ritirati in camera di consiglio senza pero' dare nessuna indicazione su un possibile orario per la sentenza. 

Anche Adusbef è intervenuta nel drammatico sfacelo di Mps.

Nazionalizzare il Monte dei Paschi di Siena e destituire i vertici, Profumo e Viola, "la cui gestione poco assennata, dovrebbe essere oggetto di un'azione civile di responsabilita'". Lo chiede, in una nota, Elio Lannutti, presidente dell'Adusbef, ricordando che "nel giorno in cui a Siena, nel processo farsa sui derivati Alexandria, il cui 'mandate' sarebbe stato occultato alla Banca d'Italia, con gli ispettori che al contrario sapevano tutto, si attende il verdetto per Mussari, Vigni e Baldassarri nel filone di inchiesta del 'mandate agreement' con Nomura, Mps ha perso in 5 sedute oltre un terzo del suo valore. Con il titolo a 0,62 capitalizza 3,2 miliardi di euro, meno della meta' dei 7,5 miliardi che toccava a luglio, quando condusse in porto un aumento di capitale da 5 miliardi, con le azioni che vennero offerte ad 1 euro, un bagno di sangue per azionisti, risparmiatori, consumatori, lavoratori, sotto la gestione non proprio brillante di Profumo e Viola, due banchieri che restano attaccati alle poltrone come le cozze agli scogli"

Redazione Milano


PROCESSO CONTRO MUSSARI E GLI EX AI VERTICI DI MPS, ULTIMA UDIENZA PRIMA DELLA SENTENZA, ACCUSE PESANTISSIME.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

PROCESSO   MUSSARI   MPS   RICHIESTA   CONDANNA   SETTE ANNI   SIENA   DISASTRO   PD   MONTI   BERSANI   DRAGHI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO PORTA A PORTA: LEGA IN CRESCITA E AMPIAMENTE PRIMO PARTITO, CENTRODESTRA DI GRAN LUNGA PRIMA FORZA IN ITALIA

SONDAGGIO PORTA A PORTA: LEGA IN CRESCITA E AMPIAMENTE PRIMO PARTITO, CENTRODESTRA DI GRAN LUNGA

venerdì 22 gennaio 2021
Tre ipotesi sul tavolo e in tutti tre i casi il centrodestra sarebbe in vantaggio. E' quanto testato nel sondaggio di Alessandra Ghisleri di Euromedia Research per 'Porta a porta' su tre scenari di
Continua
 
GALLERA: ''QUELLI COL SENNO DI POI CHE SPUTANO SENTENZE  E VELENO DA COMODE SCRIVANIE O DAI DIVANI DI CASA FANNO SCHIFO''

GALLERA: ''QUELLI COL SENNO DI POI CHE SPUTANO SENTENZE E VELENO DA COMODE SCRIVANIE O DAI DIVANI

giovedì 16 aprile 2020
MILANO - "Leggo stupito e molto amareggiato gli articoli che appaiano in questi giorni su importanti giornali. Assisto poi disgustato a molteplici azioni di gigantesca deformazione della
Continua
ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL SUPERSTATO UE ''NON SERVE''

ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL

lunedì 2 dicembre 2019
LONDRA - "La decisione della Gran Bretagna di rimanere fuori dall'euro e' la miglior decisione che il governo britannico potesse prendere". Effettivamente sono un folle potrebbe pensarla
Continua
 
IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I CONTI CATASTROFICI

IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I

giovedì 21 novembre 2019
Due pesi e due misure con l'Italia, a seconda di chi c'è al governo. A scriverlo non è la stampa "sovranista" ma un quotidiano autorevole e ferreo conservatore tedesco.  "Nei
Continua
INTERVISTA A MATTEO SALVINI: ''IN EMILIA ROMAGNA POSSIANO FAR CADERE IL SECONDO MURO DI BERLINO, ANCHE IN TOSCANA CADRA'''

INTERVISTA A MATTEO SALVINI: ''IN EMILIA ROMAGNA POSSIANO FAR CADERE IL SECONDO MURO DI BERLINO,

lunedì 11 novembre 2019
In Emilia Romagna, dice il leader leghista Matteo Salvini in una intervista a "La Stampa" pubblicata oggi - "possiamo far cadere il secondo Muro di Berlino. Poi porto il caffe' corretto in ufficio a
Continua
 
GOVERNATORE FONTANA REAGISCE ALLE FALSE ACCUSE DEL SINDACO PD DI BOLOGNA CONTRO LA LOMBARDIA (IL PD HA PAURA DI PERDERE)

GOVERNATORE FONTANA REAGISCE ALLE FALSE ACCUSE DEL SINDACO PD DI BOLOGNA CONTRO LA LOMBARDIA (IL PD

giovedì 7 novembre 2019
MILANO - La sinistra emiliano-romagnola "con l'avvicinarsi delle elezioni regionali non sa piu' cosa inventarsi per contrastare la 'politica dei fatti e delle azioni' del centrodestra e di Matteo
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
OPERAI AST SONO SOLO UNA PICCOLA PARTE DELLA CATASTROFE: 155.000 DIPENDENTI A RISCHIO LICENZIAMENTO IN 160 VERTENZE!

