43.430.118
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SPESE ALLEGRE DEL PARTITO DI SARKOZY. SETTANTA MILIONI IN PRANZI CENE VIAGGI ABITI DI LUSSO (MARINE LE PEN PRESIDENTE!)

lunedì 14 luglio 2014

PARIGI - Mentre l'Ump, il grande partito dell'ex presidente francese Nicolas Sarkozy, affonda nella crisi finanziaria, con un debito da oltre settanta milioni di euro, esce il dettaglio delle spese di molti suoi rappresentanti politici. Come l'ex ministra della Giustizia, nonché europarlamentare, Rachida Dati, che - secondo il Canard Enchainé - si sarebbe fatta rimborsare una bolletta telefonica da ben diecimila euro l'anno.

"Senza contare ciò che aveva messo a disposizione di una delle sue collaboratrici, remunerata dal partito con settemila euro al mese", precisa il settimanale, secondo cui nella nota spese di Rachida - nota la sua passione per gli abiti di lusso - c'erano anche biglietti ferroviari per novemila euro e biglietti aerei per quattromila euro nel solo 2013.

"L'Ump mi ha pagato una linea telefonica e un abbonamento all'agenzia di stampa AFP per le mie responsabilità all'interno del partito. Mai e poi mai le mie spese personali sono state rimborsate dall'Ump! Mai", reagisce su Twitter la diretta interessata, minacciando di rivolgersi alla giustizia se queste "calunnie dovessero continuare".

Ma non è tutto: Rachida sferra un attacco contro diversi compagni di partito, come l'ex premier Francois Fillon, incaricato di traghettare l'Ump fino al congresso del prossimo autunno nel triumvirato composto da altri due ex premier, Alain Juppé e Francois Raffarin. "Chiedo solennemente ad alcuni dirigenti dell'Ump tra cui gli ex primi ministri di dire chi ha pagato e paga i loro collaboratori, segretari, missioni, spese varie...", tuona Rachida. Ieri, il partito neogollista - disperatamente a caccia di un leader dopo gli scandali a ripetizione che lo hanno colpito, tra le fatture gonfiate dell'ex segretario Jean-Francois Copé, costretto alle dimissioni, e l'iscrizione nel registro degli indagati di Sarkozy - ha annunciato di avere un debito di oltre 70 milioni di euro.

"Viaggi, ristoranti, auto, telefoni, collaboratori..nell'Ump di Copé il saccheggio era generalizzato", titola il Canard, sottolineando che oltre a Rachida, sono tanti gli esponenti con tendenza a scialacquare. A partire, appunto, dallo stesso Copé, che oltre a favorire le società degli amici con commesse milionarie - nello scandalo legato alla società Bygmalion - si è fatto pagare le bollette di tre cellulari, ha elargito alla moglie Nadia rimborsi di "rappresentanza" per 25.000 euro. Non solo. Secondo Mediapart, l'ex segretario avrebbe anche fatto assumere la moglie come assistente parlamentare. Davanti al maxi-debito che lo logora, l'Ump ha oggi un'unica possibile soluzione: tirare seriamente la cinghia e ridimensionare lo stile di vita dei suoi rappresentanti.

Mentre l'unica vera fonte di reddito che potrebbe salvare le casse del partito nel 2017, anno della prossima corsa all'Eliseo, sono le dotazioni dello Stato. Dopo la disfatta nelle elezioni legislative del giugno 2012, che ha mandato al tappeto 120 deputati neogollisti, questa preziosa dotazione è passata da oltre 30 milioni di euro ad appena 20 milioni nel 2013 e 18 milioni negli anni a venire. "L'Ump è condannata a vincere le prossime elezioni", osserva il quotidiano le Monde. Ma come rivela la direzione del partito: "Come vincere se non si hanno i mezzi per fare campagna?"

Fonte Corriere del Ticino - che ringraziamo

 

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra


SPESE ALLEGRE DEL PARTITO DI SARKOZY. SETTANTA MILIONI IN PRANZI CENE VIAGGI ABITI DI LUSSO (MARINE LE PEN PRESIDENTE!)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MERKEL   SARKOSY   FRANCIA   UMP   SPESE PAZZE   SOLDI RUBATI   PARIGI   GOLLISTI   MARINE LE PEN    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''

DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''

lunedì 23 gennaio 2017
Donald Trump? "Sono abbastanza ottimista, sembra un moderato". Vladimir Putin? "In politica estera e' quello che dice le cose piu' sensate". Dal settimanale francese Le Journal du Dimanche Beppe
Continua
 
SULLA LEGGE ELETTORALE SALVINI E GRILLO SU POSIZIONI MOLTO SIMILI, MA LE ELEZIONI SI STANNO ALLONTANANDO (CASTA IMPERA)

SULLA LEGGE ELETTORALE SALVINI E GRILLO SU POSIZIONI MOLTO SIMILI, MA LE ELEZIONI SI STANNO

lunedì 23 gennaio 2017
Mentre i giudici della Consulta preparano le loro toghe in vista della seduta di domani, nasce un  asse tra Lega e Movimento cinque stelle sulla legge elettorale. Tanto Beppe Grillo quanto
Continua
DOPO RUSSIA E UNGHERIA, ANCHE LA MACEDONIA VUOLE VIETARE A SOROS E ALLE SUE ORGANIZZAZIONI GOLPISTE DI AGIRE NEL PAESE

DOPO RUSSIA E UNGHERIA, ANCHE LA MACEDONIA VUOLE VIETARE A SOROS E ALLE SUE ORGANIZZAZIONI GOLPISTE

lunedì 23 gennaio 2017
LONDRA - Dopo Russia e Ungheria anche la Macedonia si appresta a vietare tutti gli enti non governativi finanziati da George Soros e a tale proposito e' stata lanciata l'operazione SOS, Stop
Continua
 
DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO PRESIDENTE DEL PAESE''

DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO

venerdì 20 gennaio 2017
WASHINGTON - "Il 20 gennaio del 2017 sarà ricordato come il giorno in cui il popolo divenne di nuovo davvero il presidente del Paese. Le persone dimenticate in questi anni non lo saranno
Continua
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER

venerdì 20 gennaio 2017
Il "rischio politico" rappresentato dall'ascesa dei movimenti populisti ed euroscettici nell'Unione Europea e' al centro delle interviste concesse al "Wall Street Journal" e a "Bloomberg" dal
Continua
 
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI

giovedì 19 gennaio 2017
Brexit in evidenza sulla stampa britannica, ma stavolta per le reazioni europee al discorso della premier del Regno Unito, Theresa May, e agli interventi di alcuni dei suoi ministri delle ultime
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DICHIARA INSOLVENZA LA QUARTA BANCA DELLA BULGARIA PER DEBITI ''NASCOSTI'' (META' DELLE BANCHE DELL'EST SONO COSI')

DICHIARA INSOLVENZA LA QUARTA BANCA DELLA BULGARIA PER DEBITI ''NASCOSTI'' (META' DELLE BANCHE
Continua

 
LA TROIKA E DIRETTAMENTE ANCHE LA UE VOGLIONO IMPORRE IN GRECIA IL DIVIETO DI SCIOPERO (COME COI ''COLONNELLI'')

LA TROIKA E DIRETTAMENTE ANCHE LA UE VOGLIONO IMPORRE IN GRECIA IL DIVIETO DI SCIOPERO (COME COI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!