68.220.126
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ARGENTINA ANNUNCIA CHE ''UNA TRANSAZIONE CON I FONDI AVVOLTOIO E' IMPOSSIBILE'' (E QUINDI IL 30 LUGLIO SARA' DEFAULT)

mercoledì 23 luglio 2014

BUENOS AIRES - Il governo argentino e' tornato oggi a criticare al giudice Thomas Griesa - il magistrato statunitense che si occupa del suo scontro giudiziario con gli "hedge fund" che non hanno accettato il concambio sui cosiddetti "tango bond" - per le decisioni che ha annunciato oggi a New York, sostenendo che "non ha risolto nulla" in quanto al problema dei pagamenti ai detentori di titoli che hanno accettato gli swap.

Griesa ha respinto oggi la richiesta di una sospensione della sentenza che obbliga Buenos Aires a pagare agli hold out circa 1,3 miliardi di dollari, indicando che "non e' necessario alle trattative o a un eventuale patteggiamento" fra le parti, che deve essere definito in "negoziazioni continuate" che inizieranno domani presso lo "special master" che ha scelto per il caso, Daniel Pollack, e che si devono concludere entro il 30 luglio, data limite perche' l'Argentina non cada in un nuovo default sul suo debito estero.

Nel comunicato diffuso oggi dal ministero dell'Economia argentino non si fa cenno alla trattativa con gli "hedge fund", nuovamente denunciati come "fondi avvoltoio" e si rifiuta anche la possibilita' di un default perche' "default e' non pagare, e l'Argentina paga", malgrado Griesa usi questo termine "ripetendo testualmente le parole della propaganda e delle minacce degli avvoltoi".

L'agenzia Reuters  ha messo in rete un lancio drammatico, al riguardo: "Una transazione con i detentori di obbligazioni argentine rimasti fuori dal concambio non può essere raggiunto per la fine del mese neanche nel caso venissero condotti colloqui serrati. Lo ha detto l'avvocato difensore dell'Argentina nell'udienza tenuta oggi di fronte al giudice Usa Thomas Griesa, cui Buenos Aires ha chiesto una sospensione dell'ordine di pagamento ai detentori dei propri bond che non hanno aderito alla ristrutturazione del debito pubblico del 2002, in attesa di trovare una "soluzione complessiva". L'Argentina ha tempo fino alla fine di luglio per trovare un'intesa con i cosiddetti 'holdout', guidati da un gruppo di hedge fund Usa, ed evitare un nuovo default del paese . L'avvocato ha aggiunto che l'Argentina vuole raggiungere una transazione ma che ciò presuppone un "movimento" da parte degli holdout. Il giudice Griesa dal canto suo ha affermato che tutte le questioni sollevate dal difensore dell'Argentina sono tali da poter essere gestite nell'ambito di un accordo e ha ordinato ai legali delle parti di incontrarsi con il mediatore Daniel Pollack "immediatamente e in maniera continuativa finché un accordo non sarà trovato". Senza accordo - ha avvertito - ci sarà un default, che è la cosa peggiore. Il mediatore Pollack ha poi richiesto un nuovo incontro tra le parti per domani, alle ore 10 a New York".


ARGENTINA ANNUNCIA CHE ''UNA TRANSAZIONE CON I FONDI AVVOLTOIO E' IMPOSSIBILE'' (E QUINDI IL 30 LUGLIO SARA' DEFAULT)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ARGENTINA   DEFAULT   FONDI AVVOLTOIO   USA   NEW YORK   EDGE FOUND    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
NASCE IN SVIZZERA IL COMITATO ''NO ALLA STRISCIANTE ADESIONE ALLA UE'' (SAREBBE IL CASO DI FARLO ANCHE IN ITALIA: NO UE!)

NASCE IN SVIZZERA IL COMITATO ''NO ALLA STRISCIANTE ADESIONE ALLA UE'' (SAREBBE IL CASO DI FARLO
Continua

 
ALLA FACCIA DELLE SANZIONI USA-UE E DELLA STAGNAZIONE IN EUROPA, LA RUSSIA ANNUNCIA: PIL 2014 +1% (MEGLIO DELLA UE!)

ALLA FACCIA DELLE SANZIONI USA-UE E DELLA STAGNAZIONE IN EUROPA, LA RUSSIA ANNUNCIA: PIL 2014 +1%
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »