43.345.183
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

GIORNALISTA FRANCESE (PHILIPPE MENUT) REALIZZA DOCUMENTARIO SULLE SPAVENTOSE CONDIZIONI DELLA GRECIA (LAGER TROIKA)

giovedì 23 ottobre 2014

Philippe Menut, ex-giornalista di France 2 e France 3, ha realizzato un documentario sulle cause e le conseguenze della crisi in Grecia.

Il suo reportage fa parlare i salariati, i militanti, gli economisti, i medici, i ministri, i disoccupati,… e tutti danno il loro punto di vista sulla crisi, testimoniando la resistenza e la solidarietà del popolo greco.

La pellicola di Menut espone una serie di manipolazioni mediatiche che cercano di giustificare una vera guerra economica e sociale contro la Grecia. Una manipolazione in cui i cittadini greci vengono presentati come i responsabili di una situazione di crisi di cui, invece, sono vittime.

Questa manipolazione, spiega Menut, ha lo scopo di nascondere la politica economica che attua un’austerità spaventosa nei confronti del popolo greco e dei servizi, con un trasferimento massiccio di capitale pubblico verso la speculazione internazionale. Denaro pubblico greco ed europeo.

245 miliardi di euro sono stati versati in un cosiddetto piano europeo di salvataggio, del quale i greci e l’economia greca non hanno praticamente beneficiato. Queste enormi somme di denaro vanno direttamente nelle tasche dei creditori del debito pubblico greco, creditori che hanno concesso prestiti a tassi superiori al 20%.

Tutto questo è organizzato dagli emissari della Troïka, mandati dal Fondo monetario internazionale, dalla Commissione europea e dalla Banca centrale europea. Sono questi tre enti i veri padroni della Grecia.

Quando si parla del debito della Grecia, sembra che la Germania faccia di tutto per nascondere il fatto che, dalla Seconda guerra mondiale, il governo tedesco deve molti soldi al governo di Atene. Si tratta del risarcimento dei danni di guerra e di un prestito che i nazisti avevano preteso con la forza dalla Banca di Atene. In totale, la Germania deve alla Grecia 162 miliardi di euro.

Uno dei medici che testimoniano nel documentario di Philippe Menut, spiega che la chiusura di sette ospedali a Atene significa che sempre più persone hanno scelto di morire nelle strade. L’impatto delle misure di austerità in Grecia, in particolare nel settore sanitario, è apocalittico.

Una sola cifra sarebbe sufficiente : dall’inizio dell’applicazione dell’austerità imposta dalla Troika, nel paese la mortalità infantile è aumentata del 43%.

In Grecia, ma anche nella Zona euro in crisi, la sanità è l’obiettivo principale delle riduzioni di bilancio. Vengono modulati i percorsi di cura, ridotti o cancellati i rimborsi, ecc. Gli ospedali che restano aperti funzionano male, a causa della mancanza di fondi, di medicinali e di apparecchiature.

Menut sostiene che l’intera Zona euro è chiamata in causa dalla crisi greca. La Grecia è un laboratorio per sperimentare politiche spaventose su un piccolo paese (11 milioni di abitanti), politiche attuate in nome di un debito gonfiato artificialmente.

Dall’inizio delle riforme, imposte dalla Troika “per rispondere alla crisi”, il debito greco è salito del 50% e la disoccupazione è passata dal 10% al 28%. E queste politiche proseguono.

Fonte notizia: Publico.es - che ringraziamo.


GIORNALISTA FRANCESE (PHILIPPE MENUT) REALIZZA DOCUMENTARIO SULLE SPAVENTOSE CONDIZIONI DELLA GRECIA (LAGER TROIKA)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

PHILIPPE MENUT   GRECIA   DOCUMENTARIO   CONDIZIONI   SUB UMANE   TROIKA   CRIMINALI   BRUXELLES   GANGSTER   ASSASSINI   UE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO PRESIDENTE DEL PAESE''

DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO

venerdì 20 gennaio 2017
WASHINGTON - "Il 20 gennaio del 2017 sarà ricordato come il giorno in cui il popolo divenne di nuovo davvero il presidente del Paese. Le persone dimenticate in questi anni non lo saranno
Continua
 
