67.635.358
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

OLIGARCHI DI BRUXELLES VOGLIONO ALLARGARE LA UE MA TEDESCHI INGLESI E FRANCESI SONO CONTRARI (I CITTADINI NON I GOVERNI)

domenica 27 luglio 2014

La maggioranza degli abitanti della Germania e circa un metà degli abitanti della Gran Bretagna e della Francia hanno un atteggiamento negativo verso la prospettiva dell'ingresso di Moldova, Georgia e Ucraina nell'Unione Europea, attestano i dati del sondaggio condotto dall'agenzia ICM Research.

Il 27 giugno scorso Georgia, Ucraina e Moldova hanno firmato il Trattato di associazione con UE, parte integrante del quale sono gli accordi sulla zona di libero scambio. Georgia e Moldova hanno già ratificato questi documenti; tutt'e tre i paesi stanno conducendo le riforme per essere conformi ai requisiti imposti dall'Unione Europea ai candidati all'ingresso nell'UE.

Il sondaggio condotto nei tre paesi europei leader — Germania, Francia e Gran Bretagna, rivela che gli abitanti di questi stati piuttosto dubitano della necessità di accogliere nell'UE di Georgia, Moldova e Ucraina. Più di tutti non sono pronti all'allargamento dell'UE i tedeschi. Alla domanda: "Siete favorevoli all'ingresso dei nuovi membri — in particolare Georgia, Ucraina e Moldova, nell'UE?" — soltanto circa l'1% hanno espresso un parere favorevole. Altri 21% hanno espresso il parere "piuttosto favorevole", mentre il 71% degli intervistati hanno risposto negativamente.

I risultati del sondaggio degli abitanti di Francia e Gran Bretagna hanno rivelato che in questi paesi il numero degli ottimisti al riguardo dell'allargamento dell'Unione Europea era superiore: in tutt'e due i paesi circa il 38% hanno espresso il parere favorevole. Tuttavia ancora più degli intervistati — il 47% dei francesi e il 45% degli abitanti della Gran Bretagna — non hanno sostenuto la prospettiva dell'integrazione europea delle ex repubbliche sovietiche. Un certo numero degli europei per ora non ha definito la propria posizione: in Germania "hanno avuto difficoltà nel formulare la risposta" circa il 6% degli intervistati, in Francia — 15%, in Gran Bretagna — 17%.

I dati del sondaggio hanno anche dimostrato che in Gran Bretagna i principali sostenitori dell'allargamento dell'UE sono i giovani in età di 18-24 anni — il 53% degli appartenenti a questa fascia hanno espresso il parere favorevole. Circa un terzo degli intervistati rappresentanti della gioventù britannica per ora non hanno un'idea chiara (il 31% "hanno avuto difficoltà nel formulare la risposta"). I britannici oltre 65 anni d'età sono risultati conservatori: il 62% di loro non vorrebbero che nell'UE spuntassero tre nuovi stati-membri. Soltanto il 25% di questa fascia d'età hanno sostenuto l'allargamento dell'Unione Europea.

Alla pari della Gran Bretagna in Francia la gioventù di 16-24 anni d'età più spesso sostiene l'ingresso dei nuovi membri nell'UE: il 55% degli intervistati valutano positivamente questa ipotesi. I francesi in età superiore ai 55 anni, al contrario, più spesso si esprimono contro l'ingresso — il 60% hanno risposto negativamente.

Le divergenze si notano anche nella comparazione dei risultati in base allo status sociale degli intervistati. Cosicché in Gran Bretagna dirigenti e professionisti di alto livello più spesso sostengono l'ingresso di nuovi membri rispetto alla media degli abitanti — sono il 44% contro il 38%. Disoccupati, pensionati e operai invece a loro volta risultano più spesso contrari all'ingresso (il 56% contro il 45% della media nazionale).

I sondaggi sono stati condotti dalla società ICM Research dall'11 al 24 luglio del 2014 in Francia, Gran Bretagna e Germania. Il campione intervistato era di 3007 persone (1000 in Gran Bretagna, 1006 in Germania, 1001 in Francia) di età superiore ai 16 anni (età superiore ai 18 in Gran Bretagna). Il campione di ciascuno dei paesi rappresenta la popolazione per sesso, età e geografia.

LA VOCE DELLA RUSSIA.


OLIGARCHI DI BRUXELLES VOGLIONO ALLARGARE LA UE MA TEDESCHI INGLESI E FRANCESI SONO CONTRARI (I CITTADINI NON I GOVERNI)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ALLA BASE DEL BOOM ECONOMICO INGLESE (PIL MEGLIO DI GERMANIA E USA) ANCHE AVER RIFIUTATO IL ''PATTO DI STABILITA'!

ALLA BASE DEL BOOM ECONOMICO INGLESE (PIL MEGLIO DI GERMANIA E USA) ANCHE AVER RIFIUTATO IL ''PATTO
Continua

 
KATAINEN, IL COMMISSARIO AGLI AFFARI ECONOMICI DELLA UE HA STRIGLIATO L'ITALIA, MA LA FINLANDIA E' PEGGIO DELLA GRECIA

KATAINEN, IL COMMISSARIO AGLI AFFARI ECONOMICI DELLA UE HA STRIGLIATO L'ITALIA, MA LA FINLANDIA E'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »