63.435.625
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

FRANCIA / MINISTRO DELL'ECONOMIA LO AMMETTE, IL DEFICIT SALE. I GIORNALI SCRIVONO: NAZIONE ''SOTTO TUTELA'' (DELLA TROIKA)

giovedì 11 settembre 2014

PARIGI - Il ministero francese dell'Economia ha ammesso ieri ufficialmente che il deficit pubblico, che era sceso dopo il 2011, quest'anno crescera' fino a raggiungere il 4,4 per cento del Pil: l'obbiettivo di farlo calare al 3 per cento e' rinviato al 2017, del pareggio di bilancio non si parla piu'.

E' un brusco risveglio per il presidente Francois Hollande, che vede sfumare una delle promesse fatte in campagna elettorale.

Il governo tedesco, da parte sua, ha evitato di commentare negativamente le cifre fornite dalla Francia, ma ha ricordato la necessita' di rispettare le regole europee ed esortato i vicini a realizzare le riforme.

Ma la Commissione europea ha chiesto seccamente alla Francia "misure credibili" per ridurre la spesa pubblica; mentre il futuro (dal 1° ottobre) commissario agli Affari economici e finanziari, il francese Pierre Moscovici, fa mostra di rigore: "Giudicheremo la Francia solo sulla base delle riforme messe in campo", ha detto.

"La Francia e' sotto tutela", titola senza mezzi termini l'editoriale pubblicato in prima pagina dal quotidiano economico francese "Les Echos", il più importante del Paese. Non ci sono piu' scappatoie, scrive Fabien Clairefond, dovranno essere fatte vere scelte in materia di spesa pubblica, accompagnate da ampie riforme dell'amministrazione come quelle fatte da tempo da altri paesi europei.

E se anche la maggioranza al governo non ne volesse sentir parlare, la questione ormai non riguarda piu' i politici nazionali: certo l'Ue accordera' un rinvio degli obbiettivi di bilancio; ma la Francia e' ormai sotto tutela, almeno in parte.

La nuova Commissione europea di Jean-Claude Juncker ed i partner europei fisseranno le condizioni di questo rinvio, sia in termini di interventi economici che di riforme per aumentare la competitivita' del paese: indubbiamente una perdita di sovranita'; speriamo che sia anche l'occasione per smuovere le acque della politica francese, che blocca da troppo tempo i progetti di riforme ambiziose. 

E se queste sono le notizie riferite a Bruxelles, ben altre arrivano da Parigi: il partito socialista francese è spaccato, il governo Valls potrebbe non ottenere la fiducia, e in ogni caso anche ci riuscisse, non sarebbe in grado di varare leggi che taglino la spesa per l'assistenza sanitaria, o le pensioni. i due principali capitoli di spesa pubblica in Francia, perchè avrebbe contro oltre la metà dei parlamentari del suo stesso partito. 

L'unica via d'uscita sarebbero le elezioni politiche anticipate, ma in questo caso si profilerebbe al vittoria schiacciante della destra di Marine Le Pen e per Bruxelles sarebbe finita.

Quindi, la situazione della Francia è fragilissima sul piano economico, esplosiva su quello politico, e Bruxelles ha ben poco da fare. Qualsiasi mossa tenti, perde.

Redazione Milano.


FRANCIA / MINISTRO DELL'ECONOMIA LO AMMETTE, IL DEFICIT SALE. I GIORNALI SCRIVONO: NAZIONE ''SOTTO TUTELA'' (DELLA TROIKA)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FRANCIA   TROIKA   GOVERNO   VALLS   ECONOMIA   DISASTRO   DEFICIT ALLE STELLE   HOLLANDE   MARINE LE PEN    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DALLE PAROLE AI FATTI A TEMPO DI RECORD: IL DECRETO SICUREZZA A FIRMA SALVINI APPROVATO OGGI DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI

DALLE PAROLE AI FATTI A TEMPO DI RECORD: IL DECRETO SICUREZZA A FIRMA SALVINI APPROVATO OGGI DAL

lunedì 24 settembre 2018
"Sicurezza e Immigrazione, alle 12.38 il Consiglio dei ministri approva all'unanimita'! Sono felice". Con un post su Facebook il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo SALVINI, ha annunciato
Continua
 
DANIMARCA: PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (OMOLOGO DEL PD) SULL'IMMIGRAZIONE SI SCHIERA SU POSIZIONI NAZIONALISTE

