70.721.565
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

''LA REGOLA DEL 3% L'HO INVENTATA IO, MA NON HA ATTENDIBILITA' SCIENTIFICA, LA FECI PER ACCONTENTARE MITTERAND'' (ABEILLE)

martedì 8 luglio 2014

BRUXELLES - La regola del 3% di deficit sul Pil "fu una scelta casuale, senza nessun ragionamento scientifico", "dovevamo fare in fretta" ed "e' venuto fuori in un'ora". Lo dice Guy Abeille, meglio conosciuto come 'Monsieur 3%', l'uomo che rivendica la paternita' del limite imposto nel patto di stabilita', che lavorava al ministero delle Finanze di Parigi.

In un'intervista a Repubblica afferma che la regola nacque dalla volonta' di Francois Mitterrand, eletto all'Eliseo, di "fermare la deriva" del deficit lasciato da Valery Giscard d'Estaing. "Avevamo pensato in termini assoluti di stabilire come soglia massima 100 miliardi di franchi. Ma era un limite inattendibile data l'alta fluttuazione dei cambi e le possibili svalutazioni. Quindi decidemmo di dare il valore relativo rispetto al Prodotto interno lordo che all'epoca era di 3.300 miliardi. Da qui il fatidico 3%".

La regola, spiega, aveva funzionato bene negli anni ottanta ed "e' stato Jean-Claude Trichet, allora direttore generale del ministero del Tesoro, a proporre questa norma durante i negoziati per il Trattato di Maastricht. Per paradosso, la Germania ha adottato la norma del 3% di deficit sul Pil fino a farne uno dei punti centrali del Patto di Stabilita'. Trovo divertente che questa regola nata quasi per caso e oggi imposta dai tedeschi sia nata proprio in Francia". "Immaginavo - conclude - che ci sarebbero stati degli studi piu' approfonditi, in particolare quando il parametro e' stato esteso all'Europa. E invece il 3% rimane ancora oggi intoccabile, come una Trinita'"

Le reazioni non si sono fatte attendere.

"Oggi, grazie a un'intervista rilasciata dal matematico Abeille, scopriamo che la regola del 3% del rapporto deficit-pil e' stata una sua invenzione casuale ideata negli anni '80 su richiesta di Mitterand. Coniata di sana pianta, e' diventata la tavola dei comandamenti di Maastricht alla quale tutti i governi si sono 'appecoronati'. La scienza continua a fare i suoi danni se non e' supportata da senso critico e in Italia nessuno l'ha avuto".

E' quanto afferma in una nota il capogruppo di Fratelli d'Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.

"Desta sconcerto sapere che non ci sia nulla di certo in termini di politica economica e finanche di regole matematiche. Siamo nelle mani di apprendisti stregoni e di 'avvelenatori di pozzi' perche' sappiamo tutti il peso avuto sul corpo vivo dell'Italia e dell'Europa ovvero su famiglie, imprese, Comuni - prosegue -. Sulla questione e' pronta un'interrogazione al ministro Padoan cui comunque chiediamo di riferire in aula su questa paradossale notizia". 


''LA REGOLA DEL 3% L'HO INVENTATA IO, MA NON HA ATTENDIBILITA' SCIENTIFICA, LA FECI PER ACCONTENTARE MITTERAND'' (ABEILLE)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ABEILLE   MATEMATICO   MITTERAND   FORMULA FALSA   INUTILE   UE   DILETTANTI   INCAPACI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione
Continua
 
SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri
Continua
CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA BASTIGLIA S'AVVICINA

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA

lunedì 5 agosto 2019
LONDRA - I guai sembrano non finire mai per il presidente francese Emmanuel Macron. Non bastassero i gilet gialli adesso ci sono anche i contadini che protestano vivamente contro l'inquilino
Continua
 
ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna
Continua
FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE LA BREXIT NEL MONDO

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE

lunedì 29 luglio 2019
LONDRA - Nigel Farage e' veramente determinato a far uscire la Gran Bretagna dalla UE e lo dimostra il fatto che da molti anni sia in politica con questo scopo prima tramile lo UKIP e adesso col
Continua
 
LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO

giovedì 25 luglio 2019
MILANO - Dal cioccolato ai formaggi, dal buon cibo al latte sino alle biciclette, alle barche e agli articoli sportivi. Cresce in maniera esponenziale l'export di prodotti legati al turismo dalla
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
VA IN PEZZI IL TENTATIVO DI HOLLANDE DI RIUNIRE SINDACATI E IMPRENDITORI FRANCESI PER SOSTENERE LA SUA POLITICA PRO-UE.

VA IN PEZZI IL TENTATIVO DI HOLLANDE DI RIUNIRE SINDACATI E IMPRENDITORI FRANCESI PER SOSTENERE LA
Continua

 
REPORTAGE / L'UCRAINA E' IN CONDIZIONI ECONOMICHE E SOCIALI APOCALITTICHE. LA UE S'E' N'E' RESA CONTO MA E' TROPPO TARDI

REPORTAGE / L'UCRAINA E' IN CONDIZIONI ECONOMICHE E SOCIALI APOCALITTICHE. LA UE S'E' N'E' RESA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!