46.395.339
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DECINE DI MIGLIAIA DI PERSONE AL CORTEO DELLA LEGA A MILANO CONTRO L'IMMIGRAZIONE, PER LA PRIMA VOLTA ANCHE CASAPOUND

sabato 18 ottobre 2014

MILANO - Alcune decine di migliaia di persone sono giunte a Milano per la manifestazione della Lega Nord "Stop invasione". Il corteo, partito con mezzora di anticipo, è aperto da una pattuglia di sindaci leghisti con la fascia "Stop invasione" al posto di quella tricolore, "Con Salvini stop ai clandestini", recita lo striscione del primo blocco. "Vogliamo far nascere i nostri bambini e non importare i clandestini", si legge ancora sullo stesso striscione. "Alfano, Imam italiano", si legge su un altro striscione. "Ncd uguale nuove cooperative d'immigrazione" e "Pd uguale portatori d'ebola", in altri striscioni.

Al centro del corteo lo spezzone di estrema destra composto da circa 500 militanti di Casa Pound provenienti da diverse regioni del nord d'Italia. Tra gli altri striscioni "Né razzisti né buonisti, solamente buonisiti" e "Se prendo la ebola contagio Napolitano".

Quello in corso per le strade del centro di Milano "è un corteo pacifico e democratico, è la svolta della gente per bene". Il segretario federale della Lega nord ha replicato così ai cronisti che gli hanno chiesto un commento sulla partecipazione di un folto gruppo di militanti di estrema destra appartenenti a Casa Pound alla manifestazione "Stop invasione".

"C'è anche tanta gente di sinistra che non vuole l'immigrazione clandestiina", ha detto Salvini, giunto alla testa del corteo poco prima dell'orario ufficiale della partenza, le 16,30, del corteo diretto a piazza Duomo, dove si terrà il comizio conclusivo previsto per le 18.

Il cambio dell'operazione Mare Nostrum ''e' una presa per il culo, cambia il nome in Triton ma la sostanza e' la stessa'' ha detto Salvini arrivando alla manifestazione sull'immigrazione. La sua ricetta e' ''difendere i confini, aiutare chi ha bisogno ma i rifugiati sono solo il 10%, quindi - ha spiegato - mandiamo in Africa i soldi che spendiamo qua e diamo priorita' agli italiani''. Per Salvini ''migliaia di disperati sono concorrenza sleale agli italiani''. 

"Bisognerebbe fare come negli altri Paesi, difendere i nostri confini. Bisogna aiutare chi ha bisogno, ma i rifugiati sono solo il 10 per cento". 

Poco dopo, attorno alle 16.50, il corte si è mosso lungo Corso Venezia. Sono "molte migliaia" - secondo la Questura - le persone che stanno manifestando ''contro l'invasione e le moschee''. E quello del segretario Matteo Salvini e' un one-man-show in strada: i militanti leghisti letteralmente lo acclamano, lo abbracciano e lo definiscono anche nei cartelli ''santo'' o ''capitano''.

Salvini e' in testa al corteo, dove al momento sono presenti, fra gli altri, anche il vice presidente del Senato Roberto Calderoli e l'eurodeputato Mario Borghezio.

Tantissime le bandiere, in un mix di vessilli della Lega, del Veneto, della Padania e anche qualche Tricolore. ''Chi non salta clandestino e''', ''Chi non salta musulmano e''' e ''Secessione'' fra gli slogan piu' intonati dai manifestanti, i cui bersagli privilegiati, come si legge negli striscioni, sono il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il ministro dell'Interno Angelino Alfano e il sindaco di Milano Giuliano Pisapia.

Ingente anche lo spiegamento di forze dell'ordine, anche perche' a pochi chilometri di distanza e' in corso la manifestazione contro la Lega organizzata dai centri sociali con l'adesione della Sinistra radicale, per altro un flop di partecipanti: meno di mille, sempre secondo la Questura.

max parisi

 


DECINE DI MIGLIAIA DI PERSONE AL CORTEO DELLA LEGA A MILANO CONTRO L'IMMIGRAZIONE, PER LA PRIMA VOLTA ANCHE CASAPOUND




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI OGNI ORA, +36% DAL 2009

DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI

mercoledì 26 aprile 2017
Fallimenti delle imprese italiane, numeri da spavento. Nei primi tre mesi del 2017 sono state infatti 2.998 le aziende italiane che hanno portato i libri in tribunale, il 16,8% in meno rispetto ad un
Continua
 
IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN COMBUTTA CON LE ONG

IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN

mercoledì 26 aprile 2017
I giornali e l'informazione in Italia ignorano la notizia, ma è di una estrema gravità. Così, ecco che per apprenderla bisogna leggere i quotidiani tedeschi, benchè
Continua
PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI

lunedì 24 aprile 2017
LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato
Continua
 
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E

venerdì 21 aprile 2017
Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l'Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms,
Continua
FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE OMBRA PANAMENSI.

FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE

venerdì 21 aprile 2017
Gli sbarchi, certo, con i numeri che parlano di "un record senza precedenti" visto che "in poco piu' di 72 ore circa 8mila migranti sono approdati in Sicilia dopo una lunga traversata in mare", ma,
Continua
 
L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI TEMPORANEI (EUROPEI)

L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI

giovedì 20 aprile 2017
Al contrario dell'Italia l'Australia fa di tutto per proteggere i propri confini tant'e' che e' uno dei pochi se non l'unico paese ad essere riuscito a fermare l'arrivo di barconi carichi di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA MACELLERIA DEI POVERI: GOVERNO TAGLIA I FONDI ALLE POSTE E 30.000 POSTINI (CON STIPENDI DA FAME) SARANNO LICENZIATI

LA MACELLERIA DEI POVERI: GOVERNO TAGLIA I FONDI ALLE POSTE E 30.000 POSTINI (CON STIPENDI DA FAME)
Continua

 
''CHI MI DA' DEL FASCISTA E' SOLO INVIDIOSO. CON CASA POUND POSIZIONI COMUNI, SUL LAVORO VOGLIO LA FIOM-CGIL DA MARONI''

''CHI MI DA' DEL FASCISTA E' SOLO INVIDIOSO. CON CASA POUND POSIZIONI COMUNI, SUL LAVORO VOGLIO LA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!