67.653.825
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PAURA E DELIRIO AL SENATO: ALTRA GIORNATA DI CAOS, GOVERNO IN BILICO, MAGGIORANZA SFALDATA, LEGA & M5S ALL'ATTACCO.

venerdì 1 agosto 2014

Nuova giornata di tensioni a Palazzo Madama dove prosegue l'esame del disegno di legge sulle riforme istituzionali. I gruppi di Lega, M5S e Sel hanno prima abbandonato l'Aula per protesta nei confronti del presidente del Senato Pietro Grasso dopo i tumulti che hanno caratterizzato le sedute di ieri. Successivamente i senatori di M5S e Sel sono rientrati, mentre quelli del Carroccio proseguono nella protesta. Grasso ha aperto i lavori questa mattina deplorando, riferendosi ai fatti di ieri, le "condotte del tutto inaccettabili" contrarie al "decoro perche' minano la dignita'" del Senato. Grasso ha riferito che il Consiglio di presidenza ha "stigmatizzato e censurato" i comportamenti che "non saranno piu' consentiti" di alcuni senatori della Lega. Il presidente ha inoltre spiegato che i senatori questori, dopo aver individuato le responsabilita' dei singoli, procederanno "con l'irrogazione delle piu' gravi sanzioni previste dal Regolamento". E nel ricordare ai gruppi di opposizione il tempo a disposizione per i loro interventi, Grasso ha infine avvisato che "non saranno tollerate piu' interruzioni" anche perche', ha aggiunto, "ho tollerato fin troppo".

Immediate le reazioni di M5S, Lega e Sel. "A queste condizioni non parteciperemo ad alcun voto e non voteremo piu' alcun emendamento", ha dichiarato il capogruppo pentastellato Vito Petrocelli che si e' poi imbavagliato. "La Lega esce dall'Aula", ha detto annunciato il senatore del Carroccio Sergio Divina. E anche Loredana De Petris (Sel), che ha accusato Grasso per il gesto "gravissimo e inaccettabile" di averle tolto la parola come relatrice di minoranza, ha sposato la soluzione dell'abbandono dei lavori dell'Aula precisando che il gruppo rientrera' al momento del voto finale. Anche i senatori ex M5S di Italia Lavori in corso hanno lasciato l'Assemblea. 

Ma critiche a Grasso sono arrivate anche da Vincenzo D'Anna (Gal), Augusto Minzolini (Fi) e Corradino Mineo (Pd). Il senatore democrat Vannino Chiti ha rivolto "un appello a Sel e Lega a rientrare in aula e un appello anche al presidente Grasso perche' si attivi. Altrimenti, non sara' un bel risultato". Sulla stessa lunghezza d'onda il coordinatore Ncd Gaetano Quagliariello: "Vanno ricostruite le condizioni perche' in Aula ci siano tutti i gruppi e ci sia la possibilita' di svolgere discussioni reali e che, alla fine, alla maggioranza sia data la possibilita' di esprimere la propria prevalenza se e' verificata". 

Grasso, che aveva lasciato la presidenza dell'Assemblea alla vicepresidente Valeria Fedeli, e' poi rientrato in Aula annunciando la fine della protesta delle opposizioni: "Ho utilizzato la mia prima assenza dall'Aula - ha spiegato - per venire incontro all'invito che da piu' parti e' venuto affinche' i senatori dell'opposizione rientrassero e vedo con piacere che sono rientrati. Per le riforme costituzionali c'e' bisogno di tutti, naturalmente nei tempi consentiti". In questo clima vanno avanti le votazioni. L'Assemblea sta esaminando gli emendamenti all'articolo 2 del ddl che tratta della composizione e dell'elezione del nuovo Senato. Dopo la bocciatura di un emendamento e' scattato un "canguro" su quasi 1300 proposte di modifica che sono cosi' state tagliate.

Redazione Milano.


PAURA E DELIRIO AL SENATO: ALTRA GIORNATA DI CAOS, GOVERNO IN BILICO, MAGGIORANZA SFALDATA, LEGA & M5S ALL'ATTACCO.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

SENATO   CAOS   RIFORME   BLOCCATE   GRASSO   CONTESTATO   M5S   LEGA   OPPOSIZIONI   FRATTURA   PD   CONFLITTO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ISTAT: IL TERZO TRIMESTRE VA MALE COME I PRECEDENTI: L'ITALIA E' IN STAGNAZIONE (COME FRANCIA PORTOGALLO BELGIO OLANDA)

ISTAT: IL TERZO TRIMESTRE VA MALE COME I PRECEDENTI: L'ITALIA E' IN STAGNAZIONE (COME FRANCIA
Continua

 
SONDAGGIO ELEZIONI PRESIDENZIALI IN FRANCIA: SE SI VOTASSE OGGI, MARINE LE PEN VINCEREBBE IL PRIMO TURNO NETTAMENTE.

SONDAGGIO ELEZIONI PRESIDENZIALI IN FRANCIA: SE SI VOTASSE OGGI, MARINE LE PEN VINCEREBBE IL PRIMO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »