72.827.698
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL GOVERNO FRANCESE APPESO A UN FILO E LA UE SPACCATA IN DUE, TRA CHI DICE BASTA AL RIGORE E CHI LO VORREBBE PER SEMPRE.

mercoledì 8 ottobre 2014

PARIGI - Se ci sara', sara' assai duro il braccio di ferro tra la Commissione europea e la Francia sul mancato rispetto dei parametri di Maastricht da parte di quest'ultima: proprio come quello in corso sulla politica economica tra il governo francese e una parte della stessa maggioranza che dovrebbe sostenerlo in Parlamento.

Secondo le voci che corrono a Bruxelles e riferite dal quotidiano "Le Figaro", la Commissione europea potrebbe chiedere alla Francia di trovare altri 8 miliardi di euro, o attraverso ulteriori tagli alla spesa pubblica con nuove tasse.

Ma il governo francese non sembra avere alcuna intenzione di rivedere i conti dello Stato e della Sicurezza sociale per il 2015 e non si fa pregare di dirlo ad alta voce: "Non c'e' che una Finanziaria ed e' quella che e' stata presentata in Parlamento" scandisce un ministro; e "non c'e' che un Parlamento" che ne possa discutere, rivendica il primo ministro Manuel Valls, "ed e' il Parlamento francese".

Valls ed il presidente Francois Hollande d'altronde sono tra il martello degli effetti devastanti che potrebbero avere eventuali sanzioni di Bruxelles sugli elettori francesi gia' tentati dal Front national (Fn) di Marine Le Pen e l'incudine della fronda interna alla stessa maggioranza governativa che, per questo e per motivi identitari, si oppone ad ulteriori concessioni alle politiche di rigore dell'Unione Europea:

"Bisogna dire basta", afferma Pascal Cherki, deputato del Partito socialista (Ps) di Parigi ed esponente dell'ala sinistra del partito; "Bisogna che Hollande sbatta i pugni sul tavolo". E tuttavia, scrive "Le Figaro", e' inconcepibile che il governo francese non rifletta su un "piano B" da proporre eventualmente alla Commissione europea. Ufficialmente, dunque, il governo francese resta sulle sue posizioni e non prevede alcun cambiamento alla Finanziaria 2015.

Ma la realta' e' ben diversa: il lavoro condotto sin dall'inizio dell'anno dai tecnici del ministero del Bilancio guidato da Christian Eckert ha permesso di identificare tutta una serie di misure possibili delle quali solo una piccola parte e' stata accolta nel progetto di legge sui conti pubblici per il 2015.

"Trovare da 3 a miliardi di euro di risparmi su un totale di 1.200 miliardi di spesa pubblica all'anno tecnicamente non e' affatto difficile" spiega al quotidiano "Le Figaro" un funzionario ministeriale: "E' il nostro compito individuare tutte le possibilita' da proporre al governo".

I tagli possibili, conosciuti e regolarmente evocati sia dalla Corte dei conti francese che dalla Commissione europea, vanno da un freno alla dinamica della spesa delle amministrazioni locali ad una riforma delle pensioni "piu' ambiziosa"; e da una focalizzazione del sostegno alle famiglie su quelle realmente piu' bisognose ad un intervento sugli stipendi dei dipendenti pubblici, i cui aumenti sono determinati da meccanismi troppo automatici.

Intanto oggi il progetto di legge per il finanziamento della Sicurezza sociale (Plfss) sara' discusso in Consiglio dei ministri; vivamente criticato per i tagli alle prestazioni alle famiglie, l'intenzione e' di ridurre di almeno 2 miliardi di euro il deficit previsto per il 2015. Difficilissimo, però, che riesca a passare poi in Aula. 

Di fatto, la Francia è in rotta di collisione con la Commissione europea, e il governo francese a sua volta è appeso a un filo molto sottile, con una vasta area del Partito Socialista che ha già annunciato di votare contro Valls se solo si azzarda a fare tagli o aumentare le tasse.

Redazione Milano.


IL GOVERNO FRANCESE APPESO A UN FILO E LA UE SPACCATA IN DUE, TRA CHI DICE BASTA AL RIGORE E CHI LO VORREBBE PER SEMPRE.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

GOVERNO VALLS   FRANCIA   EUROPA   UE   TAGLI   SANZIONI   COMMISSIONE EUROPEA   DISASTRO EURO   ITALIA   RENZI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
GIORGIA MELONI IN PARLAMENTO: ''PERCHE' DOBBIAMO USARE I SOLDI ITALIANI PER SALVARE LE BANCHE TEDESCHE? CONTE, RISPONDA!''

GIORGIA MELONI IN PARLAMENTO: ''PERCHE' DOBBIAMO USARE I SOLDI ITALIANI PER SALVARE LE BANCHE

mercoledì 11 dicembre 2019
"Si sta creando un cappio per indurre una crisi? Per l'incapacità dei nostri di difendere gli interessi nazionali". Lo chiede Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia intervenendo in Aula
Continua
 
LE IENE SBUGIARDANO CONTE E MOSTRANO CARTE INOPPUGNABILI, ADESSO PER L'AVVOCATO ''DEL POPOLO'' SONO VERI GUAI

LE IENE SBUGIARDANO CONTE E MOSTRANO CARTE INOPPUGNABILI, ADESSO PER L'AVVOCATO ''DEL POPOLO'' SONO

martedì 10 dicembre 2019
Il sito web de 'Le IENE', con Antonino Monteleone e Marco Occhipinti, torna sul caso del concorso universitario del 2002 che ha fatto diventare Giuseppe Conte professore ordinario di diritto privato
Continua
ALLARME ROSSO DEL QUOTIDIANO HANDELSBLATT: ''BANCHE DELLA GERMANIA IN CATTIVE CONDIZIONI, CONSOLIDAMENTO INEVITABILE''

ALLARME ROSSO DEL QUOTIDIANO HANDELSBLATT: ''BANCHE DELLA GERMANIA IN CATTIVE CONDIZIONI,

martedì 10 dicembre 2019
BERLINO - Nubi di tempesta finanziaria si stanno addensando sulle banche tedesche. Per le banche della Germania, il consolidamento - ovvero una forte ricapitalizzazione - e' "inevitabile" perche' si
Continua
 
SONDAGGIO DELLA UE SUL ''GRADIMENTO'' DELL'EURO: IN ITALIA E' AL MINIMO, IL 45% NON LO VUOLE PIU' (IN LITUANIA IL 51%)

SONDAGGIO DELLA UE SUL ''GRADIMENTO'' DELL'EURO: IN ITALIA E' AL MINIMO, IL 45% NON LO VUOLE PIU'

lunedì 9 dicembre 2019
LONDRA - Ogni anno l'Unione Europea fa un sondaggio per vedere quanto e' popolare la moneta unica e quest'anno il risultato e' piuttosto sorprendente. A prima vista le 17mila e 500 persone
Continua
EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO MALE COCA COLA FA BENE

EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO

giovedì 5 dicembre 2019
La Coca-Cola avrebbe effetti devastanti sul nostro organismo, a dirlo è l’ex farmacista inglese Niraj Naik sul suo blog. “Dopo aver visto così tante persone che soffrono di
Continua
 
ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL SUPERSTATO UE ''NON SERVE''

ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL

lunedì 2 dicembre 2019
LONDRA - "La decisione della Gran Bretagna di rimanere fuori dall'euro e' la miglior decisione che il governo britannico potesse prendere". Effettivamente sono un folle potrebbe pensarla
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
''RENZI NON HA 1.000 GIORNI A DISPOSIZIONE (PER EVITARE LA BANCAROTTA DEL PAESE)'' LO SCRIVONO GLI ANALISTI DI HSBC

''RENZI NON HA 1.000 GIORNI A DISPOSIZIONE (PER EVITARE LA BANCAROTTA DEL PAESE)'' LO SCRIVONO GLI
Continua

 
LA RUSSIA ''SBARCA'' IN ASIA: ACCORDO COMMERCIALE STRATEGICO CON IL VIETNAM DA 15 MILIARDI DI DOLLARI (CIAO, UE)

LA RUSSIA ''SBARCA'' IN ASIA: ACCORDO COMMERCIALE STRATEGICO CON IL VIETNAM DA 15 MILIARDI DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

MATTEO SALVINI: GO BORIS GO!

