45.102.272
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ATTACCO FRONTALE DELLA STAMPA TEDESCA A RENZI: ''TANTI ANNUNCI, NESSUN RISULTATO, MALEDUCAZIONE ED EGOCENTRISMO'' (BOOM!)

martedì 29 luglio 2014

BERLINO - La stampa tedesca rivolge un nuovo attacco all'Italia. Il Belpaese "necessita urgentemente di riforme che vengono continuamente annunciate e sempre rimandate". Quando i francesi esibiscono lo stesso atteggiamento - scrive Florian Eder in un commento pubblicato dal quotidiano "die Welt" - i tedeschi sono lesti a dar voce alle loro critiche.

L'Italia, invece, puo' sempre contare "sull'indulgenza dei suoi vicini". La politica francese "non ha mai esibito la leggerezza dell'essere, l'accattivante maleducazione e l'egocentrismo degli italiani", che "si sottopongono alle regole in modo scaltro, sempre pronti ad aggirarle a piacimento".

Dalla Francia l'Europa si aspetta di piu', scrive l'opinionista. Il Belpaese, invece, e' libero di continuare a disinteressarsi dei suoi problemi strutturali. L'Italia "non e' competitiva": gli investitori privati stranieri e italiani "non godono della certezza del diritto e sono costretti a calcolare il controvalore del loro onere fiscale perche' l'amministrazione pubblica non e' in grado di fare il suo lavoro".

Gli investitori vogliono stabilita' nella politica di bilancio e di ordine nell'apparato legislativo e burocratico, e necessitano, per questo, "di riforme strutturali e non di programmi congiunturali da Roma o addirittura da Bruxelles". A settembre - ha annunciato il premier Matteo Renzi - rivolteremo il Paese da testa a piedi.

Il premier, che sembrava colto da una frenesia riformatrice senza precedenti "ha dato il tempo a se' e ai cittadini di tornare belli e abbronzati dalle vacanze", e si e' concesso mille giorni per attuare le riforme strutturali di cui il Paese necessita da molto tempo.

Quelle di Renzi, accusa l'opinionista tedesco, sono promesse note: prima di lui le hanno pronunciato Mario Monti e poi Enrico Letta. Alle promesse seguono, in alcuni casi, addirittura decreti o disegni di legge, ma "una parte importante delle centinaia di progetti di legge degli ultimi tre anni non e' mai diventata legge, e' impigliata nel groviglio degli interessi di parte".

Con la sua richiesta di maggiore "flessibilita'" nella politica fiscale, Renzi ha gia' contagiato mezza Europa, che spera di poter applicare le regole piu' liberamente e che intravede la fine dell'autolimitazione della propria spesa pubblica. La contropartita e' stata promessa, "ma non verra' recapitata prima di mille giorni". 

E con questo ultimo paragrafo, si conclude uno degli articoli più feroci contro Renzi e l'Italia mai pubblicati dalla stampa tedesca ed in particolare da un quotidiano molto vicino, politicamente, alla cancelliera Angela Merkel. 

Redazione Milano. 


ATTACCO FRONTALE DELLA STAMPA TEDESCA A RENZI: ''TANTI ANNUNCI, NESSUN RISULTATO, MALEDUCAZIONE ED EGOCENTRISMO'' (BOOM!)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Die Welt   quotidiano   tedesco   attacco a Renzi   articolo   Italia   Francia   Germania    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA' L'ACQUISTO DI BTP E BOT''

L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA'

venerdì 24 marzo 2017
LONDRA - "L'Unione Europea - osserva il settimanale britannico "The Economist" nella rubrica Charlemagne, dedicata agli affari europei - puo' anche essere una costruzione franco-tedesca, ma quando il
Continua
 
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
 
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
 
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CLAMOROSO / L'UNITA' DEVE PAGARE 110 MILIONI DI EURO DI DEBITI ALLE BANCHE MA I DS LI HANNO ''GIRATI'' ALLO STATO! SCHIFO!

CLAMOROSO / L'UNITA' DEVE PAGARE 110 MILIONI DI EURO DI DEBITI ALLE BANCHE MA I DS LI HANNO
Continua

 
LA COMMISSIONE EUROPEA ORDINA CHE SIANO ABBATTUTI MIGLIAIA DI PIANTE L'ULIVO (IN PUGLIA) COSI' DA FAVORIRE LA TURCHIA.

LA COMMISSIONE EUROPEA ORDINA CHE SIANO ABBATTUTI MIGLIAIA DI PIANTE L'ULIVO (IN PUGLIA) COSI' DA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!