45.076.856
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA CRISI DELLA ZONA EURO SBRANA ECONOMIA, FINANZA, PRESENTE E FUTURO, E ANCHE LA FINLANDIA PERDE AL TRIPLA ''A''

venerdì 10 ottobre 2014

Le borse europee vanno a picco, Parigi, Berlino e Londra ai minimi di un anno, con gli investitori sempre piu' preoccupati dai crescenti segnali di una ripresa globale che vacilla, con l'Europa fulcro delle preoccupazioni. E alle tensioni europee si aggiunge la Finlandia, bocciata da Standard & Poor's che taglia il rating ad 'AA+' privando Helsinki della tripla A.

Le parole di Mario Draghi, che oggi ha ribadito che "se dovesse essere necessario" la Bce e' pronta "a usare ulteriori strumenti non convenzionali", stanno cominciando a provocare scetticismo dopo la presa di posizione della Germania, con la Bundesbank di Jens Weidmann e lo stesso ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble apertamente contrari agli acquisti di 'Abs' varati a giugno e che dovrebbero partire entro questo trimestre.

Un confronto all'interno della Bce che vede altri Paesi schierati contro l'interventismo dell'Eurotower - fra questi l'Olanda - e che secondo molti osservatori ha come vero nodo centrale la formazione, o meno, del necessario consenso perche' Francoforte - alle prese con aspettative d'inflazione a cinque anni sui minimi record - si lancia in un vero e proprio 'quantitative easing': l'acquisto massiccio di titoli per espandere il proprio bilancio, che coinvolgerebbe inevitabilmente i titoli di Stato. Fra le voci di un'imminente revisione al ribasso delle stime di Berlino sul Pil tedesco, la produzione industriale tedesca ha segnato una caduta mensile del 4%, con gli ordini industriali a -5,7%.

Dopo il calo dell'export tedesco pubblicato ieri, il peggiore dal gennaio 2009, e nonostante i segnali positivi dall'Italia (produzione industriale +0,3% ad agosto), per i mercati ce ne e' abbastanza per mettersi sulla difensiva. Anche il Fondo monetario internazionale avverte di una probabilita' del 40% di un ritorno dell'Eurozona in recessione e ha tagliato al 3,8% le sue previsioni sulla stima di crescita globale nel 2015, in un clima di peggioramento che coinvolge le economie emergenti. Se a tutto cio' si aggiunge il rischio-Ebola con alcuni casi riportati in Europa, e la guerra delle sanzioni innescata fra la Russia e un occidente che ha in Europa (in primis la Germania) l'area economica piu' esposta verso Mosca, e' il segnale di fuga dal rischio per le borse.

Il Dax della Borsa di Francoforte segna il peggior calo fra le borse europee con un 2,4% ai minimi di un anno, dopo aver perso quasi il 10% da inizio 2014. Per Milano e' -0,94%. In Francia, dove la produzione industriale e' risultata stagnante ad agosto, il Cac-40 cede l'1,6% mentre anche il Ftse-100 chiude in perdita ai minimi di un anno. Tensione crescente anche sui titoli di Stato dove la fuga dal rischio provoca un afflusso verso il porto sicuro dei titoli tedeschi: lo spread Btp-bund chiude in rialzo a 144 punti base, e se l'asta di Bot a 12 mesi si conclude con un tutto esaurito, il rendimento sale allo 0,3%. In calo anche l'euro, che cede quasi meta' centesimo sul dollaro poco sopra quota 1,26, mentre i timori per la domanda globale e l'aumento della produzione dell'Opec a settembre affondano il petrolio: il Wti scambiato a New York arriva a cedere il 2,5% a 83,59 dollari, chiudendo la peggior settimana del 2014. 


LA CRISI DELLA ZONA EURO SBRANA ECONOMIA, FINANZA, PRESENTE E FUTURO, E ANCHE LA FINLANDIA PERDE AL TRIPLA ''A''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

CRISI   EURO   UE   FINLANDIA   TRIPLA A   PRESA   RECESSIONE   FINE DELL'EURO   UE   BCE   COMMISSIONE EUROPEA   BRUXELLES    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA' L'ACQUISTO DI BTP E BOT''

L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA'

venerdì 24 marzo 2017
LONDRA - "L'Unione Europea - osserva il settimanale britannico "The Economist" nella rubrica Charlemagne, dedicata agli affari europei - puo' anche essere una costruzione franco-tedesca, ma quando il
Continua
 
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
 
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
 
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'ISIS MINACCIA LA RUSSIA: ''CON L'AIUTO DI ALLAH CONQUISTEREMO IL CAUCASO''. (CREMLINO: LI STERMINEREMO CON OGNI MEZZO)

L'ISIS MINACCIA LA RUSSIA: ''CON L'AIUTO DI ALLAH CONQUISTEREMO IL CAUCASO''. (CREMLINO: LI
Continua

 
DA IERI SALVINI IN RUSSIA CON UNA DELEGAZIONE DI IMPRENDITORI, OGGI IN CRIMEA: PRIMO PARTITO EUROPEO AD ANDARCI

DA IERI SALVINI IN RUSSIA CON UNA DELEGAZIONE DI IMPRENDITORI, OGGI IN CRIMEA: PRIMO PARTITO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!