46.320.763
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

Confcommercio: alberghi, ristoranti, spese alimentari, carburanti, bevande, abbigliamento: è un tracollo pazzesco.

martedì 7 maggio 2013

Roma - Continuano a precipitare i consumi in in Italia, tornati a marzo ai livelli del 2000. A segnalarlo e' l'indicatore dei Consumi Confcommercio (Icc) che registra una diminuzione del 3,4% in termini tendenziali e una dello 0,1% rispetto a febbraio. Nel primo trimestre, l'Icc indica una flessione del 4,2% rispetto allo stesso livello del 2012. La dinamica tendenziale dell'indicatore a marzo riflette una diminuzione del 2,2% della domanda relativa ai servizi e del 3,9% della spesa per i beni. 

Il dato piu' negativo e' ancora quello dei beni e servizi per la mobilita' la cui domanda registra una riduzione dell'8,5%. Il dato, osserva Confcommercio, segnala il permanere di una situazione fortemente critica che interessa tutti i segmenti che compongono il comparto e che non sembra essere ancora giunta ad un punto di svolta.

Riduzioni dei consumi particolarmente significative hanno interessato anche i beni e servizi ricreativi (-5,6%), gli alimentari, le bevande ed i tabacchi (-3,0%), gli alberghi ed i pasti e le consumazioni fuori casa (-2,8%) ed i beni e servizi per la casa (-2,7%).

I dati destagionalizzati mostrano a marzo una riduzione dello 0,1% rispetto a febbraio, confermando un'attenuazione della caduta della spesa reale. Va segnalato pero' anche come i consumi abbiano raggiunto il livello piu' basso da quando viene calcolato l'indicatore.

Nel mese di marzo, a fronte di una diminuzione della domanda per servizi (-0,7%) i beni hanno mostrato un modesto aumento (+0,2%). A livello di singole macro-funzioni di spesa, i dati indicano dinamiche abbastanza articolate.

Il dato piu' negativo si registra per gli alberghi e i pasti e consumazioni fuori casa (-1,4%). L'aumento dell'1,6% rilevato per i beni e servizi per la mobilita' rappresenta un modestissimo tentativo di recupero rispetto alle riduzioni rilevate nei mesi precedenti.

Red. Milano


Confcommercio: alberghi, ristoranti, spese alimentari, carburanti, bevande, abbigliamento: è un tracollo pazzesco.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
AMANDA ACCUSA GLI INQUIRENTI: NIENTE PROVE, NIENTE DI NIENTE, PERCHE' UN ALTRO PROCESSO?  MA PERCHE' E' L'ITALIA...

AMANDA ACCUSA GLI INQUIRENTI: NIENTE PROVE, NIENTE DI NIENTE, PERCHE' UN ALTRO PROCESSO? MA
Continua

 
VELENI A TAVOLA / ELENCO PRODOTTI ALIMENTARI ''FARCITI'' DI METALLI PESANTI ALTAMENTE CANCEROGENI.

VELENI A TAVOLA / ELENCO PRODOTTI ALIMENTARI ''FARCITI'' DI METALLI PESANTI ALTAMENTE CANCEROGENI.


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!