63.315.456
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

L'INTERVISTA / PARLA ARTHUR LAFFER, IL FAMOSO ECONOMISTA: ''TUTTA L'EUROPA DELL'EURO STA ANDANDO NELLA DIREZIONE ERRATA''

giovedì 18 settembre 2014

Arthur Laffer è uno dei padri della teoria dell'offerta e fra gli economisti di punta negli Stati Uniti durante la presidenza di Ronald Reagan negli anni '80. Lo abbiamo incontrato a Roma e gli abbiamo chiesto cosa pensa della situazione economica in Italia e in Europa.

"Qui in Europa la Bce e Draghi, cosa stanno cercando di fare? Abbassare i tassi d interesse per stimolare il settore immobiliare e gli investimenti", ha spiegato Laffer. "Ma lasciatemi chiedere: con tassi molto molto bassi, vorreste prestare denaro? Al 3% per 30 anni? Nessuno ci pensa, e così hanno estinto il settore del credito privato, tenendo gli interessi davvero troppo bassi: se si permettesse ai tassi di risalire e liberare il mercato, potremmo avere una bella ripresa.

Dobbiamo tagliare le tasse, tagliare la spesa, mettere in circolazione denaro sano, non questa roba di Draghi e di Yellen, non serve. Quel che serve è libero scambio, regolamentazione al minimo, che i governi si tolgano di mezzo e lascino che sia il settore privato a risolvere i problemi. E allora avremo una vera ripresa. Proprio come abbiamo fatto negli anni '80 con il presidente Reagan".

"Sfortunatamente - ha aggiunto l'economista americano - l'Italia ha ceduto la maggior parte dei suoi poteri economici all Unione europea: non avete più una vostra moneta, ma l'euro, e tutte queste regole europee che fanno sì che ora l'Italia debba coordinare le sue politiche col resto d'Europa, e tutta l'Europa sta andando nella direzione sbagliata. E non ne usciranno finché non si avrà una flat tax, con aliquota bassa. La gente non lavora per pagare le tasse, ma per quello che gli resta dopo. E quando le tasse sono alte, alla gente non piace più lavorare".

"Questo è il problema - ha continuato Laffer - che avete sul fronte fiscale: su quello monetario avete questa politica monetaria folle di cercare di pompare soldi nell'economia portando i tassi di interesse verso lo zero. Quindi, l'Italia è sulla strada sbagliata perché l'Europa lo è, non per qualcosa di specificamente italiano".

Ma allora, abbiamo chiesto, "come vede l'azione del governo in Italia? crede che abbia ancora la possibilità di fare riforme che potranno aiutare, oppure ha le mani così legate dall Ue, che è tutto inutile? "Certo, il governo potrebbe fare tante cose che migliorerebbero parecchio la situazione, ma le faranno? Sta al governo decidere, ma io posso dire cosa dovrebbe fare: abbassare le tasse a allargare la base imponibile, in modo da avere l'aliquota più bassa possibile sull'imponibile più ampio possibile: così si dà alla gente il minimo incentivo a evadere, eludere o nascondere in altro modo del reddito tassabile, e gli si danno meno possibilità di mettere i loro soldi altrove per non pagare le tasse".

Intervista realizzata da TMNews. 


L'INTERVISTA / PARLA ARTHUR LAFFER, IL FAMOSO ECONOMISTA: ''TUTTA L'EUROPA DELL'EURO STA ANDANDO NELLA DIREZIONE ERRATA''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ARTHUR LAFFER   ITALIA   ECONOMISTA   UE   SBAGLIATO TUTTO   NO EURO   BCE   DRAGHI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO VINO MARSALA CINESE

NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO

martedì 18 settembre 2018
I dazi imposti dal presidente Trump alla Cina fanno emergere la concorrenza sleale, oltre che la pessima qualità dei prodotti, messa in atto dal gigante asiatico anche ai danni dell'Italia.
Continua
 
SPACCIATORE DEL BANGLADESH ARRESTATO PER STRADA A ROMA MENTRE VENDE LE TREMENDE PASTIGLIE DI YABA (LIBERO GIA' DOMANI?)

SPACCIATORE DEL BANGLADESH ARRESTATO PER STRADA A ROMA MENTRE VENDE LE TREMENDE PASTIGLIE DI YABA

lunedì 17 settembre 2018
ROMA - Un 31enne del Bangladesh, senza fissa dimora e con precedenti, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Quadraro perché sorpreso in via Labico, pronto a spacciare
Continua
QUEL ''LEGHISTA'' DEL DALAI LAMA: ''L'EUROPA APPARTIENE AGLI EUROPEI, I RIFUGIATI TORNINO NEI LORO PAESI A RICOSTRUIRLI''

QUEL ''LEGHISTA'' DEL DALAI LAMA: ''L'EUROPA APPARTIENE AGLI EUROPEI, I RIFUGIATI TORNINO NEI LORO

lunedì 17 settembre 2018
LONDRA - L'Europa appartiene agli europei e tutti i rifugiati dovrebbero ritornare ai loro paesi per ricostruirli. Questo e' cio' che pensano tutte le persone di buonsenso, ma la vera sorpresa sta
Continua
 
