42.141.107
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

TERRORISTA... A CHI? PER LA SERBIA TOMISLAV PRINCIP CHE SPARO' ALL'ARCIDUCA FRANCESCO FERDINANDO, E' UN EROE NAZIONALE

domenica 29 giugno 2014

SARAJEVO - La commemorazione del centenario dall'attentato di Sarajevo ha creato negli ultimi giorni numerose polemiche e nuove spaccature tra i rappresentanti delle tre etnie che compongono la Bosnia. Il tema dell'attentatore serbo bosniaco Gavrilo Princip e del ruolo dell'impero austroungarico in Bosnia rappresenta da sempre un oggetto di disputa, in particolare per quanto riguarda gli storici bosniaci musulmani e quelli serbi. Il centenario ha segnato, nei giorni scorsi, un momento di forti spaccature anche sulla scena politica regionale, dopo numerosi segni di distensione tra Sarajevo e Belgrado. La prima visita ufficiale del premier serbo, Aleksandar Vucic, avvenuta proprio a Sarajevo, e' stata accolta dai media locali come un nuovo inizio nelle relazioni tra la Bosnia e la Serbia, ma il rifiuto del presidente di Belgrado, Tomislav Nikolic, di partecipare alla cerimonia della commemorazione ha gelato di nuovo i rapporti. 

Nikolic aveva dichiarato di non intendere partecipare alla cerimonia a Vijecnica, ex municipio ed ex biblioteca di Sarajevo, recentemente restaurata proprio per ospitare la commemorazione, in quanto l'edificio presenta una scritta che si riferisce ai serbi come a dei "criminali" che hanno incendiato, nell'agosto del 1992, il fondo bibliotecario nazionale bosniaco. Le polemiche hanno inoltre toccato anche alcuni temi a prima vista secondari, come l'emissione, da parte delle poste della Repubblica Srpska, l'entita' serba della Bosnia, di un francobollo commemorativo dell'attentatore Gavrilo Princip, considerato a oggi come un eroe nazionale da parte dei serbi. La societa' filatelica di Banja Luka ha infatti reagito in modo durissimo al divieto, imposto dall'Agenzia centrale bosniaca per le poste, di emettere i francobolli di Princip.

La societa' ha affermato in una nota stampa che "un buon numero di persone appartenenti ai popoli bosniaco-musulmano e croato ha lottato, nella Prima guerra mondiale, contro la Serbia e contro i serbi, dalla parte dell'impero austro-ungarico e della Germania, e ora l'odio, lungo un secolo, nei confronti di tutto cio' che e' serbo, si e' manifestato nuovamente all'interno dell'Agenzia centrale per le poste". Polemiche anche sull'iniziativa del cantone di Sarajevo e della municipalita' di Stari grad (citta' antica, nel centro di Sarajevo) sulla ristrutturazione di un vecchio monumento all'arciduca Francesco Ferdinando, eretto dagli austro-ungarici in seguito all'attentato. Il progetto dovrebbe costare 15 mila euro e, nell'idea degli amministratori cantonali, "dovrebbe attirare un gran numero di turisti nella capitale bosniaca". Il primo a reagire all'iniziativa e' stato lo storico e politologo Minel Abaz, secondo cui "in un momento di crisi economica e sociale non si dovrebbero erigere monumenti di questo tipo". 

Secondo Abaz, inoltre, "Francesco Ferdinando non rappresenta un personaggio storico degno di un monumento a Sarajevo, dato che e' stato un simbolo di occupazione e colonizzazione e ha agito dalla posizione superiore rispetto ai popoli soggiogati". Anche secondo il professore di storia Edin Radusic, interpellato dall'emittente "Radio Slobodna Evropa", versione balcanica della testata statunitense "Radio Free Europe", Francesco Ferdinando e' stato "un personaggio negativo e valorizzarlo oggi significa avere un rapporto non critico nei confronti del passato". 

Per il filosofo francese Bernard-Henri Levy "non si possono tracciare parallelismi tra la Bosnia di cent'anni fa e la Bosnia di oggi". Levy ha parlato dello scontro di 20 anni fa come di una "ferita sanguinosa e una vergogna di tutti gli europei". Precedentemente, il presidente della Repubblica Srpska, Milorad Dodik, aveva affermato che Sarajevo "non rappresenta il luogo idoneo per commemorare l'attentato che ha sancito l'inizio della Prima guerra mondiale" e ha chiesto ai leader dell'Ue di non partecipare alla cerimonia nella capitale bosniaca. Dodik ha inoltre criticato "l'intenzione di sfruttare il centenario per ricordare anche la guerra degli anni Novanta". Secondo Dodik, non si tratterebbe di altro che "di un piano orientato contro i serbi".

