50.813.053
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA STAMPA BRITANNICA SALUTA LA VITTORIA DEL NO, MA IL REGNO UNITO ORA CAMBIERA' PROFONDAMENTE (GIUDIZIO UNANIME)

venerdì 19 settembre 2014

La stampa britannica ha salutato oggi la vittoria del No nel referendum scozzese sull'indipendenza, ma tutti i quotidiani, sia scozzesi che inglesi, hanno sottolineato come le conseguenze del voto per il Regno Unito saranno comunque profonde e complesse.

THE HERALD (SCOZIA) "La Scozia dice no, ma cambia il Regno Unito per sempre" titola The Herald, antico quotidiano "di qualità" di Glasgow, di centrosinistra. All'interno, i commenti dei suoi columnist sono unanimi: restano molte questioni irrisolte, sarà difficile per i partiti di Londra mantenere le promesse fatte di maggiori poteri alla Scozia, almeno nei tempi e nei termini che molti scozzesi vorrebbero. E, prima o poi, ci sarà un nuovo referendum.

THE SCOTSMAN (SCOZIA) "La Scozia dice 'No grazie'", titola a tutta pagina The Scotsman, quotidiano di Edinburgo schierato per il No. Il giornale sottolinea all'interno come dopo il referendum e le promesse di più "devolution" alla Scozia, anche le collettività territoriali minori in Inghilterra sembrano sul piede di guerra per ottenere più poteri dal governo centrale di Londra.

DAILY RECORD (SCOZIA) "Nuova Scozia, nuova Gran Bretagna" titola a tutta pagina il Daily Record, il tabloid scelto pochi giorni fa dal premier David Cameron, dal capo dell'opposizione laburista Ed Miliband e dal leader dei liberali Nick Clegg per la loro "promessa" in extremis agli elettori scozzesi di ancora maggiore autonomia.

"La nostra domanda comune per un accordo migliore oggi ha scatenato un terremoto che deve portare a una Gran Bretagna migliore e più equa".

THE INDEPENDENT (LONDRA) "Il regno ri-unito", titola a tutta pagina il quotidiano progressista di Londra "The Independent". Secondo il giornale, "l'unione sopravvive - ma ora comincia il vero gioco di potere: Farage e Miliband scendono in campo e l'opposizione chiede devolution per tutti".

THE GUARDIAN (LONDRA) "La Scozia dice no" è il sobrio titolo del quotidiano di sinistra di Londra "The Guardian", che riempie la prima pagina con una foto del leader dello Scottish National Party (Snp) Alex Salmond, visibilmente rattristato dalla sconfitta. All'interno, il Guardian analizza le difficoltà politiche - soprattutto per il Labour - del futuro scenario simil-federale che potrebbe risultare dalle promesse fatte dal governo Cameron di maggiore autonomia per la Scozia e ora anche per l'Inghilterra. Per l'Snp e Salmond l'immediato futuro non è roseo ma nel tempo - ritiene il Guardian - la questione referendaria potrebbe tornare.

THE TIMES (LONDRA) "Restiamo insieme", titola a tutta pagina il conservatore "Times", secondo cui "la maggioranza silenziosa della Scozia porta una vittoria decisiva". Anche il Times analizza negli articoli all'interno le conseguenze della "devo-max", la super devolution promessa dai partiti unionisti di Londra per convincere gli scozzesi a votare No.

FINANCIAL TIMES (LONDRA) "Cameron apre la questione inglese dopo il No scozzese", titola il quotidiano economico della City sulla sua edizione online.

All'interno, anche il Ft si sofferma sulla promessa fatta nella notte da Cameron di dare una risposta alla domanda dei cittadini inglesi (non scozzesi) di "voti inglesi per leggi inglesi", cioè più poteri ai parlamentari inglesi sulle questioni relative all'Inghilterra e non al resto del Regno Unito. In un commento all'interno, intitolato con la celebre frase de "Il Gattopardo" ("Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi"), il quotidiano riconosce che il caso scozzese è parte di un lento processo di disgregazione statale iniziato con la guerra irlandese dell'inizio del secolo XX, e che l'indipendenza della Scozia non è una questione sepolta con il No di stanotte.


LA STAMPA BRITANNICA SALUTA LA VITTORIA DEL NO, MA IL REGNO UNITO ORA CAMBIERA' PROFONDAMENTE (GIUDIZIO UNANIME)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

UKIP   FARAGE   LABURISTI   MILIBRAD   DEVOLUTION   INGHILTERRA   DOPO IL REFERENDUM   ITALIA   GATTOPARDO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DEBITO PUBBLICO ALLE STELLE OGNI FAMIGLIA DOVRA' RISPONDERNE PER 144.900 EURO E LO ''CHIEDERA' AGLI ITALIANI'' L'AMATA UE

DEBITO PUBBLICO ALLE STELLE OGNI FAMIGLIA DOVRA' RISPONDERNE PER 144.900 EURO E LO ''CHIEDERA' AGLI

domenica 20 agosto 2017
Siete ancora in vacanza o siete già tornati? Non ci siete andati? Tutto ciò è irrilevante, perchè c'è un gigantesco debito che vi aspetta a settembre sull'uscio di
Continua
 
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
 
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
 
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
VIKTOR ORBAN RI-NAZIONALIZZA LE UTILITY (LUCE, GAS, ACQUA) RIACQUISTANDONE LE AZIENDE: ENORME TAGLIO COSTI  PER LA GENTE

VIKTOR ORBAN RI-NAZIONALIZZA LE UTILITY (LUCE, GAS, ACQUA) RIACQUISTANDONE LE AZIENDE: ENORME
Continua

 
DENUNCIA BOMBA DELL'AUTORITA' NAZIONALE PALESTINESE: ''HAMAS GESTISCE E LUCRA SUL TRAFFICO DI CLANDESTINI PER L'ITALIA''

DENUNCIA BOMBA DELL'AUTORITA' NAZIONALE PALESTINESE: ''HAMAS GESTISCE E LUCRA SUL TRAFFICO DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!