DANIMARCA: PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (OMOLOGO DEL PD) SULL'IMMIGRAZIONE SI SCHIERA SU POSIZIONI

lunedì 24 settembre 2018
LONDRA   - Sono passate poche settimane da quando il parlamento danese ha vietato l'uso del burka ma adesso i legislatori danesi vogliono andare oltre con l'obiettivo di porre fine al
Continua
PRIMA L'ITALIA / NUOVA SERIE DI INCHIESTE CHE SVELANO LE BUFALE PROPALATE DA UE E BCE: LA FAMIGERATA ''REGOLA'' DEL 3%

PRIMA L'ITALIA / NUOVA SERIE DI INCHIESTE CHE SVELANO LE BUFALE PROPALATE DA UE E BCE: LA

giovedì 20 settembre 2018
In questi giorni è tutto un fiorire di accuse e critiche al governo italiano da parte di oligarchi ue e dei loro lacché nazionali. La cosa non deve sorprendere: il governo gialloverde
Continua
 
GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI POPOLI E ALLE AUTONOMIE''

GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI

mercoledì 19 settembre 2018
MILANO - Autonomie locali ed Europa è stato il tema al centro del convegno 'A glocal vision for the future of Europe', summit organizzato dall'Ecr , l'European conservatives & reformist
Continua
RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO COMBINATO DA MIO PADRE

RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO

martedì 18 settembre 2018
MILANO - L'assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, in una nota commenta la notizia di una ragazza pachistana, che ha inviato una lettera alla
Continua
 
NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO VINO MARSALA CINESE

NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO

martedì 18 settembre 2018
I dazi imposti dal presidente Trump alla Cina fanno emergere la concorrenza sleale, oltre che la pessima qualità dei prodotti, messa in atto dal gigante asiatico anche ai danni dell'Italia.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA ''KOMMISSION'' EUROPEA HA DECISO LO STOP AGLI AIUTI PER I DANNI ALL'EXPORT DI ORTOFRUTTA IN RUSSIA (ITALIA AMMAZZATA)

LA ''KOMMISSION'' EUROPEA HA DECISO LO STOP AGLI AIUTI PER I DANNI ALL'EXPORT DI ORTOFRUTTA IN
Continua

 
SONDAGGI PER L'UNIONE, MA IL PREMIER SALMOND: ''LA SCOZIA VOTERA' SI''' FARAGE: ''INDIPENDENZA? GOVERNERA' BRUXELLES!''

SONDAGGI PER L'UNIONE, MA IL PREMIER SALMOND: ''LA SCOZIA VOTERA' SI''' FARAGE: ''INDIPENDENZA?
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

REGIONE LOMBARDIA - DELIBERA ASSESSORE AL BILANCIO CAPARINI:65

24 settembre - MILANO - Approvata in Giunta regionale la delibera proposta
Continua

35 EURO CADA AFRICANO AL GIORNO SARANNO RIDOTTI (RISPARMIO 1,5

24 settembre - ''I 35 euro a migrante stanziati per l'accoglienza verranno rivisti in
Continua

SALVINI: ''CONSIGLIO MINISTRI APPROVA IL DECRETO SICUREZZA''

24 settembre - ROMA - ''DecretoSicurezza, alle 12.38 il Consiglio dei Ministri approva
Continua

SALVINI: MANOVRA CORAGGIOSA ED ESPANSIVA. LO CHIEDONO GLI

23 settembre - ''In queste ultime settimane ho avuto modo di fare alcune chiacchierate
Continua

ATTILIO FONTANA: SIAMO IN GRADO DI FARE LE OLIMPIADI 2026 BENE E

22 settembre - ''Noi abbiamo dato la disponibilita' e non abbiamo nessun problema.
Continua

L'OCSE NON DEVE INTROMETTERSI NELLE SCELTE DI UN PAESE SOVRANO QUAL

20 settembre - ''L'Ocse non deve intromettersi nelle scelte di un Paese sovrano che il
Continua
IN URSS SE NON ERI COMUNISTA ERI ''PAZZO''. GIUDICI FRANCESI FANNO LA STESSA COSA

IN URSS SE NON ERI COMUNISTA ERI ''PAZZO''. GIUDICI FRANCESI FANNO

20 settembre - PARIGI - Marine Le Pen insorge contro la decisione di una giudice, che
Continua

SALVINI: EUROPA NON DEV'ESSERE PROFITTO SPECULAZIONE PRIVILEGI DI

20 settembre - Il presidente francese Emmanuel Macron ''dal gennaio dell'anno scorso ha
Continua

ENNESIMA PRESA PER I FONDELLI DA PARTE DELLA UE SUI ''MIGRANTI''

20 settembre - SALISBURGO - ''L'importante è che ci sia un'ampia partecipazione al
Continua

UNGHERIA: L'ONU DIFFONDE BUGIE SULL'UNGHERIA NON SAREMO MAI UN

19 settembre - GINEVRA - Il ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto ha accusato
Continua
Precedenti »