64.789.090
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

OLIGARCHI DI BRUXELLES VOGLIONO ALLARGARE LA UE MA TEDESCHI INGLESI E FRANCESI SONO CONTRARI (I CITTADINI NON I GOVERNI)

domenica 27 luglio 2014

La maggioranza degli abitanti della Germania e circa un metà degli abitanti della Gran Bretagna e della Francia hanno un atteggiamento negativo verso la prospettiva dell'ingresso di Moldova, Georgia e Ucraina nell'Unione Europea, attestano i dati del sondaggio condotto dall'agenzia ICM Research.

Il 27 giugno scorso Georgia, Ucraina e Moldova hanno firmato il Trattato di associazione con UE, parte integrante del quale sono gli accordi sulla zona di libero scambio. Georgia e Moldova hanno già ratificato questi documenti; tutt'e tre i paesi stanno conducendo le riforme per essere conformi ai requisiti imposti dall'Unione Europea ai candidati all'ingresso nell'UE.

Il sondaggio condotto nei tre paesi europei leader — Germania, Francia e Gran Bretagna, rivela che gli abitanti di questi stati piuttosto dubitano della necessità di accogliere nell'UE di Georgia, Moldova e Ucraina. Più di tutti non sono pronti all'allargamento dell'UE i tedeschi. Alla domanda: "Siete favorevoli all'ingresso dei nuovi membri — in particolare Georgia, Ucraina e Moldova, nell'UE?" — soltanto circa l'1% hanno espresso un parere favorevole. Altri 21% hanno espresso il parere "piuttosto favorevole", mentre il 71% degli intervistati hanno risposto negativamente.

I risultati del sondaggio degli abitanti di Francia e Gran Bretagna hanno rivelato che in questi paesi il numero degli ottimisti al riguardo dell'allargamento dell'Unione Europea era superiore: in tutt'e due i paesi circa il 38% hanno espresso il parere favorevole. Tuttavia ancora più degli intervistati — il 47% dei francesi e il 45% degli abitanti della Gran Bretagna — non hanno sostenuto la prospettiva dell'integrazione europea delle ex repubbliche sovietiche. Un certo numero degli europei per ora non ha definito la propria posizione: in Germania "hanno avuto difficoltà nel formulare la risposta" circa il 6% degli intervistati, in Francia — 15%, in Gran Bretagna — 17%.

I dati del sondaggio hanno anche dimostrato che in Gran Bretagna i principali sostenitori dell'allargamento dell'UE sono i giovani in età di 18-24 anni — il 53% degli appartenenti a questa fascia hanno espresso il parere favorevole. Circa un terzo degli intervistati rappresentanti della gioventù britannica per ora non hanno un'idea chiara (il 31% "hanno avuto difficoltà nel formulare la risposta"). I britannici oltre 65 anni d'età sono risultati conservatori: il 62% di loro non vorrebbero che nell'UE spuntassero tre nuovi stati-membri. Soltanto il 25% di questa fascia d'età hanno sostenuto l'allargamento dell'Unione Europea.

Alla pari della Gran Bretagna in Francia la gioventù di 16-24 anni d'età più spesso sostiene l'ingresso dei nuovi membri nell'UE: il 55% degli intervistati valutano positivamente questa ipotesi. I francesi in età superiore ai 55 anni, al contrario, più spesso si esprimono contro l'ingresso — il 60% hanno risposto negativamente.

Le divergenze si notano anche nella comparazione dei risultati in base allo status sociale degli intervistati. Cosicché in Gran Bretagna dirigenti e professionisti di alto livello più spesso sostengono l'ingresso di nuovi membri rispetto alla media degli abitanti — sono il 44% contro il 38%. Disoccupati, pensionati e operai invece a loro volta risultano più spesso contrari all'ingresso (il 56% contro il 45% della media nazionale).

I sondaggi sono stati condotti dalla società ICM Research dall'11 al 24 luglio del 2014 in Francia, Gran Bretagna e Germania. Il campione intervistato era di 3007 persone (1000 in Gran Bretagna, 1006 in Germania, 1001 in Francia) di età superiore ai 16 anni (età superiore ai 18 in Gran Bretagna). Il campione di ciascuno dei paesi rappresenta la popolazione per sesso, età e geografia.

LA VOCE DELLA RUSSIA.


OLIGARCHI DI BRUXELLES VOGLIONO ALLARGARE LA UE MA TEDESCHI INGLESI E FRANCESI SONO CONTRARI (I CITTADINI NON I GOVERNI)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL ''DECRETO GENOVA'' DIVENTA LEGGE, MOLTO PRESTO I LAVORI PER LA RICOSTRUZIONE. PONTE MORANDI DEMOLITO IN DICEMBRE

IL ''DECRETO GENOVA'' DIVENTA LEGGE, MOLTO PRESTO I LAVORI PER LA RICOSTRUZIONE. PONTE MORANDI

giovedì 15 novembre 2018
ROMA - SENATO - Da oggi, è legge. Con 167 voti favorevoli e 49 contrari il Senato ha approvato il Dl Genova in un clima di grande tensione. Con Forza Italia che ha accusato il ministro delle
Continua
 
LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E FRAGILISSIME

LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E

giovedì 15 novembre 2018
BERLINO - Si moltiplicano gli allarmi in Germania per la fragilità delle banche tedesche. Oggi, è l'autorevole quotidiano Handelsblatt a criverne in un lungo articolo di prima
Continua
SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO DI STATO AMERICANO

SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO

mercoledì 14 novembre 2018
La conferenza internazionale di Palermo sulla Libia è stata un grande successo, (a dispetto dell'ostracismo della stampa italiana che lo ha apertamente trascurato -ndr). Gli Stati Uniti hanno
Continua
 
QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN PICCHIATA E PIL -0,2%''

QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN

mercoledì 14 novembre 2018
BERLINO - Sta andando molto peggio di quanto invece aveva previsto il goverrno Merkel per quest'anno. Nel terzo trimestre del 2018, il prodotto interno lordo della Germania ha registrato una
Continua
SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE IN ITALY'' (ADDIO UE)

SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE

mercoledì 14 novembre 2018
Cresce in Italia la diffidenza e il rancore nei confronti dell'Unione europea, con quasi sei italiani su dieci (58%) che si sentono maltrattati dalle politiche comunitarie rispetto agli altri Paesi.
Continua
 
POLIZIA LOCALE DI MILANO SCOPRE DORMITORIO-LAGER (CON 25 AFRICANI DENTRO) IN UN PALAZZO. L'APPARTAMENTO E' DI UN CINESE

POLIZIA LOCALE DI MILANO SCOPRE DORMITORIO-LAGER (CON 25 AFRICANI DENTRO) IN UN PALAZZO.

martedì 13 novembre 2018
MILANO - Venticinque letti ammassati in un quadrilocale dalle pessime condizioni igieniche che ospitava migranti, molti clandestini in Italia. .È quanto trovato gli agenti del Nucleo reati
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ALLA BASE DEL BOOM ECONOMICO INGLESE (PIL MEGLIO DI GERMANIA E USA) ANCHE AVER RIFIUTATO IL ''PATTO DI STABILITA'!

ALLA BASE DEL BOOM ECONOMICO INGLESE (PIL MEGLIO DI GERMANIA E USA) ANCHE AVER RIFIUTATO IL ''PATTO
Continua

 
KATAINEN, IL COMMISSARIO AGLI AFFARI ECONOMICI DELLA UE HA STRIGLIATO L'ITALIA, MA LA FINLANDIA E' PEGGIO DELLA GRECIA

KATAINEN, IL COMMISSARIO AGLI AFFARI ECONOMICI DELLA UE HA STRIGLIATO L'ITALIA, MA LA FINLANDIA E'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!