68.211.512
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

WALL STREET JOURNAL: ''I MERCATI HANNO CAPITO CHE LA BCE NON E' PIU' IN GRADO DI SALVARE L'EURO. ARRIVA LA TEMPESTA''

martedì 21 ottobre 2014

NEW YORK - Per l'eurozona, che pure non ha mai contato su un vero piano di quantitative easing della Banca centrale europea, e' arrivato il momento di riformare o soccombere. I giorni in cui le politiche monetarie bastavano a bilanciare i deludenti indicatori economici sono finiti, scrive il "Wall Street Journal".

Lo dimostrano i mercati obbligazionari: la scorsa settimana i rendimenti sui buoni del tesoro statunitensi sono crollati, e i mercati azionari hanno subito gravi perdite. James Bullard, direttore della St. Louis Federal Reserve, ha placato il panico degli investitori suggerendo un prolungamento del quantitative easing della Fed. Si tratta di un tipico caso di "una cattiva notizia e' una buona notizia". Paradossale, ma vero.

I mercati sono cosi' disperati e dipendenti dagli stimoli monetari, da trattare sviluppi economici e finanziari negativi - come la prosecuzione dell'intervento esterno della Fed sulle dinamiche di mercato - alla stregua di sviluppi positivi: una tattica che - però - nell'area euro non funziona piu'.

Il terrore legato alla stagnazione economica e all'insufficienza delle politiche monetarie si e' infatti diffuso soprattutto in Europa.

Il "whatever it takes" pronunciato dal presidente della Bce Mario Draghi nel luglio 2012 ha funzionato per ben due anni, ma ha ormai esaurito la sua efficacia.

"Una cosa e' soffiare sulle paure esagerate di un brakeup dell'euro per esorcizzarlo, altra cosa e' produrre misure concrete e credibili per evitare la progressiva concretizzazione di quello scenario", avverte il quotidiano Usa.

E cosi', per la prima volta dal 2010, gli investitori stanno perdendo fiducia nella capacita' della Bce di far fronte alla stagnazione e alla deflazione che incombono sull'economia continentale. Non si tratta di un timore infondato: e' stato lo stesso Draghi, lo scorso agosto, ad avvertire che l'eurozona non potra' risollevarsi in virtu' dei soli stimoli monetari.

L'appello di Draghi alle riforme e' stato inizialmente accolto positivamente dai mercati, ma poi ha mostrato la sua vera natura: l'ammissione che la Bce non e' in grado di risolvere i problemi strutturali che dal 2009 giacciono nell'agenda dei governi dell'euro.

A dispetto dei bassissimi interessi sul debito sovrano, della svalutazione dell'euro sul dollaro e del piano di acquisto di asset privati annunciato dalla Bce, le previsioni relative all'inflazione continuano a peggiorare.

L'ultimo "calcio al barattolo" (tipica espressione americana -ndr) che rimane alla Bce è quello di un quantitative easing in pieno stile, ma continua a scontare l'opposizione politica della Germania, e in ogni caso, non farebbe che comprare all'Unione altro tempo, tempo che sino ad ora non e' stato usato per andare rapidamente alla radice dei problemi di competitivita' del Continente.

"L'assenza di una unione politica consente a Francia e Italia di continuare la loro recalcitrante opera di rinvii e al contempo di rifiutare un'ulteriore cessione di sovranita' economica a Bruxelles - cioe', di fatto, a Berlino", scrive a chiare lettere il Wall Street Journal

Nell'attuale condizione - conclude il più autorevole quotidiano finanziario americano e mondiale - "la pioggia di vendite della scorsa settimana rischia di essere soltanto una anticipazione di quanto accadra' a breve. Gli investitori sperano ancora che Draghi possano fare qualcosa, ma non trattengono piu' il fiato: in Europa le brutte notizie sono semplicemente brutte notizie".

Redazione Milano.


WALL STREET JOURNAL: ''I MERCATI HANNO CAPITO CHE LA BCE NON E' PIU' IN GRADO DI SALVARE L'EURO. ARRIVA LA TEMPESTA''




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL MONDO SI E' AMMALATO DI ''FEBBRE CINESE'': INDEBITAMENTO + SPESA FRENETICA DELLA CINA CONTAGIANO L'ECONOMIA GLOBALE

IL MONDO SI E' AMMALATO DI ''FEBBRE CINESE'': INDEBITAMENTO + SPESA FRENETICA DELLA CINA CONTAGIANO
Continua

 
WALL STREET JOURNAL: ''LE GRANDI BANCHE MONDIALI HANNO INIZIATO AD APPLICARE INTERESSI NEGATIVI SUI DEPOSITI IN EURO!''

WALL STREET JOURNAL: ''LE GRANDI BANCHE MONDIALI HANNO INIZIATO AD APPLICARE INTERESSI NEGATIVI SUI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »