64.876.689
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SI CHIAMA CRYPTOLOCKER E NON LASCIA SCAMPO: SE INFETTA IL PC LIBERARSENE E' (QUASI) IMPOSSIBILE.

venerdì 11 luglio 2014

Si chiama Cryptolocker ed è diventato il "terrore informatico" di mezzo mondo. Negli Stati Uniti ha già fatto centinaia di migliaia di vittime senza che nessuno, ancora, sia riuscito a fermarlo e il numero sembra destinato a salire, soprattutto in Europa.

Non è un virus normale, non cancella i dati contenuti all’interno dei vostri Computer, ma li cripta, tenendo in ostaggio il PC, per poi chiedere un riscatto per la sua "liberazione". Una sorta di rapitore seriale senza scrupoli che fa pagare un prezzo caro, molto caro, a tutte le sue vittime.

Ma cerchiamo di saperne di più. Cryptolocker, che cos’è?

Cryptolocker è un cavallo di troia nato alla fine del 2013. Definito come una £sorta di Ransomware", il malware è in grado di entrare nei vostri computer, criptare i dati e chiedere un pagamento per la descrittazione.

Cryptolocker, come si prende e come funziona?

Generalmente si diffonde come allegato di posta elettronica, un file ZIP che contiene un file eseguibile con una icona e una estensione pdf. Una volta entrato, il virus si installa nella cartella "documents and settings" con un nome casuale e apparentemente inoffensivo, aggiungendo una chiave al registro che lo avvia in automatico.

Successivamente si connette a uno dei server di comando e controllo e comincia a cifrare i file del disco rigido e delle condivisioni di rete mappate localmente con la chiave pubblica, salvando ogni file cifrato in una chiave di registro.

Tra le estensioni più colpite: Microsoft Office, Open document, Autocad, immagini, ecc.

Cryptolocker: la richiesta di riscatto

Dopo aver completato la cifratura il virus informa l’utente di quanto avvenuto e chiede un riscatto pari a 300 dollari/euro con un voucher anonimo e prepagato per decifrare i file. Ma la minaccia non finisce qui. Perché se la vittima non paga entro 72/100 euro "mai nessuno potrà ripristinare i file" rubati.

Nel caso in cui l’utente decida di sottostare al ricatto, dopo il versamento riceverà un software di decifratura con la chiave privata già precaricata.

Cryptolocker: le vittime

Negli Stati Uniti, ad oggi, sono più di 400mila i computer infettati senza che nessuno riesca a trovare una soluzione. Il 3% delle vittime ha pagato e l’organizzazione che sta dietro a tutto ha raccolto più di quattro milioni di dollari.

L’FBI ha tentato di porre un freno al virus, ma finora non ha avuto nessun successo. Attualmente infatti, pagare sembra l’unico modo per recuperare i file criptati anche se, le istituzioni continuano a consigliare di non farlo. L’unico modo per evitare di perdere i file infatti, è scoprire e cancellare il malware prima che esso completi la procedura di cifratura. Una volta fatta invece, non c’è scampo.

Gli esperti consigliano quindi di prendere misure preventive, come usare programmi o politiche di sicurezza che impediscano che CryptoLocker sia lanciato.

Articolo scritto da Vittoria Patanè per Forexinfo.it - che ringraziamo.


SI CHIAMA CRYPTOLOCKER E NON LASCIA SCAMPO: SE INFETTA IL PC LIBERARSENE E' (QUASI) IMPOSSIBILE.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Cryptolocker   virus   infezione telematica   blocco dati   riscatto   truffa   FBI   USA   Italia   computer   antivirus    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA FRANCIA SI RIVOLTA IN PIAZZA CONTRO MACRON, TENTATO L'ASSALTO ALL'ELISEO, 280.000 MANIFESTANTI, UN MORTO, 272 FERITI

LA FRANCIA SI RIVOLTA IN PIAZZA CONTRO MACRON, TENTATO L'ASSALTO ALL'ELISEO, 280.000 MANIFESTANTI,

domenica 18 novembre 2018
I 'Gilet gialli' bloccano la Francia, chiedono le dimissioni di Emmanuel Macron e danno vita a una protesta che sfocia in tragedia: un morto e 227, di cui sette gravissimi, in scontri con la polizia,
Continua
 
IL ''DECRETO GENOVA'' DIVENTA LEGGE, MOLTO PRESTO I LAVORI PER LA RICOSTRUZIONE. PONTE MORANDI DEMOLITO IN DICEMBRE

IL ''DECRETO GENOVA'' DIVENTA LEGGE, MOLTO PRESTO I LAVORI PER LA RICOSTRUZIONE. PONTE MORANDI

giovedì 15 novembre 2018
ROMA - SENATO - Da oggi, è legge. Con 167 voti favorevoli e 49 contrari il Senato ha approvato il Dl Genova in un clima di grande tensione. Con Forza Italia che ha accusato il ministro delle
Continua
LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E FRAGILISSIME

LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E

giovedì 15 novembre 2018
BERLINO - Si moltiplicano gli allarmi in Germania per la fragilità delle banche tedesche. Oggi, è l'autorevole quotidiano Handelsblatt a criverne in un lungo articolo di prima
Continua
 
SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO DI STATO AMERICANO

SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO

mercoledì 14 novembre 2018
La conferenza internazionale di Palermo sulla Libia è stata un grande successo, (a dispetto dell'ostracismo della stampa italiana che lo ha apertamente trascurato -ndr). Gli Stati Uniti hanno
Continua
QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN PICCHIATA E PIL -0,2%''

QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN

mercoledì 14 novembre 2018
BERLINO - Sta andando molto peggio di quanto invece aveva previsto il goverrno Merkel per quest'anno. Nel terzo trimestre del 2018, il prodotto interno lordo della Germania ha registrato una
Continua
 
SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE IN ITALY'' (ADDIO UE)

SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE

mercoledì 14 novembre 2018
Cresce in Italia la diffidenza e il rancore nei confronti dell'Unione europea, con quasi sei italiani su dieci (58%) che si sentono maltrattati dalle politiche comunitarie rispetto agli altri Paesi.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'ORGANIZZAZIONE METEOROLOGICA MONDIALE: ''SALITA ALL'80% LA PROBABILITA' CHE ARRIVI EL ÑINO'' (ESTATE IN PEZZI)

L'ORGANIZZAZIONE METEOROLOGICA MONDIALE: ''SALITA ALL'80% LA PROBABILITA' CHE ARRIVI EL ÑINO''
Continua

 
IL MARE MEDITERRANEO SALIRA' DI ALMENO UN METRO ENTRO I PROSSIMI 80 ANNI, ADDIO ALLE SPIAGGE ITALIANE UN PO' OVUNQUE.

IL MARE MEDITERRANEO SALIRA' DI ALMENO UN METRO ENTRO I PROSSIMI 80 ANNI, ADDIO ALLE SPIAGGE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!