OPERAI AST SONO SOLO UNA PICCOLA PARTE DELLA CATASTROFE: 155.000 DIPENDENTI A RISCHIO LICENZIAMENTO
Continua

 
L'8 NOVEMBRE IN PIAZZA CONTRO IL GOVERNO CI SARANNO ANCHE I POLIZIOTTI. LO ANNUNCIA LA CGIL.

L'8 NOVEMBRE IN PIAZZA CONTRO IL GOVERNO CI SARANNO ANCHE I POLIZIOTTI. LO ANNUNCIA LA CGIL.


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

GIORGIA MELONI: CONTRASTARE L'ANTISEMITISMO IN OGNI SUA FORMA, MAI

27 gennaio - ''Ricordare per onorare. Ricordare per contrastare l’antisemitismo in
Continua

GOVERNATORE EMILIA ROMAGNA BONACCINI SOTTO INCHIESTA PER ABUSO

27 gennaio - BOLOGNA - Il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini risulta
Continua

FORZA ITALIA: GOVERNO DI UNITA' NAZIONALE O ELEZIONI

26 gennaio - ''La crisi è aperta, ci rimettiamo alla saggezza del capo dello Stato.
Continua

ATTILIO FONTANA: CHIEDEREMO IMMEDIATI RISTORI PER ERRORE GOVERNO SU

26 gennaio - MILANO - E' ''un momento difficile'' per il quale ''chiederemo anche gli
Continua

MELONI: ELEZIONI IN PORTOGALLO DIMOSTRANO CHE SI PUO' VOTARE COL

25 gennaio - ''Ieri in Portogallo si e' votato per le elezioni presidenziali.
Continua

SALVINI: CONTE AVREBBE GIA' DOVUTO DIMETTERSI

25 gennaio - ''CONTE si dimettera'? Avrebbe gia' dovuto farlo, non ha i numeri'' e
Continua

SALVINI: MEGLIO DUE MESI PER VOTARE CHE DUE ANNI A TIRARE A CAMPARE

25 gennaio - ''Meglio investire due mesi per ridare la parola agli italiani che non
Continua

BIDEN SEGUE ALLA LETTERA LA POLITICA ECONOMICA DI TRUMP! AMERICA

25 gennaio - WASHINGTON - Ci credeva che il nuovo presidente Usa avrebbe ribaltato le
Continua

OTTIMO RISULTATO DELLA DESTRA ALLE ELEZIONI PRESIDENZIALI IN

25 gennaio - ''Congratulazioni all'alleato e amico André Ventura e al suo partito
Continua

L'ECONOMIA DELLA GERMANIA SPROFONDA: DATI PESSIMI (LEGGERE)

25 gennaio - L'indice Ifo e' crollato ai minimi da sei mesi a gennaio. ''La seconda
Continua

LA LOMBARDIA DEVE STARE IN ZONA ARANCIONE, I DATI LO DIMOSTRANO

22 gennaio - ''La Lombardia deve essere collocata in zona arancione. Lo evidenziano i
Continua

SALA PARAGONA LA THUNBERG AD ANNE FRANK DEPORTATA AD AUSCHWITZ, NON

22 gennaio - ''Paragonare Greta Thunberg ad Anne Frank e' un oltraggio alla memoria.
Continua

FDI: COME, I 5S NON VOGLIONO CESA MA SI TENGONO ZINGARETTI, ANCHE

22 gennaio - ''Il ragionamento del Movimento 5 Stelle sia simmetrico: se non si
Continua

131.090 PERSONE HANNO PRESO IL COVID SUL POSTO DI LAVORO (LO SCRIVE

22 gennaio - Le infezioni da nuovo Coronavirus di origine professionale denunciate
Continua

CIAMPOLILLO, LA TRAGEDIA DI UN SENATORE RIDICOLO

20 gennaio - ''Altro che Conte ter, benvenuti nel governo Ciampolillo I. Ammesso al
Continua

LA RUSSIA CHIEDE ALLA UE LA REGISTRAZIONE DEL VACCINO ANTI COVID

20 gennaio - MOSCA - Il Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif) ha presentato
Continua

E' UFFICIALE: L'EUROZONA E' IN DEFLAZIONE, LE NAZIONI UE SENZA EURO

20 gennaio - A dicembre 2020, il tasso di inflazione annuo dell'eurozona si e'
Continua

CONFCOMMERCIO: PIL GENNAIO 2021 -0,8% E -10,7% DA GENNAIO 2020

19 gennaio - Confcommercio stima per gennaio un calo congiunturale del Pil, al netto
Continua

UDC: NO UNANIME ALLA FIDUCIA A CONTE AL SENATO

18 gennaio - ''La segreteria nazionale Udc, che si e' riunita nel pomeriggio, alla
Continua

AL CENTRODESTRA NON FU PERMESSO DA MATTARELLA FORMARE UN GOVERNO DI

18 gennaio - “Governo di minoranza accettabile? No, nel 2018 non fu permesso a
Continua
Precedenti »