48.385.650
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA LETTERA DI MARCO SABA / SUICIDI BANCARI: ''QUESTA VOLTA TOCCA ALL'AMMINISTRATORE DELEGATO DI BANCA SELLA''

sabato 21 giugno 2014

Suicidi bancari: questa volta tocca all'AD di Banca Sella

Ieri mattina, alle 11, è stato trovato il corpo senza vita di Donato Valz Gen ai piedi di una delle torri del cda di Banca Sella in Via Lamarmora a Biella.

Il messaggio di cordoglio diffuso dal Gruppo Banca Sella recita: "Il Presidente Maurizio Sella e l’Amministratore Delegato Pietro Sella, insieme a tutti i colleghi del Gruppo Banca Sella, esprimono un costernato e profondo dolore per l’improvvisa perdita di un uomo straordinario e di un professionista molto amato e stimato, che in oltre 30 anni di attività ha tanto contribuito alla crescita e allo sviluppo di Banca Sella e di tutto il Gruppo. Donato Valz Gen, sempre sostenuto dalla fiducia e dall’affetto della famiglia Sella e dei colleghi, lavorava dalla fine degli anni Settanta nel Gruppo, come già suo padre Emilio per trent’anni, prima di lui. Attualmente anche la figlia lavora nel Gruppo. Dopo aver ricoperto incarichi di sempre crescente responsabilità, Donato Valz Gen era arrivato ad assumere l’attuale carica di amministratore delegato e direttore generale della Banca, ottenendo anche in questo ruolo risultati di successo, come durante tutta la sua carriera. Per conto del Gruppo aveva anche svolto incarichi in organismi di settore, in particolare per quanto riguarda l’e-commerce e i sistemi di pagamento tradizionali ed elettronici, nei quali aveva una lunga esperienza ed era molto apprezzato a livello nazionale e internazionale per l’apporto e il forte contributo all’innovazione che aveva sempre dato. Il Gruppo Banca Sella, i consiglieri di amministrazione e i sindaci si stringono in un sentito abbraccio alla famiglia e si uniscono al suo dolore."

La cosa che mi colpisce è che Donato Valz Gen era stato responsabile dell’area Sistemi di pagamento dal 1996. Proprio recentemente ho partecipato alle assemblee degli azionisti di tre primarie banche italiane denunciando la creazione di 860 miliardi "in nero", denaro cioè che non era stato contabilizzato in bilancio a favore degli istituti. Questa pratica riguarda tutte le banche italiane e deriva dall'interpretazione erronea delle regole contabili internazionali che permettono alle banche di simulare di essere esclusivamente degli istituti di intermediazione quando invece la funzione principale che svolgono è quella della creazione di nuovo denaro ogni volta che effettuano degli impieghi.

In sostanza, quando la banca presta, crea denaro direttamente nel conto del cliente senza prima accreditarselo, il che le permette poi, quando reincassa il denaro, di pareggiare la contabilità mantenendo l'incasso come provvista extracontabile, in nero. Si tratta di denaro fantasma che ammonta a più di 1.400 miliardi di euro per il solo 2013, secondo i dati sugli impieghi di Bankitalia. Questi soldi virtuali vengono poi riciclati tramite i sistemi di compensazione interbancaria che sono gestiti dalle pochissime persone autorizzate all'interno del sistema bancario: gli addetti ai sistemi di pagamento internazionali. Sarà un caso, ma anche nella recente ondata di suicidi bancari accaduti all'estero - almeno 16 dall'inizio dell'anno - spesso si trattava di persone che avevano accesso a questi sistemi. Non si meraviglierà il lettore se sapesse che fu proprio

Roberto Calvi, trovato impiccato sotto un ponte presso la City di Londra nel 1982, ad elaborare il primo sistema dei conti neri non pubblicati all'interno della CEDEL, che poi diventò la Banca Clearstream e che è uno dei tre sistemi che compongono il triangolo europeo delle Bermuda dove sparisce il denaro fantasma. Gli altri due punti d'accesso sono: Euroclear e SWIFT. Se la pista è questa, mi auguro che i prossimi banchieri facciano almeno a tempo a fare "outing", prima di fare quella misera fine, che sia per accidente o per senso del pudore...

Magari rettificando i bilanci bancari potremmo evitare tanti altri suicidi, e non solo quelli dei banchieri, oltreché recuperare all'erario qualcosa come 400 miliardi all'anno. Chissà.

Marco Saba. 


LA LETTERA DI MARCO SABA / SUICIDI BANCARI: ''QUESTA VOLTA TOCCA ALL'AMMINISTRATORE DELEGATO DI BANCA SELLA''




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI DANNI) A STATO E CLIENTI

SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI

giovedì 22 giugno 2017
Tanto tuonò che… non piovve, o meglio, piovve sostanza organica sulla testa degli obbligazionisti ed azionisti di Popolare di Vicenza e Venetobanca. In un comunicato ufficiale, si
Continua
 
IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI, QUINDI NON FARA' NULLA)

IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI,

mercoledì 21 giugno 2017
ROMA - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva, dopo il precedente sì del Senato, la proposta di legge per l'istituzione di una commissione parlamentare bicamerale d'inchiesta sul
Continua
INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI FUGGITI: FALLIMENTI A BREVE

INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI

lunedì 19 giugno 2017
I tempi stringono attorno al futuro di Popolare Vicenza e Venetobanca, i due istituti di credito che necessitano di circa 1,2 miliardi di euro di risorse per evitare il bail in. Il ministro delle
Continua
 
SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE... (COSTO 480 MILIONI)

SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE...

lunedì 19 giugno 2017
LONDRA - I parassiti di Bruxelles sono bravissimi a sprecare il denaro da loro estorto ai contribuenti Ue per progetti faraonici e quindi non deve sorprendere se adesso vogliono demolire il palazzo
Continua
MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E APPROPRIAZIONE INDEBITA

MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E

giovedì 15 giugno 2017
PARIGI - Si fa difficile in Francia la posizione del ministro della Giustizia, il centrista Francois Bayrou: su questo sono ormai concordi tutti i principali giornali francesi, con i conservatore "Le
Continua
 
DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI, STATO DI INSOLVENZA

DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI,

martedì 13 giugno 2017
NEW YORK - Alitalia ha fatto ricorso presso il tribunale fallimentare di New York, in base alle procedure concorsuali internazionali Usa per il fallimento. Lo riporta il Wall Street Journal,
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MENTRE L'EUROZONA ARRANCA, L'INGHILTERRA FA IL COLPACCIO: ''SCAMBI DIRETTI TRA STERLINE E VALUTA CINESE'' (ADDIO USD)

MENTRE L'EUROZONA ARRANCA, L'INGHILTERRA FA IL COLPACCIO: ''SCAMBI DIRETTI TRA STERLINE E VALUTA
Continua

 
SUBPRIME ALL'ITALIANA! MUTUI ''IMPACCHETTATI'' DENTRO DERIVATI RIVENDUTI A IGNARI RISPARMIATORI (DEFINITIVO DISASTRO)

SUBPRIME ALL'ITALIANA! MUTUI ''IMPACCHETTATI'' DENTRO DERIVATI RIVENDUTI A IGNARI RISPARMIATORI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!