68.626.407
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

BASTA EQUITALIA! LA LEGA DOMANI ANDRA' A ''PRESIDIARE'' LE SEDI LOMBARDE DELL'AGENZIA. MEGLIO TARDI CHE MAI.

lunedì 6 maggio 2013

Milano - Domani la Lega Nord organizzera' una serie di presidi davanti alle sedi di Equitalia in Lombardia. E' quanto annuncia il segretario della Lega lombarda, Matteo Salvini, in una nota. "La Lega Nord - spiega Salvini - ha organizzato per domani una serie di presidi in tutti i capoluoghi provinciali lombardi (e non solo) davanti alle sedi di Equitalia. Si tratta di una mobilitazione, con la partecipazione dei militanti e della gente comune, per protestare pacificamente contro la morsa tributaria dello Stato centrale che, mai come oggi, rischia di schiacciare definitivamente famiglie e imprese del Nord". 

"La pressione fiscale di questo Paese infatti e' ormai prossima al 60 per cento e la contropartita in servizi non e' certamente adeguata ai sacrifici richiesti ai nostri cittadini", prosegue Salvini.

"Oltre al danno c'e' poi la beffa: se da una parte la pubblica amministrazione salda i propri debiti nei confronti delle aziende con ritardi siderali, dall'altra vengono applicati metodi che rasentano lo strozzinaggio per riscuotere le tasse".

"Come sempre in questo Paese - conclude - vale la regola di un peso e due misure. Lo slogan dell'iniziativa 'Fuori Equitalia dalla Lombardia' rappresenta esattamente le intenzioni della Lega: a questo proposito il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, si e' gia' messo all'opera per arrivare, entro un anno, alla creazione di un'agenzia di riscossione dei tributi che agisca su base regionale, uno strumento in grado di conoscere la realta' in cui si trovera' a operare, capace di venire incontro alle esigenze dei lombardi e che consentira' finalmente di liberarsi di Equitalia". 

Agi


BASTA EQUITALIA! LA LEGA DOMANI ANDRA' A ''PRESIDIARE'' LE SEDI LOMBARDE DELL'AGENZIA. MEGLIO TARDI CHE MAI.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
UN'ITALIA PAGA L'IVA, EMETTE SCONTRINI, PAGA LE TASSE. UN'ALTRA ITALIA, NO. CHE SI FA? AVANTI COSI?

UN'ITALIA PAGA L'IVA, EMETTE SCONTRINI, PAGA LE TASSE. UN'ALTRA ITALIA, NO. CHE SI FA? AVANTI COSI?

 
PRIMA REGOLA: NON RISPONDERE ALLE DOMANDE DELLA MAGISTRATURA, MA ALCUNE SPESE SONO DAVVERO CURIOSE...

PRIMA REGOLA: NON RISPONDERE ALLE DOMANDE DELLA MAGISTRATURA, MA ALCUNE SPESE SONO DAVVERO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »