43.275.565
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

TOSI VINCE LA BATTAGLIA CONTRO LA UE: ''LE CASE POPOLARI VANNO PRIMA AI CITTADINI RESIDENTI DA PIU' TEMPO'' (A VERONA)

giovedì 24 luglio 2014

Il sindaco di Verona Flavio Tosi in passato e' stato oggetto di critiche per via di alcune prese di posizioni non condivise dalla base elettorale leghista  ma di sicuro nessuno avra' da ridire sulla vittoria da esso ottenuta contro l'Unione Europea  a favore dei cittadini di Verona.

Tutto e' iniziato quando anni fa fa la Commissione europea aveva aperto un’inchiesta nei confronti dell’Italia in relazione alle norme di accesso all’Edilizia residenziale pubblica del Comune di Verona. La commissione contestava al Comune la violazione del diritto dei cittadini dell’Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri.

Il Comune infatti aveva previsto dei punteggi aggiuntivi da assegnare a chi risiede da tempo in città, ma per i moralizzatori amanti delle frontiere spalancate ad ogni costo questo parametro “costituiva una discriminazione indiretta ai danni dei cittadini migranti e in violazione del diritti Ue”.

Nonostante le pressioni di molti "europeisti" e dello stesso ministro italico degli affari europei, a distanza di 4 anni la procedura è stata archiviata, dando di fatto ragione al sindaco di Verona il quale giustamente esulta: ”Scegliendo di provare a difenderci, rispetto a quella che era palesemente un’interpretazione errata da parte della Commissione europea abbiamo fatto salvo il diritto non solo dei cittadini residenti nel Comune di Verona, ma anche quello di tantissimi altri cittadini residenti in altri Comuni d’Italia, dove si applicano le stesse regole per l’accesso alle abitazioni di edilizia popolare.

Ancora una volta il Governo italiano ha dimostrato la sua straordinaria debolezza e la sua totale subalternità all’Europa: invece di difendere la sua comunità, si è limitato a passare le carte e a farci presente che se fossimo stati condannati avremmo dovuto pagare di tasca nostra le sanzioni. A fronte di questo atteggiamento, noi abbiamo scelto invece di difendere il diritto dei cittadini residenti da più anni nel nostro comune: se avessimo ottemperato subito a quanto ci era stato richiesto, infatti, chiunque fosse arrivato dall’Europa avrebbe avuto lo stesso diritto di chi vive e lavora nella nostra città da molto tempo (almeno otto anni)”.

Indubbiamente questa vittoria dimostra che in Italia e' ancora possibile introdurre delle norme che permettano ai comuni di dare priorita' ai residenti nell'assegnazione di case popolari e sicuramente altri sindaci potrebbero seguire l'esempio di Tosi senza alcun problema.

Ovviamente cio' non avviene e forse non e' un caso che questa notizia e' stata riportata solo dal quotidiano svizzero Il Mattino e da qualche altro blog e censurata dai giornali di regime perche' evidentemente il governo non vuole che i cittadini italiani siano informati.

Da parte nostra invitiamo tutti i nostri lettori a protestare davanti ai loro comuni e a chiedere che seguano l'esempio del comune di Verona perche' quello che ha fatto Flavio Tosi non e' razzismo ma buonsenso.

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra.


TOSI VINCE LA BATTAGLIA CONTRO LA UE: ''LE CASE POPOLARI VANNO PRIMA AI CITTADINI RESIDENTI DA PIU' TEMPO'' (A VERONA)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua
 
IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META' FUORI'' (THERESA MAY)

IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META'

martedì 17 gennaio 2017
LONDRA - La premier del Regno Unito, Theresa May, riferisce il Financial Times  questa mattina, mettera' alla prova i mercati valutari oggi, quando annuncera' un taglio netto con l'Unione
Continua
IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA DETTO ''SOVRANISTA'')

IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA

martedì 17 gennaio 2017
ROMA - "I sovranisti sono tutti quelli che vogliono mettere al centro della propria proposta gli interessi nazionali, la tutela delle nostre imprese, del made in Italy, la difesa dei confini, la
Continua
 
SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA RISPARMIATO 240 MILIARDI!

SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA

lunedì 16 gennaio 2017
BERLINO - Volendo usare una pittoresca espressione napoletana, si potrebbe dire che la Germania che continua a lamentarsi dei tassi di interesse portati a zero dalla Bce perchè questo
Continua
L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI DELLA COSTITUZIONE

L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI

lunedì 16 gennaio 2017
Il Fondo Monetario Internazionale taglia di nuovo le stime di crescita del Pil italiano e prevede che quest'anno verra' registrata una crescita dello 0,7% anziche' dello 0,9%, che era la proiezione
Continua
 
RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN SALUTE (LEGGERE)

RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN

lunedì 16 gennaio 2017
L'epicentro della catastrofe delle banche italiane resta sempre Siena, dove l'intervento dello Stato, seppure ha arrestato lo spettro del bail, in e' peraltro ancora da svolgersi, ma le situazioni
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'AMICIZIA - DICIAMO COSI' - TRA RENZI E VERDINI NASCE TANTO, TANTO TEMPO FA... (INCHIESTA STRAORDINARIA DE L'ESPRESSO)

L'AMICIZIA - DICIAMO COSI' - TRA RENZI E VERDINI NASCE TANTO, TANTO TEMPO FA... (INCHIESTA
Continua

 
''PER DIRLA ALL'INGLESE, HANNO MANDATO TUTTO IN VACCA. LE RIFORME ENTRO L'8 AGOSTO NON SI APPROVERANNO'' (CALDEROLI)

''PER DIRLA ALL'INGLESE, HANNO MANDATO TUTTO IN VACCA. LE RIFORME ENTRO L'8 AGOSTO NON SI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

BORIS JOHNSON: ''CODA DI STATI PER SIGLARE ACCORDI COMMERCIALI CON

18 gennaio - LONDRA - Dopo il chiarificatore discorso di ieri del primo ministro
Continua

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua

THERESA MAY: ''MEGLIO NESSUN ACCORDO CON LA UE CHE UN CATTIVO

17 gennaio - LONDRA - La Gran Bretagna lascerebbe l'Ue senza un accordo commerciale
Continua

PRIMO MINISTRO BRITANNICO: ''MODELLO UE INCOMPATIBILE CON LA NOSTRA

17 gennaio - LONDRA - Il modello dell'Ue e delle istituzioni sovranazionali ''non era
Continua

THERESA MAY: ''VIA DAL MERCATO UNICO E DA CORTE DI GIUSTIZIA E

17 gennaio - LONDRA - L'atteso di scorso di Theresa May sulla Brexit è arrivato ed
Continua

TAJANI PUO' FARCELA, DOPO LA CAPRIOLA DEI LIBERALI CHE HANNO

17 gennaio - BRUXELLES - ''Da Grillo a Berlusconi in meno di una settimana'': i
Continua

RUSSIA PRONTA A COOPERARE CON USA, UE E NATO CON RISPETTO RECIPROCO

17 gennaio - MOSCA - La Russia e' pronta a cooperazione con gli Stati Uniti, l'Unione
Continua

SCANDALO MOTORI DIESEL SI ALLARGA ANCHE ALLA RENAULT

16 gennaio - PARIGI - Lo scandalo dei motori diesel ''truccati'' si allarga. Oltre a,
Continua

ISTAT: E' UFFICIALE, 2016 L'ANNO DELLA DEFLAZIONE IN ITALIA (DAL

16 gennaio - Italia in deflazione nel 2016. In media d'anno, i prezzi al consumo
Continua

BORIS JOHNSON: ''BREXIT, TRUMP PER UN ACCORDO RAPIDO CON IL REGNO

16 gennaio - BRUXELLES - ''Una gran bella notizia'': così il ministro degli Esteri
Continua
Precedenti »