12 dicembre - ''Go Boris Go! Sinistra sconfitta anche in Gran Bretagna!''. Il leader
Continua

TRIONFO DI BORIS JOHNSON A CAPO DEI TORY ALLE ELEZIONI: 368 A 191

12 dicembre - Londra - Schiacciante vittoria dei conservatori schierati per la Brexit
Continua

SONDAGGIO: LEGA 1° PARTITO 32% CENTRODESTRA 50,1% PD 19,3% M5S

12 dicembre - ROMA - Secondo un sondaggio EMG Acqua presentato oggi ad Agora', il
Continua

IL GOVERNO CONTE PROVOCA 1.000 LICENZIAMENTI IN TIRRENIA CON STOP A

12 dicembre - Per Tirrenia-Cin c'e' ''la prospettiva di 1.000 licenziamenti tra il
Continua

SALVINI: M5S MAI COL PD POI VIVA IL PD NO AL MES POI VIVA IL MES.

12 dicembre - ''Se qualcuno ha tradito un ideale per salvare la poltrona, questi sono
Continua

PRODUZIONE INDUSTRIALE PRECIPITA IN TUTTA L'EUROZONA: -2,2% NEL

12 dicembre - Nuovo peggioramento della produzione industriale nell'area euro. A
Continua

SENATORE M5S PASSA ALLA LEGA

12 dicembre - ''Oggi, forte di una reciproca stima costruita nei mesi appena
Continua

M5S NEL CAOS, 4 SENATORI VOTANO CONTRO IL GOVERNO, 14 DEPUTATI

12 dicembre - ''Io spero vivamente di no''. Questa la risposta di Danilo Toninelli,
Continua

SALVINI INDAGATO PER I VOLI DI STATO CHE NON HANNO PROVOCATO DANNO

12 dicembre - L'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini e' indagato dalla procura di
Continua

HAI LA PARTITA IVA E HAI ADERITO ALLA FLAT TAX? ALLORA TI FACCIO

12 dicembre - ''Il fisco ha messo nel mirino le partite Iva che hanno usufruito della
Continua

MATTEO SALVINI: ADESSO IL GOVERNO TASSA ANCHE IL TETRAPAK (A BREVE

12 dicembre - ''Contrordine compagni! Adesso il governo tassa pure il Tetrapak, questi
Continua

14 DEPUTATI M5S DISERTANO LA VOTAZIONE ALLA CAMERA SUL MES (SONO

11 dicembre - Quattordici deputati M5S non hanno partecipato al voto alla camera sul
Continua

IL COMITATO VITTIME SALVA BANCHE ORGANIZZA UN FLASH MOB CONTRO IL

11 dicembre - ROMA - Flash mob dell'associazione 'Vittime del salva banche' davanti
Continua

BORGHI: ''CONTE TRADITORE, NON DOVEVA FIRMARE IL TRATTATO MES''.

11 dicembre - ROMA - AULA DEL PARLAMENTO - ''Il mandato che Conte aveva ricevuto da
Continua

DI MAIO: MES SOLO SE ASSIEME A UNIONE BANCARIA E GARANZIA UE SU

11 dicembre - ''Non possiamo mettere i soldi in banca degli italiani, per usare una
Continua

FORZA ITALIA: AL GOVERNO PD-M5S PIACCIONO LE SERRANDE ABBASSATE.

10 dicembre - Il deputato e capogruppo di Forza Italia in commissione Bilancio Andrea
Continua

CALDEROLI: ''GOVERNO CANCELLA CEDOLARE SECCA PER NEGOZI. MIGLIAIA

10 dicembre - ''Questo Governo fa davvero più danni della grandine. L'assurda
Continua

SALVINI: SULL'ILVA IL GOVERNO E' RIUSCITO A PEGGIORARE LA

10 dicembre - ''Sull'Ilva il governo e' riuscito a peggiorare una situazione gia'
Continua

SONDAGGI IN GRAN BRETAGNA CONCORDANO: TORY IN AMPIO VANTAGGIO,

9 dicembre - LONDRA - Tutti i principali quotidiani pubblicano sondaggi sul voto di
Continua

GENTILONI: ''PER IL 2020 NON E' PREVEDIBILE CHE IL PIL

9 dicembre - In Eurozona ''non ci sono al momento attendibili previsioni sulla
Continua
Precedenti »