67.690.947
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LOTTA ALLA DISOCCUPAZIONE: IMPARI IL ''MEDICAL ENGLISH'' CON GARANZIA DEL POSTO DI LAVORO ALL'ESTERO A TEMPO INDETERMINATO

lunedì 21 luglio 2014

MILANO - "Trovare un posto di lavoro a tempo indeterminato in Italia sembra ornai essere un miraggio, specialmente nel settore sanitario. Così noi abbiamo pensato di dare la possibilità di ottenerlo all'estero, in Europa ma anche in Medio Oriente". Il professor Marcello Lofrano inizia in questo modo semplice e chiaro, a spiegare al nostro quotidiano il progetto che la sua scuola presenterà sabato mattina a Milano in via Vivaio 7, il progetto "International Nursing".

Come è nata questa iniziativa, professor Lofrano?

"Guardi, viene da lontano, dalla Cina. Una multinazionale cinese ci ha fatto una richiesta formativa in Italia per neolaureati in Scienze Infermieristiche in Cina. E ci hanno anche chiesto di trovare per loro, alla fine della nostra formazione, un posto di lavoro almeno triennale in Europa, così da poter poi tornare in Cian con un bagaglio di esperienze professionali importante".

Una sfida difficile, ci siete riusciti?

"Sì. A ottobre inizieranno i corsi per loro. Solo che abbiamo riscontrato che la stessa esigenza e forse anche più forte veniva dall'Italia. Andare a lavorare nel settore sanitario, cioè in ospedali, all'estero, in Europa ma anche in Asia e Medio Oriente, presuppone certamente il possesso dei titoli di studio, ma non basta".

Cosa serve, in più?

"La preparazione linguistica e anche in questo caso, non generica: specialistica. Medical English è fondamentale, altrimenti all'estero nessun ospedale vi assumerà".

Quindi, come avete affrontato il problema?

"Innanzitutto, abbiamo creato un pool di esperti, di seguito abbiamo costituito un board scientifico di altissimo livello, e quindi abbiamo strutturato un percorso formativo.

Allora, pensando all'Italia è solo formativo, il vostro progetto?

"Assolutamente no".

Perchè?

"Perchè il nostro network, del quale fa parte la società svizzera Exem Consulting, offre a chi seguirà il nostro percorso di formazione, la garanzia del posto di lavoro all'estero".

Ha detto garanzia.

"Sì, garanzia sotto tutti i punti di vista".

In quali nazioni gli allievi avranno il posto di lavoro?

"In Europa, nei migliori ospedali dell'inghilterra, a Londra e altre città., in Medio Oriente a Dubai e Arabia Saudita". 

Questi posti li lavoro sono ben retribuiti?

"Certamente. In base all'esperienza professionale già maturata dall'allievo in precedenza, dai 1.500 ai 6.000 euro al mese, e il più delle volte il contratto di lavoro comprende l'alloggio. Devo precisare che questi stipendi sono riservati a chi ha un titolo di studio conseguito nell'Unione Europea, cioè valido in tutta l'Unione Europea". 

Può precisare esattamente come e con che procedure avverranno le assunzioni, al termine del vostro corso?

"Noi seguiamo, dall'iscrizione al corso fino alla firma del contratto di lavoro, ogni studente, personalmente, garantendo il buon esito di ogni pratica amministrativa e burocratica nelle nazioni dove, una volta ottenuta la certificazione formativa in Medical English, ciascuno andrà a lavorare.

Lo studente può scegliere la nazione dove andare poi a lavorare, quando si iscrive al corso?

"Assolutamente sì. Può decidere la nazione che preferisce, la città, dando comunque almeno un'alternativa. Molto dipenderà dalla data di iscrizione al corso. Prima ci si iscrive, più ampia è la scelta".

Ci sono posti di lavoro già disponibili?

"Per il gruppo che inizierà il corso in ottobre, abbiamo già ora disponibili 300 posti di lavoro a tempo indeterminato. Trecento posti nelle tre nazioni: Inghilterra, Dubai e Arabia Saudita".

Prima ha detto che i posti di lavoro sono garantiti. Che garanzie date, allora, a chi si iscriverà, che poi effettivamente si realizzerà quanto promettete?

"Contrattualmente, è scritto nero su bianco che se dovesse accadere - ma non accadrà - che l'iscritto non abbia il posto di lavoro stabilito all'atto dell'iscrizione al corso, il tutto subordinato al superamento del corso ovviamente, gli verrà rimborsato l'intero importo versato. Come vede, il rischio - ammesso vi sia - è tutto a carico nostro. Siamo certi di quanto offriamo".

Come si paga il corso?

"In un'unica soluzione, oppure grazie a una convenzione con Deutsche Bank, in piccole rate da poco più di 200 euro al mese. Così l'allievo potrà finire di pagare con lo stipendio una volta assunto, dato che il corso è di 4 mesi.

Com'è organizzato?

"E' un impegno serio: lezioni da lunedì a sabato compreso di 8 ore al giorno per un totale di 650 ore di lezione in tre mesi e mezzo, che diventano quattro per l'intercorrere delle feste natalizie"

Che titolo di studio è indispensabila per accedere?

"Il diploma di infermiere e l'iscrizione all'IPASVI. Sto riferendomi alla laurea in scienze infermieristiche o a un titolo equipollente conseguito nell'Unione Europea, e anche agli infermieri italiani diplomati prima che vi fosse il corso di laurea".

Chi volesse chiarimenti già ora, cosa può fare?

"Ci può telefonare, chiamando lo 0364.536046 oppure può accedere al nostro portale www.hinetgroup.org"

L'intervista al professor Marcello Lofrano è di Max Parisi

Redazione Milano

 


LOTTA ALLA DISOCCUPAZIONE: IMPARI IL ''MEDICAL ENGLISH'' CON GARANZIA DEL POSTO DI LAVORO ALL'ESTERO A TEMPO INDETERMINATO




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
PRESENTATA ALLA PROCURA DI ROMA DENUNCIA CONTRO IL ''GRUPPO BILDERBERG'': VIOLA LA LEGGE ANSEMI SULLE ASSOCIAZIONI SEGRETE

PRESENTATA ALLA PROCURA DI ROMA DENUNCIA CONTRO IL ''GRUPPO BILDERBERG'': VIOLA LA LEGGE ANSEMI
Continua

 
L'INTERVISTA / MATTEO SALVINI PARLA CON ILNORD.IT: ''NON CI PRESENTEREMO AL SUD, ALLE POLITICHE. E NON SIAMO DI DESTRA''

L'INTERVISTA / MATTEO SALVINI PARLA CON ILNORD.IT: ''NON CI PRESENTEREMO AL SUD, ALLE POLITICHE. E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »