50.700.077
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi
ATTACCO TERRORISTICO A Barcellona: 'Cadena Ser', almeno 13 morti in attentato

SPESE ALLEGRE DEL PARTITO DI SARKOZY. SETTANTA MILIONI IN PRANZI CENE VIAGGI ABITI DI LUSSO (MARINE LE PEN PRESIDENTE!)

lunedì 14 luglio 2014

PARIGI - Mentre l'Ump, il grande partito dell'ex presidente francese Nicolas Sarkozy, affonda nella crisi finanziaria, con un debito da oltre settanta milioni di euro, esce il dettaglio delle spese di molti suoi rappresentanti politici. Come l'ex ministra della Giustizia, nonché europarlamentare, Rachida Dati, che - secondo il Canard Enchainé - si sarebbe fatta rimborsare una bolletta telefonica da ben diecimila euro l'anno.

"Senza contare ciò che aveva messo a disposizione di una delle sue collaboratrici, remunerata dal partito con settemila euro al mese", precisa il settimanale, secondo cui nella nota spese di Rachida - nota la sua passione per gli abiti di lusso - c'erano anche biglietti ferroviari per novemila euro e biglietti aerei per quattromila euro nel solo 2013.

"L'Ump mi ha pagato una linea telefonica e un abbonamento all'agenzia di stampa AFP per le mie responsabilità all'interno del partito. Mai e poi mai le mie spese personali sono state rimborsate dall'Ump! Mai", reagisce su Twitter la diretta interessata, minacciando di rivolgersi alla giustizia se queste "calunnie dovessero continuare".

Ma non è tutto: Rachida sferra un attacco contro diversi compagni di partito, come l'ex premier Francois Fillon, incaricato di traghettare l'Ump fino al congresso del prossimo autunno nel triumvirato composto da altri due ex premier, Alain Juppé e Francois Raffarin. "Chiedo solennemente ad alcuni dirigenti dell'Ump tra cui gli ex primi ministri di dire chi ha pagato e paga i loro collaboratori, segretari, missioni, spese varie...", tuona Rachida. Ieri, il partito neogollista - disperatamente a caccia di un leader dopo gli scandali a ripetizione che lo hanno colpito, tra le fatture gonfiate dell'ex segretario Jean-Francois Copé, costretto alle dimissioni, e l'iscrizione nel registro degli indagati di Sarkozy - ha annunciato di avere un debito di oltre 70 milioni di euro.

"Viaggi, ristoranti, auto, telefoni, collaboratori..nell'Ump di Copé il saccheggio era generalizzato", titola il Canard, sottolineando che oltre a Rachida, sono tanti gli esponenti con tendenza a scialacquare. A partire, appunto, dallo stesso Copé, che oltre a favorire le società degli amici con commesse milionarie - nello scandalo legato alla società Bygmalion - si è fatto pagare le bollette di tre cellulari, ha elargito alla moglie Nadia rimborsi di "rappresentanza" per 25.000 euro. Non solo. Secondo Mediapart, l'ex segretario avrebbe anche fatto assumere la moglie come assistente parlamentare. Davanti al maxi-debito che lo logora, l'Ump ha oggi un'unica possibile soluzione: tirare seriamente la cinghia e ridimensionare lo stile di vita dei suoi rappresentanti.

Mentre l'unica vera fonte di reddito che potrebbe salvare le casse del partito nel 2017, anno della prossima corsa all'Eliseo, sono le dotazioni dello Stato. Dopo la disfatta nelle elezioni legislative del giugno 2012, che ha mandato al tappeto 120 deputati neogollisti, questa preziosa dotazione è passata da oltre 30 milioni di euro ad appena 20 milioni nel 2013 e 18 milioni negli anni a venire. "L'Ump è condannata a vincere le prossime elezioni", osserva il quotidiano le Monde. Ma come rivela la direzione del partito: "Come vincere se non si hanno i mezzi per fare campagna?"

Fonte Corriere del Ticino - che ringraziamo

 

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra


SPESE ALLEGRE DEL PARTITO DI SARKOZY. SETTANTA MILIONI IN PRANZI CENE VIAGGI ABITI DI LUSSO (MARINE LE PEN PRESIDENTE!)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MERKEL   SARKOSY   FRANCIA   UMP   SPESE PAZZE   SOLDI RUBATI   PARIGI   GOLLISTI   MARINE LE PEN    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
 
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
 
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
 
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DICHIARA INSOLVENZA LA QUARTA BANCA DELLA BULGARIA PER DEBITI ''NASCOSTI'' (META' DELLE BANCHE DELL'EST SONO COSI')

DICHIARA INSOLVENZA LA QUARTA BANCA DELLA BULGARIA PER DEBITI ''NASCOSTI'' (META' DELLE BANCHE
Continua

 
LA TROIKA E DIRETTAMENTE ANCHE LA UE VOGLIONO IMPORRE IN GRECIA IL DIVIETO DI SCIOPERO (COME COI ''COLONNELLI'')

LA TROIKA E DIRETTAMENTE ANCHE LA UE VOGLIONO IMPORRE IN GRECIA IL DIVIETO DI SCIOPERO (COME COI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!