67.693.034
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

E' INIZIATA LA TEMPESTA SUI MERCATI INTERNAZIONALI E IL MONDO STA CAMBIANDO A VELOCITA' MICIDIALE: DOMANI E' GIA' IERI.

martedì 8 luglio 2014

La Borsa di Milano sta perdendo oltre il 2% e lo spread sta salendo di più del 4%. Tutto oggi, sta accadendo ora. Le banche italiane stanno subendo un violento attacco speculativo al ribasso: MPS perde il 6,13%,UBI banca il 4,65% mentre la Popolare di Milano ha perso il 5,47%. Anche le due - teoricamente - più forti banche italiane, Unicredit e Banca Intesa stanno perdendo rispettivamente il 2,46% e il 3,14%.

Tutto questo accade nel giorno in cui il ministro dell'Economia Padoan presiede l'Ecofin a Bruxelles, che si conclude con un nulla di fatto: il rigore rimane, la flessibilità rimane anch'essa, sì, rimane un miraggio.

Infatti, non appena da Roma in mattinata Renzi ha provato a dire - ripreso al volo dalle agenzie stampa internazionali - che la spesa statale per investimenti nei settori ad alta tecnologia (digitale) deve rimanere fuori dal patto di stabilità, dall'Ecofin è partita una bordata. "Nessuna spesa può restare esclusa dal calcolo debitorio dello Stato" ha ribattuto il commissario ad interim agli Affari economici, Siim Kallas, che anche precisato: "perchè non ci sono spese buone e spese cattive". Fine dei giochi e delle fanfaronate renziane. Almeno per il momento.

Tuttavia, il quadro generale della finanza europea si fa sempre più fosco. Voci insistenti affermano che i trader internazionali sono "disperati" perchè sta iniziando la "ritirata" dai bond europei, iniziando da quelli giudicati più fragili, manco a dire i BTP. E così si spiega lo spread in salita verticale.

Altre voci che abbiamo raccolto dicono che il buco nero Ucraina sommato alla nuova potente alleanza economico-militare Cina-Russia ha di fatto tagliato fuori l'Europa dal core business mondiale. Non è solo il declino italiano a preoccupare, è il complessivo arretramento dell'Occidente europeo, dimostrato dal fatto che la Germania non a caso per il terzo mese di fila vede ridurre la propria produzione industriale. Le esportazioni tedesche nell'Est del mondo frenano e quelle negli Stati Uniti sono sotto scacco.

Già, perchè la Corte di giustizia americana ha messo sotto inchiesta Deutsche Bank per illeciti simili a quelli che hanno provocato una multa da quasi 9 miliardi di dollari ai danni di Bnp Paribas. E non bastasse, anche uno scandalo di spionaggio - nel senso tradizionale del termine - concorre ad arroventare i rapporti tra la Germania e gli Stati Uniti: un funzionario dei servizi segreti tedeschi è stato arrestato perchè faceva il doppio gioco con la Cia. Era a libro paga anche degli americani. 

La situazione complessivamente è caotica. E sotto, cova l'incendio globale della fine dell'euro assommata al forte ridimensionamento del dollaro USA, avviato a perdere il ruolo planetario di valuta standard per le transazioni di materie prime (gas e petrolio) e di valuta forte di riserva. 

I tempi stanno cambiando ad una velocità impressionante, così accelerata da far perdere il senso della prospettiva. Il futuro sta trasformandosi nel presente con una rapidità che lascia spiazzata la vecchia Europa e paralizzata l'amministrazione Obama, non per niente giudicato da un recentissimo sondaggio "il peggior presidente dalla fine della Seconda Guerra Mondiale" riuscendo a battere perfino George W. Bush. 

max parisi

 


E' INIZIATA LA TEMPESTA SUI MERCATI INTERNAZIONALI E IL MONDO STA CAMBIANDO A VELOCITA' MICIDIALE: DOMANI E' GIA' IERI.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MERCATI   ITALIA   BTP   RUSSIA   CINA   OCCIDENTE   TEMPESTA   FINANZIARIA   PADOAN   ECOFIN    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA SCELLERATA POLITICA NATO-UE CONTRO LA RUSSIA HA PRODOTTO UN EFFETTO PLANETARIO: E' NATO IL COLOSSO RUSSIA-CINA

LA SCELLERATA POLITICA NATO-UE CONTRO LA RUSSIA HA PRODOTTO UN EFFETTO PLANETARIO: E' NATO IL
Continua

 
PUTIN ALLA CONQUISTA DELL'AMERICA (LATINA): NEI PROSSIMI GIORNI SARA' IN BRASILE, ARGENTINA, CUBA E AL 6° SUMMIT BRICS!

PUTIN ALLA CONQUISTA DELL'AMERICA (LATINA): NEI PROSSIMI GIORNI SARA' IN BRASILE, ARGENTINA, CUBA E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »