57.665.252
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

STAMPA TEDESCA: ''LA COMMISSIONE UE A UN DINOSAURO E LE REGOLE NON SI CAMBIANO: GIU' LE MANI DAL PATTO DI STABILITA'!''

sabato 28 giugno 2014

La commissione europea a un ''dinosauro'', e ''giu' le mani dal patto di stabilita''' perche' ''le regole attuali non si cambiano''. Non sono teneri alcuni commenti della stampa tedesca all'indomani del vertice europeo che ha scelto Jean-Claude Juncker per la guida della commissione e un programma di massima per il 'governo dell'Europa'.

Con l'elezione di Juncker ''per la prima volta'' viene nominato il capolista di un gruppo politico, sottolinea la Sueddeutsche Zeitung, che ricorda le priorita' della legislatura: crescita e lavoro, con la questione dell'approvvigionamento energetico e della riduzione delle emissioni sullo sfondo. La cancelliera Angela Merkel e Matteo Renzi hanno ''messo da parte il litigio'' sulla flessibilita' nel patto di stabilita': ''Le regole attuali non si cambiano''.

Eppure per la Frankfurter Allgemeine Zeitung (Faz) ''i Paesi cercano buchi'' per allentare il rigore. In particolare Renzi ha sostenuto la necessita' di ''piu' spazio per gli Stati membri che volessero sostenere la crescita con investimenti pubblici, scrive la Faz online, chiedendo per l'Italia piu' tempo per la riduzione del suo debito. Ma non ha ottenuto un assenso''.

Piu' netto il tabloid Bild, per cui ora ''i Paesi indebitati del sud vorrebbero stracciare il patto di stabilita'. Il loro motto: ancora piu' debiti per aumentare crescita e occupazione. Se fosse cosi' oggi Grecia e Italia dovrebbero gia' avere la piena occupazione''. Bild - ricordando come il lussemburghese non sia contrario agli eurobond - teme che Juncker ''chiuda un occhio sul rigore'', come gia' fatto da capo dell'eurogruppo. Il quotidiano economico Handelsblatt spende invece parole di elogio per Juncker, ''che ha dovuto sopportare molte critiche, ma e' la giusta scelta: per lui parlano la sua esperienza e il suo ruolo di grande integrazionista europeo''.

Spiegel-online titola sul ''dinosauro Juncker'', che nella sua carriera politica ha gia' conosciuto tre cancellieri dal 1989, quando e' diventato per la prima volta ministro del suo Paese. Certamente Angela Merkel, che ha sostenuto Juncker, non e' la piu' felice per la nomina, scrive Die Welt. ''Altri hanno mostrato la propria contentezza piu' della cancelliera: il presidente uscente Jose' Manuel Barroso, il capo dei Popolari al parlamento Ue, Manfred Weber, persino i socialisti europei''.

Per Bild Merkel ''avrebbe preferito un nome che significasse piu' chiaramente un nuovo inizio, come quello del collega irlandese Enda Kenny''. Ma ora ''Juncker e' piu' potente di Merkel'', si chiede ancora Bild? ''Si e no. Come capo della commissione ha in mano il potente apparato legislativo dell'Ue. L'85% delle leggi tedesche risalgono a un'iniziativa europea'', ricorda il tabloid.

''D'altra parte il presidente della commissione puo' solo avviare cio' che i governi condividono, ed e' particolarmente dipendente dall'influenza e dai fondi dei grandi Stati membri. Se la Germania e la Francia sono d'accordo, anche il presidente della commissione non ha potere''. 

Redazione Milano


STAMPA TEDESCA: ''LA COMMISSIONE UE A UN DINOSAURO E LE REGOLE NON SI CAMBIANO: GIU' LE MANI DAL PATTO DI STABILITA'!''




