67.654.035
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CROLLA L'IVA (MENO 1,9 MILIARDI DI EURO) E SI APRE UNA VORAGINE NEI CONTI DELLO STATO ITALIANO (RIMANE L'IMU?)

martedì 7 maggio 2013

Il Ministero delle Finanze comunica che nel periodo gennaio-marzo 2013, le entrate IVA sono risultate pari a 20.124 milioni di euro, –1.900 milioni di euro, pari a –8,6% rispetto lo stesso periodo del 2012.

16.696 milioni di euro (–882 milioni di euro, pari a –5,0%) derivano dalla componente relativa agli scambi interni;

3.428 milioni di euro (–1.018 milioni di euro, pari a –22,9%) affluiscono dal prelievo sulle importazioni.

Nel primo trimestre 2013 l’evoluzione negativa del gettito sugli scambi interni è riconducibile al calo della domanda in tutti i principali settori di attività economica. Persiste la flessione dei consumi di beni e di servizi che si riflette in particolare sul gettito IVA nel commercio degli autoveicoli (–13,4%), nelle attività manifatturiere (–5,8%) e nelle costruzioni (–15,5%), maggiormente colpiti dagli effetti congiunturali negativi. Si registra una dinamica sfavorevole del gettito IVA anche nei settori del commercio all’ingrosso (–5,7%), dell’industria (–4,8%) e dei servizi privati (–4,8%), a fronte di una variazione positiva per il solo settore commercio al dettaglio (+2,1%) che riflette l’efficacia dell’azione di contrasto all’evasione.

L’IVA prelevata sulle importazioni da Paesi extra-UE (–1.018 milioni di euro, pari a –22,9%) risente dell’andamento negativo del valore delle merci importate, in particolare dei combustibili ed oli minerali (–9,2%), di auto e moto (–11,5%) e di indumenti ed accessori di abbigliamento (–13,7%) secondo gli ultimi dati dell’Agenzia delle Dogane, relativi al periodo gennaio-febbraio 2013.

(Min. delle Finanze)


CROLLA L'IVA (MENO 1,9 MILIARDI DI EURO) E SI APRE UNA VORAGINE NEI CONTI DELLO STATO ITALIANO (RIMANE L'IMU?)




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
VODAFONE: MILLE EURO E UN CALCIO NEL SEDERE: A SPASSO (QUASI TUTTI) 700 DIPENDENTI. E I SINDACATI HANNO FIRMATO...

VODAFONE: MILLE EURO E UN CALCIO NEL SEDERE: A SPASSO (QUASI TUTTI) 700 DIPENDENTI. E I SINDACATI
Continua

 
DUE MILIARDI E OTTOCENTO MILIONI DI EURO VERSATI DAL GOVERNO LETTA AL FONDO SALVA STATI (LA CASSA INTEGRAZIONE? MANCANO)

DUE MILIARDI E OTTOCENTO MILIONI DI EURO VERSATI DAL GOVERNO LETTA AL FONDO SALVA STATI (LA CASSA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »