53.133.130
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SETTE STATI UE VIOLANO IL LIMITE ''SACRO ALLA GERMANIA'' DEL 3% E NESSUNA DI QUESTE NAZIONI VUOLE RIENTRARCI (LEGGERE)

giovedì 2 ottobre 2014

Il limite del 3% tra debito pubblico e prodotto interno lordo è un "dogma" per le oligarchie di Bruxelles, eterodirette dalla Germania. Tuttavia, quanti sanno come stanno esattamente le cose nell'Unione Europea? 

Ecco come stanno: di seguito, l'elenco degli Stati che se ne fregano del 3%, alla faccia della signora Merkel e dei rigoristi da strapazzo di Bruxelles.

IRLANDA: È ancora aperta la procedura per deficit eccessivo, quest'anno dovrebbe chiudere con un 4,8% rispetto al Pil per poi scendere al 4,2% nel 2015. Ma l'anno scorso il deficit era ancora al 7,2 per cento.

SPAGNA - Nel 2012, l'Europa ha di fatto commissariato il governo spagnolo concedendo in cambio due anni in più, fino al 2016, per il risanamento del bilancio. Nonostante i tagli alla spesa e le manovre del governo conservatore il deficit spagnolo resta ancora al 5,6% del Pil. E la disoccupazione in Spagna è da spavento: quasi 4,5 milioni senza lavoro.

PORTOGALLO - Il governo conservatore di Pedro Passos Coelho, con pesanti misure di austerity ha dimezzato il deficit pubblico dal 9,8% al 4,9%, ma è impensabile che scenda ancora, anche perchè la popolazione si è ribellata, i partiti di governo hanno perso le elezioni amministrative e perfino la magistratura e la corte costituzionale hanno vietato nuove leggi recessive.

FRANCIA - Il governo francese rifiuta di adottare nuove misure di austerità e prevede, nella legge di bilancio per il 2015, un deficit che quest'anno si attesterà al 4,4% del Pil, l'anno prossimo si restringerà al 4,3%, nel 2016 scenderà al 3,8% e solo nel 2017 andrà al 2,8%, cioè sotto il tetto del 3 per cento, sempre ammesso che queste previsioni abbiano una qualche credibilità, fatto contestato in sede europea.. In precedenza Parigi si era impegnata a scendere sotto il 3% fin da quest'anno. 

SLOVENIA - La massiccia e urgente ricapitalizzazione delle maggiori banche slovene alla fine dell'anno scorso ha influito pesantemente sui conti pubblici: il deficit nel 2013 è schizzato al 14,7% del Pil. Senza gli interventi straordinari per il salvataggio delle banche il disavanzo sarebbe stato del 4,4% del Pil. La Slovenia è andata al voto e il nuovo esecutivo ha già detto con chiarezza che il limite dle 3% è irraggiungibile.

CROAZIA - A pochi mesi dall'ingresso nell'Unione, nel giugno del 2013, per la Croazia è scattata la procedura per deficit eccessivo. L'economia del Paese balcanico si è contratta per cinque anni consecutivi, il tasso di disoccupazione vicino al 20% sta creando gravi tensioni sociali, il reddito pro capite è pari alla metà della media comunitaria, il quadro politico resta fragile. Il rapporto deficit-Pil croato oggi è al 5% ed è del tutto errato pensare possa calare nei prossimi tre anni. 

POLONIA - Anche quest'anno la Polonia il deficit al 4,3% del Pil, e sebbene la crescita dell'economia polacca sia "entusiasmante" grazie all'assenza di euro e alla facilità quindi ad esportare nella Ue e nei Paesi extra Ue, il limite del 3% sarà sforato anche nel 2015.

Come si vede, ben più di un solo Paese della Ue sfora il limite del 3%. Il dogma non vale per tutti, signor Renzi. E praticamente nessuno degli Stati Ue che superano questo limite ha intenzione o ha la possibilità di rientrarvi nel 2015. Per alcuni, addirittura mai.

L'impianto "rigorista" della politica economica europea voluto e imposto dalla Germania alla Ue, alla prova dei fatti non funzione e neppure potrà funzionare in futuro per una buona parte di Paesi del Sud ma anche del Nord del Vecchio Continente.

Il modello economico imposto a viva forza a tutti gli Sati dell'Unione è sbagliato. L'unica soluzione è cambiarlo, sciogliendo la stessa Ue, affinchè ogni Stato sia libero di regolare la propria economia. 

Ovviamente, sciogliere la Ue equivale a cancellare l'euro. Questa è l'unica vera possibiltà di evitare una catastrofe sia economica che sociale in Europa.

max parisi

Nota.

Le notizie pubblicate in questo articolo hanno come fonte IlSole24Ore - Luca Veronese - che ringraziamo. 

 

 

 


SETTE STATI UE VIOLANO IL LIMITE ''SACRO ALLA GERMANIA'' DEL 3% E NESSUNA DI QUESTE NAZIONI VUOLE RIENTRARCI (LEGGERE)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
REFERENDUM: OGGI SI VOTA IN LOMBARDIA E VENETO. ANDATE A VOTARE, E VOTATE SI'!

REFERENDUM: OGGI SI VOTA IN LOMBARDIA E VENETO. ANDATE A VOTARE, E VOTATE SI'!

domenica 22 ottobre 2017
"Questa campagna apre prospettive esaltanti, ne sono certo, ma un risultato l'ha gia' ottenuto: far sapere a tutti che la Lombardia e' davvero una regione speciale". Roberto Maroni ha affidato il suo
Continua
 
TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE ARRIVA DALLA LIBIA

TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE

mercoledì 18 ottobre 2017
Sono state arrestate  nove persone nell'ambito dell'operazione coordinata dalla Procura di Catania e condotta dalla Guardia di finanza che ha stroncato un vasto traffico di gasolio dalla Libia
Continua
SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE SIA UN DISASTRO

SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE

mercoledì 18 ottobre 2017
BRUXELLES  - Cresce stentatamente la fiducia dei cittadini europei nell'Ue, ma l'Italia e' diventata lo Stato membro dove il minor numero di persone ritiene che l'appartenenza al progetto
Continua
 
RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE STELLE DI NEUTRONI

RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE

lunedì 16 ottobre 2017
Una nuova scoperta scuote la comunità scientifica internazionale. A due settimane dall'annuncio della vittoria del premio Nobel per la Fisica, gli scienziati dell'osservatorio Ligo (Laser
Continua
LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON SERVE E' SOLO BUROCRAZIA

LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON

lunedì 16 ottobre 2017
LONDRA - L'Unione Europea ha sempre usato le crisi come scusa per estendere i suoi poteri e quindi non deve sorprendere se la guerra al terrorismo viene usata dai parassiti di Bruxelles come scusa
Continua
 
PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA 57%, RESTO DELLA UE 66%

PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA

domenica 15 ottobre 2017
Al di là della retorica del governo Pd in Italia, i veri dati su occupazione ed economia sono impietosi, specialmente quando vengono messi a confronto con quelli del resto d'Europa. L'Italia
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ALTERNATIVA PER LA GERMANIA E LA CDU DELLA MERKEL ATTACCANO DRAGHI: NIENTE TITOLI SPAZZATURA NELLA BCE, O LO CACCIAMO

ALTERNATIVA PER LA GERMANIA E LA CDU DELLA MERKEL ATTACCANO DRAGHI: NIENTE TITOLI SPAZZATURA NELLA
Continua

 
PREZZO DELLE CASE IN ITALIA SPROFONDA A -11,2% DAI VALORI DEL 2010 (DEFLAZIONE DA EURO-DISASTRO ACCENTUERA' IL CROLLO)

PREZZO DELLE CASE IN ITALIA SPROFONDA A -11,2% DAI VALORI DEL 2010 (DEFLAZIONE DA EURO-DISASTRO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IL PRESIDENTE TRUMP STA PER DIRAMARE L'ALLERTA AI BOMBARDIERI

23 ottobre - WASHINGTON - L'aviazione militare americana sta per diramare un allerta
Continua

LA PROCURA DI GENOVA PERDE CONTRO LA LEGA AL TRIBUNALE DEL RIESAME

18 ottobre - GENOVA - Il Tribunale del Riesame ha dato ragione agli avvocati della
Continua

OMICIDIO GIORNALISTA D'INCHIESTA CARUANA GALIZIA: USATO IL SEMTEX

18 ottobre - MALTA - Per far esplodere l'auto della giornalista di inchiesta maltese
Continua

UN GRANDE FONDO D'INVESTIMENTO USA PUNTA 1,4 MILIARDI DI DOLLARI

18 ottobre - NEW YORK - Bridgewater Associates, il fondo d'investimenti di Ray Dalio,
Continua

IL PRESIDENTE CINESE XI JINPING LANCIA DURO MONITO A TAIWAN:

18 ottobre - PECHINO - Il presidente cinese Xi Jinping ha lanciato un duro monito a
Continua

M5S LOMBARDIA AUGURA VITTORIA DEL SI' AL REFERENDUM AUTONOMIA

18 ottobre - MILANO - 'Domenica mi aspetto la vittoria del Si', ma per noi e' gia'
Continua

LA BCE PRONTA A RIDURRE DRASTICAMENTE IL QE (PREPARATEVI

18 ottobre - La Bce punta a ridurre l'entita' del suo piano di acquisti, portandolo a
Continua

MELONI: KURZ HA VINTO GRAZIE ALLA POLITICA SUI MIGRANTI DEL GOVERNO

17 ottobre - Il voto austriaco, con la vittoria del centrodestra guidato da Sebastian
Continua

GIOVANE TURISTA AMERICANA VIOLENTATA IN PIENO CENTRO A FIRENZE DA

17 ottobre - FIRENZE - Ennesimo episodio di violenza sessuale a Firenze. Una turista
Continua

SALVINI: NIENTE CLANDESTINI AFRICANI NEGLI ALBERGHI DELLA SICILIA!

17 ottobre - CATANIA - ''Bloccare l'immigrazione e fare politiche serie per il
Continua
Precedenti »