SALVINI: I VALORI VERI NON SONO LA FINANZA, MA IL DIRITTO ALLA VITA AL  LAVORO ALLA SICUREZZA, ALLA CONCRETA FELICITA'

SALVINI: I VALORI VERI NON SONO LA FINANZA, MA IL DIRITTO ALLA VITA AL LAVORO ALLA SICUREZZA, ALLA

domenica 16 settembre 2018
"Hanno capito che il loro tempo e' finito, stanno tornando i valori veri che non sono la finanza ma il diritto alla vita, al lavoro, alla sicurezza alla felicita' ad avere piedi piantati per terra.
Continua
MEGA BOOM DEL LAVORO IN GRAN BRETAGNA: MOLTE PIU' LE RICHIESTE DEL MERCATO DEI CANDIDATI DISPONIBILI (COME NELLA UE...)

MEGA BOOM DEL LAVORO IN GRAN BRETAGNA: MOLTE PIU' LE RICHIESTE DEL MERCATO DEI CANDIDATI

sabato 15 settembre 2018
LONDRA - La stampa italiana non perde mai l'occasione per lanciare falsi allarmi sulla Brexit, nel timore che anche l'Itala segua la via intrepresa dal Regno Unito, e parallelamente censura ogni
Continua
 
UN VECCHIO ARNESE DELLA SINISTRA MAGGIORDOMO DEI BANCHIERI E IL RAGIONIERE DELL'EURO MINACCIANO IL GOVERNO ITALIANO

UN VECCHIO ARNESE DELLA SINISTRA MAGGIORDOMO DEI BANCHIERI E IL RAGIONIERE DELL'EURO MINACCIANO IL

venerdì 14 settembre 2018
'Conto che gli italiani in Europa facciano gli interessi dell'Italia come fanno tutti gli altri Paesi, aiutino e consiglino e non critichino e basta''. Così il vicepremier e ministro
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ALTRA LEGNATA (STAVOLTA IN VENETO) DA SANZIONI UE ALLA RUSSIA: IL BLOCCO DELL'EXPORT DI BEVANDE ALCOLICHE (CATASTROFE)

ALTRA LEGNATA (STAVOLTA IN VENETO) DA SANZIONI UE ALLA RUSSIA: IL BLOCCO DELL'EXPORT DI BEVANDE
Continua

 
LA RUSSIA TAGLIA IL 25% DEL GAS ALL'AUSTRIA MA COSI' LO TAGLIA ANCHE ALL'ITALIA! (SNAM RETE GAS DENUNCIA CALO FORNITURA)

LA RUSSIA TAGLIA IL 25% DEL GAS ALL'AUSTRIA MA COSI' LO TAGLIA ANCHE ALL'ITALIA! (SNAM RETE GAS
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

L'UNGHERIA SI RIBELLA E RIGETTA LA CONDANNA UE: ACCUSE INGIUSTE E

18 settembre - BUDAPEST - L'Ungheria si ribella all'aggressione Ue. Il Parlamento
Continua

LE MONDE SI ACCORGE CHE MARINE LE PEN POTREBBE VINCERE LE ELEZIONI

18 settembre - Sottovalutare il peso politico della presidente del Rassemblement
Continua

SALVINI: EFFICACE PRIMO UTILIZZO DEL TASER. COMPLIMENTI ALLE FORZE

18 settembre - Primo utilizzo del Taser. È successo ieri sera a Reggio Emilia, quando
Continua

VERTICE DI SALISBURGO SUI MIGRANTI SARA' L'ENNESIMO BUCO NELL'ACQUA

18 settembre - BRUXELLES - Al vertice di Salisburgo il premier Giuseppe Conte
Continua

MASTURBARSI IN PUBBLICO NON E' PIU' REATO, LO DECISE IL GOVERNO PD

18 settembre - ''Masturbarsi in pubblico non e' piu' reato, come deciso dal governo di
Continua

ESPULSO MAROCCHINO CHE INNEGGIA ALLE STRAGI ISLAMICHE IN SPAGNA

17 settembre - Un marocchino di 32 anni e' stato espulso per motivi di sicurezza dello
Continua

MINISTRO TRIA: IL PROCESSO DI DISGREGAZIONE DELLA UE NON VIENE

17 settembre - ''Il processo di disgregazione europea non viene dall'Italia ma dal
Continua

WEIDMANN: BENE SALVATAGGIO STATALE DELLE BANCHE TEDESCHE (VIETATO

17 settembre - ''La crisi finanziaria e' stata anche una crisi tedesca'' nella quale
Continua

RITORNA LA NAVE ONG ''AQUARIUS'' (CAMBIATO NOME E BANDIERA): VETO

17 settembre - ''La nave Ong Aquarius 2 questa mattina in navigazione a Sud della
Continua

TAJANI: NESSUN ACCORDO SUI NOMI RAI NELL'INCONTRO

17 settembre - ''Non si e' parlato di Rai, non c'e' nessuno accordo sui nomi. A noi
Continua
Precedenti »