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
CLIMA DA GUERRA FREDDA: GLI USA BLOCCANO ENORMI INVESTIMENTI CINESI IN AMERICA NEL SETTORE TLC. SOSPETTI DI SPIONAGGIO

CLIMA DA GUERRA FREDDA: GLI USA BLOCCANO ENORMI INVESTIMENTI CINESI IN AMERICA NEL SETTORE TLC.

venerdì 23 febbraio 2018
WASHIGTON - I regolatori statunitensi hanno bloccato l'acquisizione da parte di un fondo cinese appoggiato dallo Stato della Cina dell'azienda texana Xcerra, produttrice di apparecchiature per il
Continua
 
VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL. L'ALTERNATIVA? LASCIARE LA UE

VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL.

giovedì 22 febbraio 2018
Uno dei punti principali dei partiti sovranisti riguarda la rinegoziazione degli accordi che reggono la ue e la sua profonda struttura antidemocratica o l’uscita del paese dall’unione
Continua
ESCLUSIVO / INTERVISTA AL GENERALE UMBERTO RAPETTO PRONTO A TORNARE ''IN AZIONE'' CON IL NUOVO GOVERNO DI CENTRODESTRA

ESCLUSIVO / INTERVISTA AL GENERALE UMBERTO RAPETTO PRONTO A TORNARE ''IN AZIONE'' CON IL NUOVO

mercoledì 21 febbraio 2018
ROMA - Matteo Salvini  ha "lanciato" oggi Umberto Rapetto, ex generale della Guardia di Finanza, per un ruolo di "super manager" della sicurezza informatica nel prossimo governo. Non un ruolo da
Continua
 
SQUADRACCIA ROSSA MASSACRA DI BOTTE MASSIMO URSINO, DIRIGENTE DI FORZA NUOVA. IN 10 CONTRO 1 L'HANNO LEGATO E MASSACRATO

SQUADRACCIA ROSSA MASSACRA DI BOTTE MASSIMO URSINO, DIRIGENTE DI FORZA NUOVA. IN 10 CONTRO 1

mercoledì 21 febbraio 2018
PALERMO - Almeno sei persone hanno accerchiato a Palermo il responsabile provinciale di Forza Nuova, Massimo Ursino, legandolo mani e piedi con nastro adesivo da imballaggio e pestandolo a sangue. E'
Continua
CENSURA / NESSUNO RACCONTA IN ITALIA LE CATASTROFICHE CONDIZIONI DEL BILANCIO UE: BUCO INSANABILE DA 13 MILIARDI

CENSURA / NESSUNO RACCONTA IN ITALIA LE CATASTROFICHE CONDIZIONI DEL BILANCIO UE: BUCO INSANABILE

lunedì 19 febbraio 2018
LONDRA - Il mese di maggio potrebbe rappresentare l'inizio della fine della UE visto che in questa data si decidera' il bilancio comunitario per il periodo 2021-2027 e i conti davvero non
Continua
 
ARRESTATO PER CORRUZIONE IL GOVERNATORE DELLA BANCA CENTRALE DELLA LETTONIA CHE E' ANCHE MEMBRO DEL VERTICE DELLA BCE

ARRESTATO PER CORRUZIONE IL GOVERNATORE DELLA BANCA CENTRALE DELLA LETTONIA CHE E' ANCHE MEMBRO DEL

lunedì 19 febbraio 2018
La pesantissima accusa di corruzione si abbatte sulla principale istituzione finanziaria della Lettonia, ma allo stesso tempo sul vertice della Bce. Il Governatore della Banca centrale Ilmars
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DOSSIER JUNCKER / UOMO CAPACE DI TUTTO, ANCHE DI FAR FABBRICARE FALSE ACCUSE DI PEDOFILIA CONTRO CHI INDAGAVA SU DI LUI

DOSSIER JUNCKER / UOMO CAPACE DI TUTTO, ANCHE DI FAR FABBRICARE FALSE ACCUSE DI PEDOFILIA CONTRO
Continua

 
TERRORISTA... A CHI? PER LA SERBIA TOMISLAV PRINCIP CHE SPARO' ALL'ARCIDUCA FRANCESCO FERDINANDO, E' UN EROE NAZIONALE

TERRORISTA... A CHI? PER LA SERBIA TOMISLAV PRINCIP CHE SPARO' ALL'ARCIDUCA FRANCESCO FERDINANDO,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!