47.380.796
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CLAMOROSO! AZIENDE ITALIANE PRODUTTRICI DI FORMAGGI E LATTICINI TENTANO DI ESPORTARE IN RUSSIA VIA SVIZZERA (IN SEGRETO)

mercoledì 20 agosto 2014

LONDRA - La crisi, si sa, aguzza l'ingegno e quindi e' normale che le ditte produttrici di prodotti caseari stiano studiando dei sistemi per aggirare le sanzioni imposte dalla Russia e a tale proposito e' interessante notare come diverse aziende casearie abbiano contattato le autorita' svizzere per vedere se e' possibile esportare i loro prodotti tramite la Svizzera.

Il paese elvetico non ha aderito alla politica antirussa imposta dai parassiti i Bruxelles e difatti le sue esportazioni di formaggio in Russia stando andando a gonfie vele e quindi e' comprensibile che altre aziende vogliano approfittare della situazione.

L'ufficio federale per l'agricoltura non ha fornito i nomi delle aziende che hanno fatto questa richiesta per tutelare la loro privacy ma il fatto che molti stiano considerando questa ipotesi dimostra la disperazione di questi imprenditori nonche' il danno che i parassiti di Bruxelles stanno infliggendo all'industria agroalimentare in Europa e non e' detto che queste richieste vadano a buon fine.

Infatti anche se la Svizzera consentisse di far passare questi formaggi tramite il suo territorio esistono delle regole precise riguardo la tutela dei marchi d'origine che rendono illegale ogni tentativo di far passare per svizzero un formaggio prodotto al di fuori della Svizzera e chiunque provasse a dichiarare tali prodotti "made in Switzerland" commetterebbe il reato di frode alimentare.

Il solo modo per aggirare queste restrizioni sarebbe quello di delocalizzare la produzione in Svizzera ma anche in questo caso solo poche aziende possono farlo perche' molti formaggi doc coem il Grana Padano possono essere prodotti solo in particolari aree geografiche usando un particolare tipo di latte e seguendo determinati processi di lavorazione.

Chiaramente le uniche che possono delocalizzare sono aziende multinazionali che producono formaggi di media qualita' le quali hanno buone possibilita' di sottrarre quote di mercato alle aziende che producono lattticini pregiati che in questo modo verrebbero penalizzare due volte.

Non c'e' che dire i parassiti di Bruxelles non potevano prendere una decisione piu' stupida e dannosa ma quello che fa rabbia e' che i ministri del governo Renzi non stanno facendo nulla per risolvere questo problema.

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra. 


CLAMOROSO! AZIENDE ITALIANE PRODUTTRICI DI FORMAGGI E LATTICINI TENTANO DI ESPORTARE IN RUSSIA VIA SVIZZERA (IN SEGRETO)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FORMAGGI   EXPORT   SVIZZERA   ITALIA   EMBARGO   EXPORT   RUSSIA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
GOVERNO UNGHERESE TAGLIA LE TASSE E AUMENTA GLI AIUTI A FAMIGLIE, SCUOLA E SICUREZZA (CON RAPPORTO DEBITO-PIL AL 2,4%)

GOVERNO UNGHERESE TAGLIA LE TASSE E AUMENTA GLI AIUTI A FAMIGLIE, SCUOLA E SICUREZZA (CON RAPPORTO

mercoledì 24 maggio 2017
LONDRA - In diverse occasioni abbiamo parlato di miracolo economico ungherese perche', al contrario delle nazioni dell'area euro, l'Ungheria ha ridotto le tasse e le bollette di luce, acqua, gas e
Continua
 
VI SIETE SCORDATI DI MPS, POPOLARE DI VICENZA E VENETO BANCA? LA UE-BCE NO: LA PRIMA FORSE SI SALVA LE ALTRE DUE KAPUTT

VI SIETE SCORDATI DI MPS, POPOLARE DI VICENZA E VENETO BANCA? LA UE-BCE NO: LA PRIMA FORSE SI SALVA

mercoledì 24 maggio 2017
La vicenda delle tre banche italiane da salvare, MPS, BPVI e VenetoBanca sembra assumere sempre più i contorni della farsa se non della tragedia. Mentre i tedeschi hanno sistemato le loro
Continua
BCE VUOLE CONDIZIONARE LE SCELTE POLITICHE DEI PAESI DELL'EURO A PARTIRE DALL'ITALIA (CHI LE DA' IL DIRITTO DI FARLO?)

BCE VUOLE CONDIZIONARE LE SCELTE POLITICHE DEI PAESI DELL'EURO A PARTIRE DALL'ITALIA (CHI LE DA' IL

mercoledì 24 maggio 2017
FRANCOFORTE - Ormai, la Bce si comporta non più come una banca, ma come fosse a capo della Ue con il diritto di veto e critica su stati, governi, elezioni. Questa sua invadenza ormai non ha
Continua
 
LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA' L'INVASIONE DELL'ITALIA

LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA'

lunedì 22 maggio 2017
LONDRA - Tutto coloro che sono nauseati dall'arrivo di finti rifugiati sulle coste italiane trasportati dalla LIbia da una sorta di "agenzia viaggi" per metà formata dalla mafie islamiche sul
Continua
CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE DALLO STATO NEL 2016

CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE

sabato 20 maggio 2017
La gravissima mancanza di liquidità, ovvero di denaro,  i ritardi burocratici, l'inefficienza di molte amministrazioni a emettere in tempi ragionevolmente brevi i certificati di pagamento
Continua
 
DATI AGGHIACCIANTI DIVULGATI OGGI: IN ITALIA DA GENNAIO A MARZO SONO FALLITE O HANNO CHIUSO 221 AZIENDE OGNI GIORNO

DATI AGGHIACCIANTI DIVULGATI OGGI: IN ITALIA DA GENNAIO A MARZO SONO FALLITE O HANNO CHIUSO 221

mercoledì 17 maggio 2017
C'è perfino chi riesce a sostenere che siano dati "positivi", ma i numeri sono invece agghiaccianti. Nei primi tre mesi del 2017 proseguono le chiusure aziendali, cioè i fallimenti e le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / IN ITALIA TUTTO VA SECONDO LE PREVISIONI (DI ARTHUR LAFFER): GETTITO FISCALE SCHIANTATO.

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / IN ITALIA TUTTO VA SECONDO LE PREVISIONI (DI ARTHUR LAFFER): GETTITO
Continua

 
AZIENDE AGRICOLE VENETE DISTRUTTE DALLE SANZIONI ALLA RUSSIA, LICENZIAMENTI DI MASSA (E LA FRUTTA RESTA SUGLI ALBERI)

AZIENDE AGRICOLE VENETE DISTRUTTE DALLE SANZIONI ALLA RUSSIA, LICENZIAMENTI DI MASSA (E LA FRUTTA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!