59.900.117
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ANALISI FINANZIARIA DEL CREDITO AI PRIVATI / LE FAMIGLIE ITALIANE CHIEDONO IN PRESTITO - OGGI - MEDIAMENTE 5.000 EURO!

mercoledì 15 ottobre 2014

Nel mese di settembre il numero di richieste di prestiti da parte delle famiglie (nel suo aggregato di prestiti personali e prestiti finalizzati) ha fatto nuovamente registrare una contrazione, pari a -1,0% rispetto allo stesso mese del 2013 che, per altro, aveva fatto segnare un calo a doppia cifra (-10,9%). A livello di singolo mese di settembre, in termini assoluti e' il dato peggiore dal 2008 ad oggi.

E' quanto evidenzia il Barometro Crif. Con questa ultima rilevazione si consolida ulteriormente la dinamica negativa che da marzo 2013 caratterizza ininterrottamente la domanda di prestiti delle famiglie italiane. Inoltre, prendendo in esame la domanda a livello aggregato, relativamente ai primi nove mesi dell'anno si registra una flessione pari a -5,8% rispetto al corrispondente periodo 2013.

Per quanto riguarda l'importo medio dei prestiti richiesti: sempre nell'aggregato di prestiti personali piu' finalizzati, nel mese di settembre e' stato pari a 7.037 Euro, in diminuzione del -4,9% rispetto al corrispondente mese del 2013. Dall'inizio dell'anno e' l'unico caso in cui l'importo medio si contrae rispetto al passato.

Relativamente all'aggregato dei primi nove mesi dell'anno, invece, l'importo medio si e' assestato a 7.694 Euro, in crescita del +2,6% rispetto al corrispondente periodo 2013. A titolo di paragone, nel 2008, ovvero prima che la crisi economica si manifestasse, l'importo medio dei prestiti era stato ben superiore ai 9.000 Euro. Scendendo maggiormente nel dettaglio, l'importo medio dei prestiti finalizzati nei primi nove mesi dell'anno in corso e' stato pari a 4.816 Euro, in crescita del +9,8% rispetto al corrispondente periodo 2013. Per i prestiti personali, invece, la media nei primi nove mesi dell'anno in corso e' stata di 10.898 Euro, con una flessione del -2,7%.

La classe di importo con il peso preponderante e' risultata essere ancora una volta quella inferiore a 5.000 Euro, che da sola rappresenta il 51,6% del totale.

Nel caso dei prestiti finalizzati l'incidenza di questa classe sul totale raggiunge addirittura il 70,1%, mentre relativamente ai prestiti personali la quota scende al 31,0% del totale. Un'inversione di tendenza si registra, invece, relativamente alla durata dei finanziamenti richiesti, con la classe inferiore ai 12 mesi che nei primi nove mesi del 2014 e' risultata essere la preferita dagli italiani, con una quota pari al 22,4% del totale, in aumento di 2,3 punti percentuali rispetto al pari periodo 2013. Nel caso dei prestiti personali si conferma, invece, la predilezione per la classe di durata piu' elevata, oltre i cinque anni, con una quota pari al 37,9% del totale. 

"Di cattive notizie siamo tutti un po' stanchi per cui e' inevitabile che il credito retail risenta del calo di fiducia dei consumatori, determinato principalmente dall'incertezza che continua a caratterizzare lo scenario economico e, soprattutto, dal perdurare delle criticita' sul fronte dell'occupazione, con quella giovanile che ha raggiunto livelli drammatici - commenta Simone Capecchi, direttore Sales & Marketing di Crif -. Il peggioramento dei bilanci delle famiglie fa si' che i consumi restino depressi e gli acquisti dei prodotti considerati non strettamente indispensabili e di quelli piu' costosi, tipicamente sostenuti da un finanziamento, vengano rinviati in attesa di momenti piu' propizi. Aspettando la 'grande svolta', ad esempio sotto forma di una ripresa del mercato del lavoro, gli italiani mantengono un atteggiamento prudente anche per paura di non riuscire a ripagare regolarmente le rate dei finanziamenti contratti".


ANALISI FINANZIARIA DEL CREDITO AI PRIVATI / LE FAMIGLIE ITALIANE CHIEDONO IN PRESTITO - OGGI - MEDIAMENTE 5.000 EURO!


Cerca tra gli articoli che parlano di:

DEBITI   CREDITO   FAMIGLIE   IMPORTI   MODESTI   PER MANGIARE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi
Continua
 
LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono
Continua
TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario
Continua
 
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini
Continua
 
CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
''IL DADO E' TRATTO: REFERENDUM SULL'EURO IN ITALIA O - MEGLIO - LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE'' (AMBROSE EVANS PRITCHARD)

''IL DADO E' TRATTO: REFERENDUM SULL'EURO IN ITALIA O - MEGLIO - LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE''
Continua

 
FUGA DI CAPITALI DALLE BORSE DI TUTTA EUROPA, NON SOLO DA QUELLA ITALIANA: L'ATTACCO ALLA UE E' CONCENTRICO.

FUGA DI CAPITALI DALLE BORSE DI TUTTA EUROPA, NON SOLO DA QUELLA ITALIANA: L'ATTACCO ALLA UE E'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!