67.742.295
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA GRECIA A POCHI MESI DALL'ESPLOSIONE: NEL 2015 FINITI I SOLDI PER PAGARE LE PENSIONI (STAVOLTA NON LA SALVA NESSUNO)

mercoledì 3 settembre 2014

ATENE - Il sistema pensionistico ellenico è una bomba ad orologeria che non esploderà nel 2025, ma 10 anni prima, o addirittura l'anno prossimo: a lanciare l'allarme, come riferisce oggi il quotidiano Kathimerini, è uno studio condotto dall'Istituto del Lavoro della Confederazione Generale del Lavoro greco (Ine/Gsee). Il rapporto sarà presentato domani all'apertura della Fiera Internazionale di Salonicco (Tif), tradizionale tribuna da cui il governo greco presenta la propria politica economica per l'anno successivo.

La relazione annuale della Gsee (uno dei due maggiori sindacati ellenici) sull'economia greca comprende un capitolo sull'invecchiamento della popolazione e la sostenibilità del sistema di sicurezza sociale dal 2013 al 2050. Nel rapporto si sostiene che la recessione prolungata e l'alto tasso di disoccupazione hanno dato slancio allo sgretolamento del sistema pensionistico da un decennio a questa parte e che, per diventare di nuovo redditizio, il sistema avrebbe bisogno di risorse aggiuntive di 950 milioni di euro solo per il 2016.

Ma i requisiti del sistema, secondo lo studio, sono destinati a crescere rapidamente negli anni successivi sino ad un'impennata pari a 2,67 miliardi di euro prevista per il 2020. Gli autori del rapporto sottolineano che i tagli fatti alle pensioni e l'aumento dell'età pensionabile avrebbero permesso la sostenibilità del sistema fino al 2025 se non fosse stato per la grave e prolungata recessione e l'alto tasso di disoccupazione che ha raggiunto il 27%. Come risultato di ciò, sostengono gli esperti, il 2015 è con tutta probabilità l'anno in cui il sistema di sicurezza sociale greco finirà in pezzi.

Lo studio aggiunge che nuove misure saranno necessarie a causa dei ridotti finanziamenti statali (passati da 16,4 miliardi di euro nel 2012 a solo 8,6 miliardi per il periodo 2015-2018), del dirompente aumento della disoccupazione, dell'incremento del numero di nuovi pensionati (da 40.000 nel 2009 a 100.000 all'anno dopo il 2010), delle riduzioni dei salari e della crescita del lavoro sommerso e flessibile.

Il rapporto rileva inoltre che le riserve di liquidità dei fondi di sicurezza sociale si sono già ridotte da 26 miliardi di euro nel 2009 a 4,5 miliardi l'anno scorso, mentre il cambiamento demografico avvenuto in Grecia a causa delle aumentate aspettative di vita e della riduzione del tasso di natalità ha contribuito ad un aumento del 15% sugli oneri dei fondi pensione.

Dopo i recenti interventi del governo sul sistema pensionistico, evidenzia in conclusione lo studio, l'età media del pensionamento è salita sino a 63 anni mentre le pensioni sono state tagliate di circa il 32,5%. 

Fonte notizia: Ansa. 


LA GRECIA A POCHI MESI DALL'ESPLOSIONE: NEL 2015 FINITI I SOLDI PER PAGARE LE PENSIONI (STAVOLTA NON LA SALVA NESSUNO)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua
LEGA AL GOVERNO HA CANCELLATO L'INVASIONE DI ORDE AFRICANE IN ITALIA DALLA LIBIA: ARRIVI CALATI DEL 96% DA GENNAIO 2018

LEGA AL GOVERNO HA CANCELLATO L'INVASIONE DI ORDE AFRICANE IN ITALIA DALLA LIBIA: ARRIVI CALATI DEL

mercoledì 13 febbraio 2019
La pacchia sembra davvero finita, per chi lucra "sull'accoglienza" degli africani in Italia e per chi organizzava le orde dalla Libia, complici le navi Ong, alleate delle mafie degli
Continua
 
IL PREMIER CONTE NEGOZIA CON LA UE, SPREAD AFFONDA A 261 PUNTI, I MERCATI PREMIANO L'ITALIA (E SMENTISCONO MOSCOVICI)

IL PREMIER CONTE NEGOZIA CON LA UE, SPREAD AFFONDA A 261 PUNTI, I MERCATI PREMIANO L'ITALIA (E

giovedì 13 dicembre 2018
"Continuiamo a sostenere con convinzione la nostra proposta. Piena fiducia nel lavoro di Conte. Siamo persone di buon senso e soprattutto teniamo fede a ciò che avevamo promesso ai cittadini,
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA TUNISIA PRONTA A SOSTITUIRE L'ITALIA NELL'EXPORT DI OLIO D'OLIVA IN RUSSIA (ALTRA CATASTROFE PRODUTTIVA IN ARRIVO)

LA TUNISIA PRONTA A SOSTITUIRE L'ITALIA NELL'EXPORT DI OLIO D'OLIVA IN RUSSIA (ALTRA CATASTROFE
Continua

 
RETATA DI TERRORISTI ISLAMICI IN BOSNIA, TRA LORO ANCHE UN ''ITALIANO'' INTERVISTATO GIORNI FA DALL'ECO DI BERGAMO.

RETATA DI TERRORISTI ISLAMICI IN BOSNIA, TRA LORO ANCHE UN ''ITALIANO'' INTERVISTATO GIORNI FA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »