44.176.230
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ELEZIONI DEL SENATO FRANCESE: LA DESTRA OTTIENE LA MAGGIORANZA, PER LA PRIMA VOLTA VINCONO CANDIDATI DEL FRONT NATIONAL!

lunedì 29 settembre 2014

PARIGI - Non c'e' due senza tre, e la gauche di Francois Hollande incassa la terza sconfitta elettorale di fila quest'anno, dopo le amministrative e le europee.

Il Senato, come era ampiamente previsto per questa elezione indiretta, passa a destra, dove l'Ump torna a conquistare la maggioranza persa nel 2011.

Ma la vera notizia è un'altra: fanno il loro ingresso - "storico" sottolinea Marine Le Pen - i due primi senatori del Front National della Quinta repubblica.

A conteggi non ancora conclusi, la destra e' pero' gia' vicina a una maggioranza fra i 15 e i 20 seggi, un risultato largamente prevedibile dopo la pesante sconfitta della sinistra alle amministrative di marzo, dal momento che i "grandi elettori" che votano in Francia per la Camera alta sono gli eletti locali.

Questi consiglieri municipali (87.000 circa) rinnovano ogni 3 anni meta' dei senatori (179 su 348). Il Front National, anch'esso vittorioso a marzo con i suoi primi due deputati in Assemblea nazionale, ha concesso il bis nei due territori dove e' piu' forte: la regione di Marsiglia, che ha eletto Stephane Ravier, e quella del Var (sud), che ha scelto David Rachline, 26 anni, che diventa il piu' senatore piu' giovane.

Dopo questa nuova affermazione, ha commentato Ravier, "resta soltanto una porta da aprire, quella dell'Eliseo".

"E' una grande vittoria per il Front National - ha esultato Marine Le Pen, che resta personalmente fuori dal Parlamento avendo mancato l'elezione nel 2012 - una vittoria assolutamente storica, e' la prima volta che entriamo in Senato e lo facciamo alla grande, con due senatori. Questo dimostra una tendenza che si accelera elezione dopo elezione".

"Non ci sono piu' assemblee in Francia a cui non abbiamo accesso - ha concluso con toni trionfalistici la presidente e figlia del fondatore del Front National, Jean-Marie Le Pen - non resta piu' una sola assemblea in cui non ci sia un patriota".

La destra Ump, che stando al segretario socialista Jean-Christophe Cambadelis ha vinto ma "senza dilagare", ha incassato il dovuto: "Un'altra sconfitta per il governo", ha commentato Alain Juppe', candidato alle primarie nella destra Ump.

Per la gauche, sconfitta annunciata ma piena di simboli: Francois Hollande, al minimo della popolarita' (13%) e sommerso dai problemi, e' stato clamorosamente sconfitto "in casa", la "sua" Correze, dove un seggio l'ha strappato Daniel Chasseing (Ump) con il 51,73% dei voti e il secondo potrebbe passare anch'esso a destra.

Ha perso anche un'ex ministra di sinistra come Anne-Marie Escoffier, alla quale si deve la riforma del riassetto territoriale, ed ha perso soprattutto Jean-Pierre Michel, relatore in Senato di una legge che ha caratterizzato il primo anno della presidenza Hollande, quella sulle nozze gay, dopo essere stato l'artefice, nel 1999, della normativa sui Pacs, il Patto civile di solidarieta'.

A destra vince tranquillamente l'ex primo ministro di Jacques Chirac, Jean-Pierre Raffarin, sfiorando il 66% delle preferenze nella Vienne: sara' lui, con ogni probabilita', il nuovo presidente del Senato.

Ormai al i là di ogni ragionevole dubbio, la Fancia ha sterzato completamente a destra. E le prossime elezioni presidenziali potrebbero anche avvenire prima di quanto oggi si possa immaginare.

max parisi


ELEZIONI DEL SENATO FRANCESE: LA DESTRA OTTIENE LA MAGGIORANZA, PER LA PRIMA VOLTA VINCONO CANDIDATI DEL FRONT NATIONAL!




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PER ABBANDONARE L'EURO BASTA UN DECRETO LEGGE E IL 96% DEI TITOLI DI STATO NON VA RIMBORSATO IN EURO (QUESTO TEME LA UE)

PER ABBANDONARE L'EURO BASTA UN DECRETO LEGGE E IL 96% DEI TITOLI DI STATO NON VA RIMBORSATO IN

mercoledì 22 febbraio 2017
Mentre si avvicinano le elezioni olandesi dove è molto probabile che il partito anti euro e anti Ue di Wilders, alleato di Salvini e della Le Pen, ottenga un risultato incoraggiante e quelle
Continua
 
COMMISSIONE EUROPEA: L'ITALIA E' UNA MINACCIA PER LA STABILITA' DELLA ZONA EURO (E ANNUNCIA LA TROIKA IN ITALIA)

COMMISSIONE EUROPEA: L'ITALIA E' UNA MINACCIA PER LA STABILITA' DELLA ZONA EURO (E ANNUNCIA LA

mercoledì 22 febbraio 2017
BRUXELLES - La Commissione europea oggi ha deciso nuovamente di avviare un monitoraggio approfondito nei confronti dell'Italia per i suoi squilibri macroeconomici eccessivi che potrebbero avere - a
Continua
NUBE RADIOATTIVA CARICA DI IODIO 131 SI AGGIRA PER I CIELI D'EUROPA DA SETTIMANE, MA LA NOTIZIA E' STATA CENSURATA

NUBE RADIOATTIVA CARICA DI IODIO 131 SI AGGIRA PER I CIELI D'EUROPA DA SETTIMANE, MA LA NOTIZIA E'

mercoledì 22 febbraio 2017
Un misterioso aumento della radioattività è stato segnalato da gennaio in vaste aree dell'Europa senza motivo apparente. "Piccole quantità" di Iodio 131, materiale radioattivo di
Continua
 
CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'': PRESIDIARE I CONFINI FUNZIONA

CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'':

martedì 21 febbraio 2017
LONDRA - La chiusura della rotta balcanica ha scatenato accese polemiche tra i sostenitori dell'accoglienza a tutti i costi, ma tale blocco ha avuto risultati positivi in Svizzera visto che ha
Continua
MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO, ITALIA RISCHIO PRINCIPALE)

MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO,

martedì 21 febbraio 2017
BERLINO - "L'Italia e' il 'rischio principale' della stabilita' dell'euro". Lo scrive il senior economist di Deutsche Bank Marco Stringa in un report, secondo quanto riporta l'agenzia internazionale
Continua
 
MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA DEI TASSISTI

MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA

lunedì 20 febbraio 2017
Qualcuno nel Pd non ci sta a sentirsi responsabile del pasticcio combinato dal governo sulla questione Uber: "In questi giorni la città è bloccata dai tassisti, ma non hanno torto loro:
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
RIVOLTA POPOLARE A HONG KONG CONTRO LA DITTATURA: PERMESSO VOTARE SOLO CANDIDATI DEL PARTITO COMUNISTA CINESE(SANZIONI!)

RIVOLTA POPOLARE A HONG KONG CONTRO LA DITTATURA: PERMESSO VOTARE SOLO CANDIDATI DEL PARTITO
Continua

 
COME NEGLI BUI DEL FRANCHISMO, IL GOVERNO RAJOY VIETA IL REFERENDUM PER L'INDIPENDENZA CATALANA! (RIVOLTA IN ARRIVO)

COME NEGLI BUI DEL FRANCHISMO, IL GOVERNO RAJOY VIETA IL REFERENDUM PER L'INDIPENDENZA CATALANA!
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!