45.064.263
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

COSI' E' SE VI PARE / ECCO IL BRUNETTA PENSIERO.

domenica 5 maggio 2013

''Questo governo o dura o sono guai''. E' quanto scrive Renato Brunetta, presidente dei deputati del Pdl, in un editoriale pubblicato oggi da ''Libero''. ''Non perche' abbiamo paura di perdere le elezioni: le vinceremmo a mani basse, i sondaggi parlano un linguaggio univoco. La questione - sottolinea - e' che si rischierebbe di vincere sulle rovine, piantando la nostra bandiera su una Italia moribonda e con il popolo sfinito e in rivolta''.

''Ovvio - continua l'ex ministro - il governo non deve durare tanto per durare. Esso ha un fondamento storico ed esistenziale - come ho detto nel discorso sulla fiducia a nome del Popolo della Liberta' -, ma la pacificazione nazionale e' in vista del fare, ha per scopo la realizzazione di un programma condiviso. Altrimenti sarebbe un abbraccio nella sala da ballo del Titanic. Occorre manovrare la nave per sottrarla al naufragio. Per questo noi abbiamo individuato, tra gli altri, nel punto dell'abrogazione dell'Imu sulla prima casa la pre-condizione nient'affatto propagandistica dell'accordo, ma una mossa per rimettere in moto fiducia e consumi. Un passo verso una nuova direzione che abbandona il rigore cieco e ingrana la marcia in avanti, mollando il freno a mano innestato dal governo Monti''.

''La sinistra, durante la crisi, ha ingoiato qualsiasi posizione di potere. Tutte le cariche dello Stato sono di suoi uomini e donne. 'Per ottenere questo e un numero squilibrato di ministri - sottolinea - ha fatto valere una superiorita' numerica di seggi dovuta a un premio di maggioranza che andrebbe - secondo giustizia e secondo spirito della legge - restituito, non servendo a garantire una maggioranza di governo. Pd e Sel, che nel frattempo si sono divisi, hanno pero' incassato un premio di scopo per uno scopo che non hanno conseguito (cioe' quello di governare): lo rendano ai proprietari, cioe' agli elettori''. 

''E permane l'idea di una superiorita' morale, per cui si emettono veti inaccettabili contro Berlusconi, senza che Letta osi intervenire. Invece, e' bastato che qualche movimento gay alzasse la voce, per punire ingiustamente Michaela Biancofiore con l'eliminazione della sua delega alle Pari Opportunita'''.

''Cosi' non va bene affatto - sottolinea l'ex ministro - andando avanti cosi' si va a sbattere. Occorre che Letta definisca, nel dialogo con noi, regole precise e simmetriche. Io sono laico, ho le mie idee al riguardo, per nulla bigotte. Qualcuno ricordera' che avevo proposto, a proposito di coppie di fatto, etero ed omosessuali, i DiDoRe (Diritti e Doveri di Reciprocita')''. ''Ma non essendo il matrimonio gay previsto nel programma di governo, perche' ritenere la Biancofiore avversa alle pari opportunita' solo perche' ha espresso opinioni conformi alla Costituzione? Mah. Intanto Fassina pone veti a Berlusconi e non succede niente, neanche un bah da parte di Letta. Cosi' non puo' andare. Eppure rimediare si puo', camminare insieme in una logica di compromesso sensato e nobile e' una strada inderogabile'', conclude Brunetta. (Ansa)


COSI' E' SE VI PARE / ECCO IL BRUNETTA PENSIERO.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL TAR DEL LAZIO SCHIANTA EQUITALIA: LE CARTELLE SONO TUTTE NULLE! (E NON E' UNO SCHERZO)

IL TAR DEL LAZIO SCHIANTA EQUITALIA: LE CARTELLE SONO TUTTE NULLE! (E NON E' UNO SCHERZO)

 
LA MINISTRA KYENGE: IL DDL SUL COSIDDETTO IUS SOLI SARA' PRONTO NELLE PROSSIME SETTIMANE...

LA MINISTRA KYENGE: IL DDL SUL COSIDDETTO IUS SOLI SARA' PRONTO NELLE PROSSIME SETTIMANE...


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!