66.319.576
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

''EFFETTO UKIP'' SU GOVERNO CAMERON: IL SI' AL MANDATO D'ARRESTO EUROPEO SLITTA E IL TRATTATO DI ROMA SARA' STRACCIATO.

venerdì 17 ottobre 2014

LONDRA - La politica europea dei conservatori britannici e' precipitata nell'incertezza, scrive il quotidiano progressista "The Guardian". Il governo, infatti, potrebbe rinviare il voto sul mandato di arresto europeo a dopo le elezioni suppletive di Rochester and Strood e, secondo fonti Tory, in caso di un'altra vittoria dell'Ukip, potrebbe rinunciarvi.

Il primo ministro, David Cameron, sarebbe pronto a sfidare il principio della liberta' di movimento delle persone nell'Unione Europea, una delle quattro liberta' fondamentali riconosciute dal Trattato di Roma del 1957.

Entro la fine dell'anno e' atteso l'annuncio di una linea piu' dura sull'immigrazione, con la proposta di restrizioni agli ingressi non solo dei migranti dei nuovi paesi membri ma anche di quelli attuali.

La svolta e' attribuita alla paura, ai massimi livelli del Partito conservatore, di una seconda sconfitta a Rochester, dove le elezioni suppletive si sono rese necessarie a causa della defezione di Mark Reckless.

In una visita pre-elettorale nel collegio, Cameron ha dichiarato che "bisogna tenere l'immigrazione sotto controllo" e che cio' significa non solo agire al di fuori dell'Unione Europea, come e' stato gia' fatto, ma anche "all'interno dell'Ue".

Un'opzione e' quella del "freno d'emergenza" in caso di un afflusso massiccio di migranti, in particolare dall'Europa dell'est, in grado di compromettere la coesione sociale e il funzionamento dei servizi pubblici.

La Commissione europea ha gia' chiarito che una svolta del genere sarebbe incompatibile con le norme in vigore.

Sul mandato d'arresto e su altre 34 misure europee in materia di giustizia il governo si trova ad affrontare la ribellione di decine di deputati conservatori.

Una decisione era stata prevista entro il 1 dicembre, ma i negoziati sono in stallo. Il reintegro delle 35 misure era parte del programma di coalizione sottoscritto coi liberaldemocratici di Nick Clegg; un ripensamento potrebbe provocare una frattura nella maggioranza.  Ma questo, solo teoricamente. Perchè i liberal democratici sanno benissimo che uscissero dalla maggioranza di questo tema, la giustizia, alle prossime elezioni politiche in arrivo tra meno di otto mesi riceverebbero dall'alettorato una lezione che li ridurrebbe in briciole. 

Già ora, i sondaggi sono concordi nel mostrare uan forte flessione di quessta formazione politica, tutto a favore dell'Ukip di Nigel Farage, e la flessione diverrebbe una catastrofe se Nick Clegg abbattesse il governo Cameron.

Resta il fatto che l'effetto-Ukip sta decisamente orientando l'Inghilterra senza neppure che questo partito abbia ancora vinto - come con ogni probabilità accadrà - le elezioni per il rinnovo dell'esecutivo britannico.

Redazione Milano.


''EFFETTO UKIP'' SU GOVERNO CAMERON: IL SI' AL MANDATO D'ARRESTO EUROPEO SLITTA E IL TRATTATO DI ROMA SARA' STRACCIATO.




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE, UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ADESSO I CORROTTI FINIRANNO DAVVERO IN GALERA

NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE, UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ADESSO I CORROTTI FINIRANNO

giovedì 13 dicembre 2018
La nuova legge anti corruzione, definita "spazzacorrotti" incassa anche il secondo via libera da parte del Senato, e si appresta a compiere l'ultimo giro di boa verso l'approvazione definitiva alla
Continua
 
LA NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE E' UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ORA I CORROTTI FINIRANNO DAVVERO IN GAL

LA NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE E' UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ORA I CORROTTI FINIRANNO

giovedì 13 dicembre 2018
La nuova legge anti corruzione, definita "spazzacorrotti" incassa anche il secondo via libera da parte del Senato, e si appresta a compiere l'ultimo giro di boa verso l'approvazione definitiva alla
Continua
IL PREMIER CONTE NEGOZIA CON LA UE, SPREAD AFFONDA A 261 PUNTI, I MERCATI PREMIANO L'ITALIA (E SMENTISCONO MOSCOVICI)

IL PREMIER CONTE NEGOZIA CON LA UE, SPREAD AFFONDA A 261 PUNTI, I MERCATI PREMIANO L'ITALIA (E

giovedì 13 dicembre 2018
"Continuiamo a sostenere con convinzione la nostra proposta. Piena fiducia nel lavoro di Conte. Siamo persone di buon senso e soprattutto teniamo fede a ciò che avevamo promesso ai cittadini,
Continua
 
MOSCOVICI ''TIENE FAMIGLIA'' E TRA POCHI MESI SARA' DISOCCUPATO: CHI PIU' DEL (DA  LUI) SALVATO MACRON POTRA' AIUTARLO?

MOSCOVICI ''TIENE FAMIGLIA'' E TRA POCHI MESI SARA' DISOCCUPATO: CHI PIU' DEL (DA LUI) SALVATO

mercoledì 12 dicembre 2018
BRUXELLES - Per tentare di soddisfare le rivendicazioni dei gilet gialli e provare a porre fine alla loro protesta,Macron è stato costretto, pena una vera "rivoluzione" di piazza in tutta la
Continua
REGIONE LOMBARDIA STANZIA 26 MILIONI DI EURO PER LE  PICCOLE E MEDIE IMPRESE. FONTANA: ATTENZIONE A PMI E' FONDAMENTALE

REGIONE LOMBARDIA STANZIA 26 MILIONI DI EURO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE. FONTANA: ATTENZIONE A

mercoledì 12 dicembre 2018
MILANO - Oltre 26 milioni di euro per rifinanziare importanti bandi a favore delle micro, piccole e medie imprese. La Giunta della Regione Lombardia, su proposta dell'assessore allo Sviluppo
Continua
 
LA COMMISSIONE UE DA' DEL BUGIARDO A MACRON: ''LE SUE SONO SOLO PAROLE, PER NOI VALE IL DOCUMENTO DI BILANCIO PRESENTATO''

LA COMMISSIONE UE DA' DEL BUGIARDO A MACRON: ''LE SUE SONO SOLO PAROLE, PER NOI VALE IL DOCUMENTO

martedì 11 dicembre 2018
BRUXELLES - Nella sostanza, la Commissione Ue ha dato del "parolaio" e implicitamente del bugiardo al presidente francese Macron.  "La situazione e' questa: in Francia per ora abbiamo un
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
OBAMA PEGGIO DI TAFAZZI: SI TIRA UNA MARTELLATA SUGLI ZEBEDEI DA 10 MILIARDI DI DOLLARI (DI GIACIMENTI DI PETROLIO)

OBAMA PEGGIO DI TAFAZZI: SI TIRA UNA MARTELLATA SUGLI ZEBEDEI DA 10 MILIARDI DI DOLLARI (DI
Continua

 
LA GERMANIA PONE UN DIKTAT ALLA FRANCIA: ''FIRMATE UN IMPEGNO VINCOLANTE (PER DEVASTARE WELFARE E SANITA') O SANZIONI UE''

LA GERMANIA PONE UN DIKTAT ALLA FRANCIA: ''FIRMATE UN IMPEGNO VINCOLANTE (PER DEVASTARE WELFARE E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!