46.554.707
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

TUTTI AL MARE QUESTA ESTATE? NO, TUTTI A CASA E POCHI (RICCHI) ALL'ESTERO.

venerdì 3 maggio 2013

GENOVA -  Il turismo balneare in Italia nel 2012 e' calato di oltre l'8% e il trend negativo continuera' nell'estate 2013. E' il dato emerso oggi a Genova dove e' stato presentato nell'ambito del festival 'Viaggiando il mondo' il XVIII Rapporto sul Turismo Italiano, a cura di Mercury.

''Nel 2012 la crisi economica ha toccato in modo sostanziale anche il turismo - ha detto il professore Emilio Becheri, presentando il Rapporto -. Per il balneare si stima un calo di presenze intorno all'8%. Grazie al turismo straniero tengono invece le vacanze d'arte e culturali''.

Le tendenze di fondo in atto nel biennio 2012 e 2013 in Italia sono queste: in primo luogo gli italiani sono andati meno in vacanza per effetto della crisi economica, mentre quelli che ci sono andati hanno speso meno dell'anno precedente; in secondo luogo, vi e' stata una crisi marcata delle vacanze balneari, per le quali si stima una diminuzione intorno al 10% in termini di presenze e intorno al 15% in termini di spesa.

Mercury prevede che la crisi del ''troppo maturo mercato balneare in Italia'' continuera' nell'estate 2013 anche per la migliore competitivita' delle destinazioni internazionali, in particolare quelle mediterranee e del Golfo arabico.(ANSA).


TUTTI AL MARE QUESTA ESTATE? NO, TUTTI A CASA E POCHI (RICCHI) ALL'ESTERO.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MARONI-ZAIA UNO-DUE MICIDIALE: BORGHEZIO COLPITO E AFFONDATO

MARONI-ZAIA UNO-DUE MICIDIALE: BORGHEZIO COLPITO E AFFONDATO

 

VISTI DA VICINO / CERTAMENTE SONO PARI, LE OPPORTUNITA' DELLA MINISTRA BIANCOFIORE


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!