64.762.249
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ORBAN: TAGLIO DEL 50% A TASSE SUI REDDITI DELLE PERSONE (16%, ORA) TASSE ALTE A BANCHE ASSICURAZIONI AZIENDE TELEFONICHE

lunedì 23 giugno 2014

BUDAPEST - l fisco è stato al centro del discorso settimanale di Viktor Orbán, che ha rilasciato importanti dichiarazioni sulle tasse per i settori bancario, energetico, telecomunicazioni e retail, ma anche in merito all’imposta sul reddito delle persone fisiche, che dovrebbe essere ridotta nel corso del mandato 2014-2018. La cosiddetta "flat tax" è oggi del 16%. (percentuale MASSIMA di imposta sul reddito delle persone fisiche in Ungheria, che Orban ora annuncia di volere RIDURRE ulteriormente - ndr) 

Mentre dovevano essere provvisorie, per questo si chiamano “tasse straordinarie” quelle imposizioni aggiunte da Vikor Orbán all’inizio dello scorso mandato e rivolte a specifici settori dell’economia ungherese.

Dalla loro introduzione a oggi sono passati quasi quattro anni, costellati di proteste soprattutto dalle aziende e dai gruppi colpiti da tali oneri: banche, assicurazioni, gdo, compagnie energetiche e telefoniche.

Ora è finalmente ufficiale quello che già era palese e cioè che le misure anti-crisi resteranno parte integrante del sistema fiscale magiaro fintanto che Orbán sarà in carica.

Lo ha dichiarato lo stesso primo ministro venerdì scorso, nel suo consueto discorso settimanale alla radio pubblica, preannunciando qualche novità tra cui quella della possibile riduzione della flat tax.

Un’altra innovazione portata dal governo Fidesz-KDNP, che sta iniziando il secondo mandato consecutivo, è stata infatti la tassa non progressiva sul reddito personale, livellata al 16% e diventata modello in Europa del concetto di “flat tax”.

Adesso secondo Orbán sarebbe tempo di ridurre il gettito dalle tasse sulla persona al 4-6% del PIL, passando, entro il 2018, a una tassa sul reddito delle persone fisiche “a una sola cifra”. Del resto, gli introiti dovrebbero essere assicurati dal mantenimento delle tasse su telecomunicazioni, banche, grande distribuzione ed energia, oltre che dalla nuova tassa sulla pubblicità.

Quest’ultima - l'“ad tax”, passata dal Parlamento pochi giorni fa - dovrebbe permettere secondo Orbán di raccogliere “tra i 9 e i 10 miliardi di fiorini da un settore ampio e con grossi profitti”.

 

Autore articolo: Claudia Leporatti  della Redazione Economia.hu - che ringraziamo. 


ORBAN: TAGLIO DEL 50% A TASSE SUI REDDITI DELLE PERSONE (16%, ORA) TASSE ALTE A BANCHE ASSICURAZIONI AZIENDE TELEFONICHE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

UNGHERIA   TAGLIO TASSE   DAL 16%   ALL'8%   ENTRO IL 2018   ORBAN   SENZA EURO   SVILUPPO   CRESCITA   BUDAPEST   RENZI   ITALIA   TASSE   UE   GABBIA UE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO DI STATO AMERICANO

SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO

mercoledì 14 novembre 2018
La conferenza internazionale di Palermo sulla Libia è stata un grande successo, (a dispetto dell'ostracismo della stampa italiana che lo ha apertamente trascurato -ndr). Gli Stati Uniti hanno
Continua
 
QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN PICCHIATA E PIL -0,2%''

QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN

mercoledì 14 novembre 2018
BERLINO - Sta andando molto peggio di quanto invece aveva previsto il goverrno Merkel per quest'anno. Nel terzo trimestre del 2018, il prodotto interno lordo della Germania ha registrato una
Continua
SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE IN ITALY'' (ADDIO UE)

SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE

mercoledì 14 novembre 2018
Cresce in Italia la diffidenza e il rancore nei confronti dell'Unione europea, con quasi sei italiani su dieci (58%) che si sentono maltrattati dalle politiche comunitarie rispetto agli altri Paesi.
Continua
 
POLIZIA LOCALE DI MILANO SCOPRE DORMITORIO-LAGER (CON 25 AFRICANI DENTRO) IN UN PALAZZO. L'APPARTAMENTO E' DI UN CINESE

POLIZIA LOCALE DI MILANO SCOPRE DORMITORIO-LAGER (CON 25 AFRICANI DENTRO) IN UN PALAZZO.

martedì 13 novembre 2018
MILANO - Venticinque letti ammassati in un quadrilocale dalle pessime condizioni igieniche che ospitava migranti, molti clandestini in Italia. .È quanto trovato gli agenti del Nucleo reati
Continua
CROLLATI GLI SBARCHI DI AFRICANI IN ITALIA: DA 119.369 NEL 2017 A 22.167 DA GENNAIO A NOVEMBRE 2018: MERITO DI SALVINI

CROLLATI GLI SBARCHI DI AFRICANI IN ITALIA: DA 119.369 NEL 2017 A 22.167 DA GENNAIO A NOVEMBRE

lunedì 12 novembre 2018
"Gli sbarchi nel 2016 sono stati 181.436, nel 2017 sono stati 119.369 mentre nel 2018 sono scesi a 22.167". Sono i dati forniti da Massimo Bontempi, direttore della Direzione centrale immigrazione e
Continua
 
REPUBBLICA CECA RIFIUTERA' IL  ''PATTO SULL'IMMIGRAZIONE'' DELL'ONU (ANCHE USA AUSTRIA UNGHERIA E POLONIA HANNO DETTO NO)

REPUBBLICA CECA RIFIUTERA' IL ''PATTO SULL'IMMIGRAZIONE'' DELL'ONU (ANCHE USA AUSTRIA UNGHERIA E

lunedì 12 novembre 2018
Aumenta sempre di piu' il numero di coloro che si oppongono al patto ONU sull'immigrazione che verra' adottato dai Paesi partecipanti all conferenza intergovernativa che si terra' in Marocco il 10 e
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL PRESIDENTE DELLA BUNDESBANK: ''DI SVALUTARE L'EURO (COME CHIEDE LA FRANCIA) NON SE PARLA PROPRIO'' (CIAO, HOLLANDE)

IL PRESIDENTE DELLA BUNDESBANK: ''DI SVALUTARE L'EURO (COME CHIEDE LA FRANCIA) NON SE PARLA
Continua

 
''ALLEGGERIRE IL PATTO DI STABILITA' (COME VORREBBE RENZI) E CONTRARRE NUOVI DEBITI SAREBBE UN ERRORE ENORME'' (SCHAEUBLE)

''ALLEGGERIRE IL PATTO DI STABILITA' (COME VORREBBE RENZI) E CONTRARRE NUOVI DEBITI SAREBBE UN
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!