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER

venerdì 20 gennaio 2017
Il "rischio politico" rappresentato dall'ascesa dei movimenti populisti ed euroscettici nell'Unione Europea e' al centro delle interviste concesse al "Wall Street Journal" e a "Bloomberg" dal
Continua
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI

giovedì 19 gennaio 2017
Brexit in evidenza sulla stampa britannica, ma stavolta per le reazioni europee al discorso della premier del Regno Unito, Theresa May, e agli interventi di alcuni dei suoi ministri delle ultime
Continua
 
L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA E' ACCADUTO (E ACCADRA') A MPS E BANCHE VENETE

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA E' ACCADUTO (E ACCADRA') A MPS E BANCHE VENETE

mercoledì 18 gennaio 2017
Riguardo le vicende del salvataggio del Monte dei Paschi di Siena, la banca più antica al mondo devastata dalla gestione in salsa piddina dei suoi vertici, abbiamo notato esercizi di stile
Continua
SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI, 62%: ISLAM PERICOLO)

SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI,

mercoledì 18 gennaio 2017
PARIGI - I venti nazionalisti che hanno portato Donald Trump al potere negli Stati Uniti, nei prossimi mesi stanno soffiando forte anche in Francia? Se lo chiede oggi, mercoledi' 18 di un freddissimo
Continua
 
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
APPROVATA IERI SERA DAL PARLAMENTO FRANCESE LA NUOVA LEGGE CHE PERMETTE DI DESTITUIRE IL PRESIDENTE (HOLLANDE)

APPROVATA IERI SERA DAL PARLAMENTO FRANCESE LA NUOVA LEGGE CHE PERMETTE DI DESTITUIRE IL PRESIDENTE
Continua

 
LA UE TENTA DI ESTORCERE 2 MILIARDI DI EURO ALL'INGHILTERRA INVENTANDO UNA ''TASSA RETROATTIVA''. CAMERON: SE LI SOGNANO!

LA UE TENTA DI ESTORCERE 2 MILIARDI DI EURO ALL'INGHILTERRA INVENTANDO UNA ''TASSA RETROATTIVA''.
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

E IL GOVERNO LA CHIAMA ''RIPRESA'': RALLENTERA' LA CRESCITA DEI

20 gennaio - Rallenta la crescita dei consumi delle famiglie, che si stabilizzerà
Continua

EUROPOL: ''34.000 POTENZIALI TERRORISTI ISLAMICI ARRIVATI COI

19 gennaio - ''Un esercito di 34 mila potenziali terroristi è sbarcato in Europa
Continua

AUMENTATI I LICENZIAMENTI NEL 2016 ALLA FACCIA DELLO STROMBAZZATO

19 gennaio - Nei primi undici mesi del 2016 i licenziamenti complessivi relativi a
Continua

CONTINUA LA CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE CON PUNTE DEL -10% IN

19 gennaio - BRUXELLES - Prosegue l'aumento dei prezzi delle case nel terzo trimestre
Continua

DONALD TRUMP: ''NON USEREI TWITTER SE LA STAMPA FOSSE ONESTA, MA

18 gennaio - WASHINGTON - Nonostante ne faccia un uso quasi compulsivo, il futuro
Continua

L'M5S STA COL PD E VOTA CONTRO I CIE COME VUOLE LA SERRACCHIANI (5

18 gennaio - ''Al M5S non basta l'invasione incontrollata di clandestini che sta
Continua

PADOAN A DAVOS LASCIA INTENDERE CHE STA PREPARANDO UNA RAPINA AGLI

18 gennaio - DAVOS - SVIZZERA - Padoan ha fatto una dichiarazione sibillina poco fa
Continua

SALVINI: ''TAJANI E' SOLO L'ENNESIMO DOMESTICO AL SERVIZIO DELLA

18 gennaio - ''La Lega si è rifiutata di votare due servi dello stesso padrone
Continua

BORIS JOHNSON: ''CODA DI STATI PER SIGLARE ACCORDI COMMERCIALI CON

18 gennaio - LONDRA - Dopo il chiarificatore discorso di ieri del primo ministro
Continua

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua
Precedenti »