50.879.806
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

L'AMICIZIA - DICIAMO COSI' - TRA RENZI E VERDINI NASCE TANTO, TANTO TEMPO FA... (INCHIESTA STRAORDINARIA DE L'ESPRESSO)

giovedì 24 luglio 2014

Dall'Espresso - in edicola domani - un'aticipazione esplosiva: la vera storia dell'amicizia tra Verdini e Renzi. L'articolo completo sul numero in uscita. L'inchiesta è di Marco Da Milano.

Leggiamo.

"Denis Verdini è un personaggio riservato, non vanta le sue amicizie. E non ha mai rivelato un'antica consuetudine da editore con un distributore di giornali di Rignano sull'Arno:Tiziano Renzi, il padre del premier. È questa la vera storia – raccontata da “l'Espresso” nel numero in edicola domani - dell'inizio del rapporto tra Matteo Renzi e il potente senatore di Forza Italia, nato non da oggi e tutto fuori dalla politica. Intrecciato anni fa quando non si parlava di leggi elettorali, ma di carta stampata: da editare, pubblicare e poi distribuire.

C'era una volta un editore, proprietario di fogli regionali e locali: Il Giornale della Toscana, Il Cittadino di Siena, Metropoli in Valdarno, nel Chianti e nella Piana fiorentina. E c'era un distributore, che consegnava i giornali alle edicole. La carta stampata diventa preziosa quando il figlio del distributore è diventato grande, ha lasciato le colline per muovere alla conquista della Nazione. 

Verdini attraversa tutta la biografia di Renzi come un'ombra. Basta ricordare un'altra pagina finora inedita: il 30 marzo 2005 fu proprio lui a presentare Renzi a Silvio Berlusconi. Berlusconi era a Firenze per una grande manifestazione al Pala Mandela di Firenze organizzata dal capo della Croce Rossa Maurizio Scelli. Dovrebbe essere una kermesse di giovani per Silvio ma è un flop colossale, i pullman non arrivano, gli spalti sono deserti. Berlusconi resta cinque ore in attesa, infuriato con gli organizzatori, lo fanno accomodare in prefettura, la stessa sede della Provincia, c'è un solo lampo di luce in quella giornata da cancellare, quando arriva Verdini con un giovane spavaldo: «Silvio, c'è una persona che devi assolutamente conoscere...».

È il presidente della Provincia, il trentenne Matteo Renzi. «Non è dei nostri», sospira Denis, «ma è bravo». E con B. è un colpo di fulmine.

Ancora: nel 2008 l'editore Verdini organizza una cena sontuosa in una villa fiorentina per festeggiare il decennale del Giornale della Toscana. Ci sono i notabili azzurri della regione al gran completo, ma l'invitato d'onore è un altro, di nuovo Renzi, unico big del centrosinistra toscano presente al festeggiamento, ancora Renzi. Più un amico che un avversario: la Provincia non risparmia la pubblicità sul quotidiano fiorentino, l'uomo di raccordo è il numero uno di Florence multimedia, la società di comunicazione creata da Renzi, Andrea Bacci. Quando Renzi prende la parola in quella cena si fa silenzio, gli amici di Verdini conoscono bene il ragazzo, sanno che vuole candidarsi per sbaragliare la nomenclatura rossa nella corsa per il sindaco dell'anno successivo. Il suo in quel momento sembra un discorsetto di circostanza, del tipo «siamo su sponde diverse, ma è giusto dialogare». Ma anticipa un refrain destinato a tornare attuale.

Oggi che Verdini è il suo principale alleato, il garante del Patto del Nazareno, con un esponente amico nel governo, collocato in una casella-chiave, il sottosegretario alla GiustiziaCosimo Ferri. Di Denis in Forza Italia, infatti, dicono: «Verdini è più renziano che berlusconiano».

Straordinario. Complimenti - max parisi


L'AMICIZIA - DICIAMO COSI' - TRA RENZI E VERDINI NASCE TANTO, TANTO TEMPO FA... (INCHIESTA STRAORDINARIA DE L'ESPRESSO)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
GOVERNO POLACCO: ''LE ENCLAVI MUSULMANE IN EUROPA AGISCONO DA BASI DI SUPPORTO PER I TERRORISTI ISLAMICI''

GOVERNO POLACCO: ''LE ENCLAVI MUSULMANE IN EUROPA AGISCONO DA BASI DI SUPPORTO PER I TERRORISTI

martedì 22 agosto 2017
LONDRA -  "E' ora che l'Europa si svegli e riconosca il problema dello scontro di civilta' causato dal fatto che enclavi musulmane agiscono da basi di supporto per i terroristi". Questa frase
Continua
 
DEBITO PUBBLICO ALLE STELLE OGNI FAMIGLIA DOVRA' RISPONDERNE PER 144.900 EURO E LO ''CHIEDERA' AGLI ITALIANI'' L'AMATA UE

DEBITO PUBBLICO ALLE STELLE OGNI FAMIGLIA DOVRA' RISPONDERNE PER 144.900 EURO E LO ''CHIEDERA' AGLI

domenica 20 agosto 2017
Siete ancora in vacanza o siete già tornati? Non ci siete andati? Tutto ciò è irrilevante, perchè c'è un gigantesco debito che vi aspetta a settembre sull'uscio di
Continua
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
 
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
 
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ZAIA: ''GLI IMMIGRATI CHE ARRIVANO IN VENETO NON SONO PIU' GESTIBILI. SIAMO ALLA REPUBBLICA DELLE BANANE'' (BRAVO!)

ZAIA: ''GLI IMMIGRATI CHE ARRIVANO IN VENETO NON SONO PIU' GESTIBILI. SIAMO ALLA REPUBBLICA DELLE
Continua

 
TOSI VINCE LA BATTAGLIA CONTRO LA UE: ''LE CASE POPOLARI VANNO PRIMA AI CITTADINI RESIDENTI DA PIU' TEMPO'' (A VERONA)

TOSI VINCE LA BATTAGLIA CONTRO LA UE: ''LE CASE POPOLARI VANNO PRIMA AI CITTADINI RESIDENTI DA PIU'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!