56.230.538
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

L'AGONIA DELLA FRANCIA A GUIDA HOLLANDE-VALLS: GOVERNO SENZA MAGGIORANZA, LEGGE FINANZIARIA 2015 ''EUROPEISTA'' INVOTABILE

mercoledì 17 settembre 2014

PARIGI - L'Assemblea Nazionale francese (Parlamento) ieri sera ha accordato la fiducia al governo guidato dal primo ministro Manuel Valls dopo il rimpasto di fine agosto: con 269 voti a favore e 244 contrari, lo scrutinio pero' e' stato ben piu' serrato dello scorso 8 aprile, quando Valls si era insediato.

Il governo infatti non ha raggiunto la maggioranza dei deputati (sono 577 in tutto: per avere la maggioranza, il governo deve contare su 289 voti) ) perche' 31 socialisti, i cosiddetti "frondisti", si sono astenuti dal voto in polemica con la sua politica economica.

Il mondo politico francese, commentatori ed analisti ora cercano di capire chi abbia davvero vinto e se Valls riuscira' a riunificare le varie correnti della sinistra di governo.

Secondo il direttore di "Figaro Magazine", Pour Guillaume Roquette, Valls "ha solo guadagnato tempo, non ha vinto la partita": l'ora della verita' sara' il voto sulla legge finanziaria per il 2015, che potrebbe persino veder aumentare il numero dei "frondisti".

Il movimento di protesta infatti si e' gia' allargato nella maggioranza governativa: agli astenuti socialisti si sono aggiunti 17 ecologisti e 3 deputati del Mrc. E inoltre, secondo i cronisti parlamentari, non tutti i "frondisti" potenziali si sono astenuti dal voto.

E mentre tutti ormai guardano alla battaglia sulla Finanziaria, il piu' solido alleato di Valls, i Radicali di sinistra, si trovano in una posizione di forza per negoziare con l'esecutivo. Nel discorso con cui ieri pomeriggio ha chiesto la fiducia, oltre alla conferma che il deficit pubblico francese non scendera' al di sotto del tetto del 3 per cento del Pil ne' quest'anno (sara' del 4,4 per cento) ne' nel 2015 (4,3), accompagnata al messaggio diretto alla Germania sulla volonta' della Francia di "decidere da sola cosa deve fare", Valls ha annunciato misure di sostegno alle famiglie piu' disagiate.

Nel 2015 infatti ci sara' una riduzione (modesta) di tasse per 6 milioni di famiglie e un altro milione si vedranno esentate dalla dichiarazione dei redditi grazie all'innalzamento della soglia della "no tax area".

Valls ha poi comunicato che le elezioni provinciali si terranno nel marzo del 2015 e quelle regionali alla fine dello stesso anno. Non e' certo il calendario ideale immaginato dal suo governo; il quale ha dovuto rinunciare a raggruppare i due scrutini temendo una censura della Corte costituzionale, che aveva gia' consentito al rinvio del voto provinciale inizialmente previsto nel 2014 a causa di un'agenda elettorale troppo carica.

L'idea di un "election day" locale e' stata scartata anche perche' anticipare il voto regionale al marzo prossimo sarebbe stato troppo complicato, in quanto le regioni francesi sono alle prese con i problemi organizzativi provocati dalla recentissima riduzione a sole 13 maxi-regioni. 

Nella sostanza, quindi, il nuovo governo Valls è letteralmente appeso a un filo: non ha più la maggioranza di quando Hollande vinse le elezioni, non può contare su alleati esterni ai socialisti e non potrà seguire quanto "consigliato" da Bruxelles perchè proprio su questo è caduto il precedente esecutivo Valls, due mesi fa.  Di fatto, è iniziata l'agonia. 

Redazione Milano.


L'AGONIA DELLA FRANCIA A GUIDA HOLLANDE-VALLS: GOVERNO SENZA MAGGIORANZA, LEGGE FINANZIARIA 2015 ''EUROPEISTA'' INVOTABILE




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD ALL'SPD, TUTTA UNA RAPINA

LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD

giovedì 11 gennaio 2018
BERLINO - Il possibile aumento dell'aliquota fiscale massima da parte di una nuova grande coalizione - preteso dal socialdemocratico SPD  per formare il nuovo governo - preoccupa molto i
Continua
 
CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA EUROPA CRESCONO (+2,4%)

CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA

mercoledì 10 gennaio 2018
La ripresa in Italia non c'è, anzi il Paese continua la discesa verso la povertà di massa. La prova sta nel continuo e inarrestabile calo del valore degi immobili, in assoluta contro
Continua
CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR. L'ALZHEIMER NON E' IMBATTIBILE

CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR.

martedì 9 gennaio 2018
Le patologie neurodegenerative riguardano in Italia 1 milione 200 mila persone, di cui circa 800 mila hanno l'Alzheimer. "L'opinione diffusa che non ci siano speranze se ci si ammala e' vera, ma solo
Continua
 
CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA (O SALTANO UE E EURO)

CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA

lunedì 8 gennaio 2018
"Il centrodestra vincerà le elezioni. Lo dicono tutti i sondaggi: uniti siamo tra il 37 e il 40%; il Movimento 5 stelle è staccato al 26-28%; quel che resta del Pd di Renzi sprofonda al
Continua
IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN DURO DEL FPOE!

IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN

sabato 16 dicembre 2017
VIENNA - I nazionalisti vanno al governo in Austria, finalmente. E non solo, Vienna batte Berlino sul tempo, dato che in Germania un qualsiasi nuovo governo è ancora ben al di là
Continua
 
POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA RUSSIA TAGLIA IL GAS ALL'AUSTRIA! LA SITUAZIONE ENERGETICA DELLA UE SI FA SEMPRE PIU' PRECARIA (E L'INVERNO ARRIVA)

LA RUSSIA TAGLIA IL GAS ALL'AUSTRIA! LA SITUAZIONE ENERGETICA DELLA UE SI FA SEMPRE PIU' PRECARIA
Continua

 
IL TEDESCO DIE WELT ATTACCA FRONTALMENTE LA BCE: GRAVI RISCHI DALL'ACQUISTO DEI TITOLI (SPAZZATURA) COME VORREBBE DRAGHI

IL TEDESCO DIE WELT ATTACCA FRONTALMENTE LA BCE: GRAVI RISCHI DALL'ACQUISTO DEI TITOLI (SPAZZATURA)
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CALDEROLI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO ESPELLEREMO TUTTI I CLANDESTINI

12 gennaio - ''Due immigrati clandestini, un nigeriano e un marocchino, martedi'
Continua

FACEBOOK CENSURA LE NOTIZIE, LE SINISTRE GLOBALI NON RIESCONO A

12 gennaio - Facebook ha introdotto cambiamenti radicali all'algoritmo che ci fa
Continua

TUTTO IL CENTRODESTRA SOSTIENE ATTILIO FONTANA: CONFERENZA STAMPA A

11 gennaio - MILANO - 'Al lavoro!Piu' Lombardia. Fontana presidente' e' la scritta in
Continua

BRUNETTA: ''PRONTO IL PROGRAMMA DEL CENTRODESTRA. LO PRESENTEREMO

11 gennaio - ''Nella giornata di oggi chiuderemo il lavoro, positivo e proficuo, del
Continua

MACRON STA PER PRESENTARE LEGGE SULL'IMMIGRAZIONE DI STAMPO

11 gennaio - PARIGI - Il presidente francese Emmanuel Macron si prepara alla prova
Continua

MATTEO SALVINI: ''AVREI PREFERITO CHE MARONI SI RICANDIDASSE, MA HA

11 gennaio - MILANO - ''MARONI mi ha detto di avere fatto in Lombardia tutto quello
Continua

BERLUSCONI: ATTILIO FONTANA CANDIDATO PRESIDENTE IN LOMBARDIA VA

10 gennaio - MILANO - ''Non c'è nulla che ci allontana da Salvini che ha indicato un
Continua

LE SOFFERENZE DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO CONTINUANO INESORABILI

10 gennaio - A novembre 2017 - ultimo dato disponibile - le sofferenze nette sui
Continua

BERLUSCONI: ''MAI UN GOVERNO DI LARGHE INTESE COL PD. MAI''

9 gennaio - ''Non c'e' mai stata e non ci sara' neanche in futuro'' la possibilita'
Continua

CLAUDIO BORGHI: ''APPENA LA LEGA AL GOVERNO, PREPARERA' LA

9 gennaio - ''Un secondo dopo che la Lega siederà al Governo, metterà in atto
Continua
Precedenti »