 


TERRORISTA... A CHI? PER LA SERBIA TOMISLAV PRINCIP CHE SPARO' ALL'ARCIDUCA FRANCESCO FERDINANDO, E' UN EROE NAZIONALE




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: ''PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTERELLUM, UN'OTTIMA LEGGE ELETTORALE MAGGIORITARIA''

L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: ''PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTERELLUM, UN'OTTIMA LEGGE

lunedì 5 dicembre 2016
Abbiamo cercato al telefono Roberto Maroni, Governatore della Lombardia e figura di primissimo piano della Lega, per chiedergli qual è la sua idea, la sua proposta, per la nuova legge
Continua
 
DIMISSIONI? SOLO DI FACCIATA: LA CERCHIA RENZIANA DEL PD CONFERMA CHE IL CAPO VUOLE RESTARE AL POTERE, DIMISSIONI BUFALA

DIMISSIONI? SOLO DI FACCIATA: LA CERCHIA RENZIANA DEL PD CONFERMA CHE IL CAPO VUOLE RESTARE AL

lunedì 5 dicembre 2016
ROMA -  Da stentare a crederci, eppure è quanto rilanciano le agenzie:"Resta in campo e dara' battaglia. Di fatto questo referendum si e' trasformato in una vera e propria elezione
Continua
IL PARLAMENTO SLOVACCO APPROVA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA UNA LEGGE CHE DI FATTO VIETA L'ISLAM E LE SUE ORGANIZZAZIONI

IL PARLAMENTO SLOVACCO APPROVA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA UNA LEGGE CHE DI FATTO VIETA L'ISLAM E LE

lunedì 5 dicembre 2016
LONDRA - Alcuni mesi fa la Slovacchia ha attratto molte critiche per aver rifiutato di accettare rifugiati di religioni musulmane ma se qualcuno pensa che il governo abbia fatto dietrofront si
Continua
 
LA VITTORIA DEL NO CONSEGNA ALLE FORZE CHE L'HANNO OTTENUTA L'ONORE DI CAMBIARE L'ITALIA, NON LA COSTITUZIONE! CORAGGIO!

LA VITTORIA DEL NO CONSEGNA ALLE FORZE CHE L'HANNO OTTENUTA L'ONORE DI CAMBIARE L'ITALIA, NON LA

lunedì 5 dicembre 2016
E' l'alba di una nuova stagione per l'Italia. E non è l'inverno, che arriva. Noi di questo giornale abbiamo combattuto contro l'arroganza, l'ignoranza, e la stupidità di un ormai ex
Continua
DOMENICA LE ELEZIONI PRESIDENZIALI IN AUSTRIA POSSONO CAMBIARE RADICALMENTE L'EUROPA: NORBERT HOFER E' IN TESTA

DOMENICA LE ELEZIONI PRESIDENZIALI IN AUSTRIA POSSONO CAMBIARE RADICALMENTE L'EUROPA: NORBERT HOFER

giovedì 1 dicembre 2016
VIENNA - Mentre in Italia si voterà su una controversa riforma della Costituzione, che è la Carta di tutti gli italiani ed è grottesco sia "riformata" da una sola parte come
Continua
 
LA NUOVA STELLA DEL FIRMAMENTO REPUBBLICANO SI CHIAMA TOMI LAHREN, UNA RAGAZZA CHE FARA' MOLTA STRADA

LA NUOVA STELLA DEL FIRMAMENTO REPUBBLICANO SI CHIAMA TOMI LAHREN, UNA RAGAZZA CHE FARA' MOLTA

mercoledì 30 novembre 2016
Nella galassia dei repubblicani e' nata una nuova stella: Tomi Lahren, giornalista e opinionista politica, e' una donna di 24 anni che al fascino estetico combina doti oratorie e di persuasioni che
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
STAMPA TEDESCA: ''LA COMMISSIONE UE A UN DINOSAURO E LE REGOLE NON SI CAMBIANO: GIU' LE MANI DAL PATTO DI STABILITA'!''

STAMPA TEDESCA: ''LA COMMISSIONE UE A UN DINOSAURO E LE REGOLE NON SI CAMBIANO: GIU' LE MANI DAL
Continua

 
L'ARGENTINA PAGA I DEBITI DEI ''TANGO BOND'' MA NON QUELLI IN POSSESSO DEI FONDI AMERICANI (DEFAULT RINVIATO AL 31 LUGLIO)

L'ARGENTINA PAGA I DEBITI DEI ''TANGO BOND'' MA NON QUELLI IN POSSESSO DEI FONDI AMERICANI (DEFAULT
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

PROPOSTA M5S: APPLICHIAMO L'ITALICUM ANCHE AL SENATO E POI SUBITO

5 dicembre - ''Ora ci troviamo con due leggi elettorali tra Camera e Senato molto
Continua

BRUNETTA: ''40% DI SI' NON SONO VOTI DI RENZI, CHI LO DICE MENTE''

5 dicembre - Brunetta: ''Dalle parti del Nazareno provano a consolarsi con
Continua

IN SICILIA UNA VALANGA DI NO HA SEPPELLITO RENZI: 80% IN ALCUNI

5 dicembre - ''In Sicilia una valanga di No ha seppellito Renzi, Crocetta e tutto il
Continua

TRENTINO: IL PRESIDENTE PD DELLA REGIONE PRENDA ESEMPIO DA RENZI E

5 dicembre - TRENTO - ''Il risultato del referendum in provincia di Trento, con la
Continua

SALTA L'AUMENTO DI CAPITALE DI MPS, SI VA VERSO IL BAIL IN SE VOTO

5 dicembre - SIENA - Slitta di qualche giorno, almeno tre o quattro, la decisione
Continua

IL PAPA COMUNISTA L'HA PRESA MALE, LA SONORA SCONFITTA DI RENZI.

5 dicembre - CITTA' DEL VATICANO - Il papa comunista l'ha presa male, la sonora
Continua

DIJSSELBLOEM GETTA LA SPUGNA: IMPOSSIBILE SPREMERE L'ITALIA CON

5 dicembre - ''Ho parlato con il ministro italiano Padoan oggi. A causa della
Continua

LA (EX) MINISTRA BOSCHI HA PIANTO? ANCHE TANTI RISPARMIATORI DI

5 dicembre - ''Ieri il ministro Boschi ha pianto? Tanti risparmiatori di Banca
Continua

LUCA ZAIA: MATTARELLA SCIOLGA LE CAMERE, ELEZIONI SUBITO.

5 dicembre - VENEZIA - ''Renzi si e' dimesso e Mattarella puo' solo sciogliere le
Continua

LA UE ''DONA'' LA FORTE SOMMA DI 30 MILIONI DI EURO PER TUTTI I

1 dicembre - BRUXELLES - Gli ''sciacalli'' della Ue non si smentiscono
Continua

+++ESPLOSIONE NELLA RAFFINERIA ENI DI SANNAZZARO DE BURGONDI +++

1 dicembre - PAVIA - Esplosione intorno alle 16 all'interno della raffineria Eni di
Continua

GOVERNO: ''MPS SOLIDA, SIAMO FIDUCIOSI'' BORSA SUBITO DOPO: MPS

1 dicembre - MILANO - BORSA - ''L'aumento di capitale di Mps sta andando avanti e
Continua

RENZI: ''BLOCCHEREMO L'APPROVAZIONE DEL BILANCIO UE!'' (BUFALA:

1 dicembre - BRUXELLES - Ricordate la sparata di Renzi che giorni fa aveva detto
Continua

BORSE EUROPA PEGGIORANO, MALE MILANO (OVVIAMENTE) CON CADUTA INDICI

1 dicembre - Le Borse europee peggiorano, nonostante il buon andamento degli
Continua

L'EURO CADE A 1,05 SUL DOLLARO E ABBATTE I ''PALETTI'' AL RIBASSO

30 novembre - FRANCOFORTE - L'euro è sceso oggi in chiusura a 1,0607 dollari, dai
Continua

SALVINI: FAREMO IL CONGRESSO DELLA LEGA ENTRO L'INVERNO...

30 novembre - ''Non ho la minima preoccupazione del congresso, lo faremo, escludo il
Continua

SCHAEUBLE DICHIARA: VOTEREI SI' AL REFERENDUM ITALIANO, AUGURO

30 novembre - BERLINO - Nel corso del suo intervento al Berlin Foreign Policy Forum,
Continua

USA IN PIENO BOOM ECONOMICO (ALLA FACCIA DEI GUFI CONTRO TRUMP)

29 novembre - Crescita superiore alle attese per l'economia statunitense nel terzo
Continua

MPS SPROFONDA OLTRE OGNI LIMITE: IERI HA PERSO IL 13% IN BORSA

26 novembre - Da lunedi' entra nel vivo il tentativo di salvataggio di Mps con l'avvio
Continua

SALA ANDREBBE AL SENATO SOLO UN GIORNO LA SETTIMANA: ''PRIMA

25 novembre - Il sindaco di Milano Giuseppe Sala ritiene ''positiva'' la presenza dei
Continua
Precedenti »