62.043.479
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA BCE AVREBBE POTUTO SVALUTARE L'EURO QUANDO ERA IL MOMENTO GIUSTO ORA LO SUBIRA' COME CONSEGUENZA DEL DECLINO DELLA UE

mercoledì 30 luglio 2014

PARIGI - Secondo diversi analisti finanziari consultati dal quotidiano francese "Le Monde", diversi indizi indicano una tendenza dell'euro al ribasso, c'è chi si spienge a parlare di "declino", provocata soprattutto dalla diversa velocita' con cui viaggiano l'economia dell'Europa e degli Stati Uniti: la prima è in stagnazione, la seconda in forte crescita, dopo i dati del Pil USA del secondo trimestre 2014 che segnano un clamoroso +4%.

Se infatti il primo calo dell'euro registrato sui mercati monetari poteva sembrare legato al contingente inasprimento della crisi in Ucraina, le ultime giornate di scambi sono state poi influenzate da una serie di indicatori negativi per l'economia del Vecchio Continente. Il 22 luglio Eurostat ha confermato che, dopo un leggero miglioramento nel primo trimestre, il debito pubblico dei paesi dell'eurozona e' tornato a crescerei dal 92,7 al 93,9 per cento del Pil europeo.

A cio' si e' aggiunta la sorpresa rilevata dall'indice Ifo sul clima degli affari in Germania, che a luglio e' caduto a 108 da 109,7 i giugno, facendo credere che l'attivita' economica rischia di indebolirsi anche Oltre-Reno. Al contrario i dati incoraggianti si moltiplicano negli Stati Uniti, dove gli ordini di beni durevoli sono saliti piu' del previsto a luglio, mentre l'inflazione al 2,1 per cento su base annua e' al livello piu' alto dal 2012.

"L'accelerazione della ripresa Usa e soprattutto le opposte politiche monetarie adottate dalle Banche centrali sui due lati dell'Atlantico," spiega Jean-Fran§ois Robin di Natixis, "stanno spingendo il dollaro in alto rispetto a tutte le altre valute e soprattutto all'euro".

La Federal Reserve (Fed) Usa, nella riunione dei direttori iniziata ieri e che proseguira' oggi, sta continuando a ridurre gli interventi di "quantitative easing" sui mercati, che attualmente ammontano a 35 miliardi di dollari al mese (26 miliardi di euro), contro gli 85 miliardi di un anno fa; soprattutto, se la ripresa riuscira' ad accelerare, alla meta' del 2015 pensa di aumentare il proprio tasso di riferimento.

Al contrario la Banca centrale europea (Bce) ha dichiarato a giugno che non esitera' a prendere nuove misure per contrastare il rischio deflazione: Cio' significa che i tassi resteranno bassi per molto tempo ancora nella zona Euro" commenta l'economista Philippe Crevel di Cercle des e'pargnants. E questa divergenza costerà cara all'euro. E' altamente probabile che i capitali sfrutteranno il rinnovato vigore e l'accresciuta redditività della valuta americana per migrare verso gli Stati Uniti. 

La svalutazione dell'euro che la BCE avrebbe potuto decidere di mettere in atto autonomamente, con tutti i benefici conseguenti, adesso sarà la conseguenza del declino dell'Europa, e non più di scelte mirate delgi artefici dell'euro. E' una differenza sostanziale che causerà ulteriri difficoltà all'economia già "gelata" dell'Eurozona.

Redazione Milano. 


LA BCE AVREBBE POTUTO SVALUTARE L'EURO QUANDO ERA IL MOMENTO GIUSTO ORA LO SUBIRA' COME CONSEGUENZA DEL DECLINO DELLA UE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

EURO   LE MONDE   DECLINO   UE   USA   CAPITALI   GERMANIA   DEBITO PUBBLICO UE   FED   BCE   EUROSTAT    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi
Continua
 
LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono
Continua
TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario
Continua
 
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini
Continua
 
CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ITALIA AL COLLASSO E PRELIEVO FORZOSO IN ARRIVO? ECCO COSA FARE PER NON ESSERE RAPINATI (DA GOVERNO, TROIKA, UE)

ITALIA AL COLLASSO E PRELIEVO FORZOSO IN ARRIVO? ECCO COSA FARE PER NON ESSERE RAPINATI (DA
Continua

 
STUDIO / TUTTI I NUMERI DELLA CATASTROFE ITALIANA! UN INCUBO CON UNA SOLA FINE: IL DEFAULT (O VIA DALL'EURO. ADESSO!)

STUDIO / TUTTI I NUMERI DELLA CATASTROFE ITALIANA! UN INCUBO CON UNA SOLA FINE: IL DEFAULT (O VIA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!