42.268.079
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

COMMISSIONE UE: ITALIA SULLA FORCA, FRANCIA E SPAGNA ''PREMIATE'' NONOSTANTE I CONTI A PEZZI.

venerdì 3 maggio 2013

 

Con il debito pubblico "così elevato" per l'Italia "è necessario proseguire con il consolidamento dei conti anche dopo l'eventuale uscita dalla procedura per deficit ". Se qualcuno si era illuso di un improvviso allentamento della guardia, in seno all'Ue, sui conti pubblici italiani, il commissario agli affari economici Olli Rehn spazza via dubbi e speranze, spigando che l'Italia deve soprattutto "riprendere competitività e capacità di crescita".

La questione "fondamentale" per l'Italia è quella del "ripristino della sua competitività e della capacità di crescere di nuovo e di creare occupazione": questo contribuirebbe a "ridurre le pressioni sulle finanze pubbliche".

"Letta ha annunciato molte misure per rafforzare la crescita e perciò prima di annunciare la chiusura della procedura dobbiamo valutare le misure che il governo ci proporra"', e questo avverrà "prima della fine di maggio".

La Commissione europea  - però - ha concesso due anni in più alla Francia per riportare il suo deficit al di sotto del 3% del Pil che avrebbe dovuto essere riportato al di sotto del tetto massimo entro quest'anno. "Considerando la situazione economica è forse ragionevole estendere di due anni la scadenza per la Francia e quindi correggere il deficit eccessivo entro il 2015," ha detto Rehn durante la conferenza stampa di presentazione delle previsioni economiche Ue di primavera.

Per Madrid, inoltre, Bruxelles ha tenuto conto dei "postumi della crisi che continuano a pesare duramente" sull'economia del paese, e ritiene che "l'estensione della scadenza di due anni" per la riduzione del deficit sotto il 3% "continua a implicare sforzi di consolidamento realistici". La Commissione prevede per la Spagna un deficit al 6,5% per il 2013 e al 7% per il 2014, con un Pil rispettivamente al -1,5% e allo 0,9%. Praticamente, un disastro.

Mentre per l'italia dalla Commissione Europea nessuna concessione. Punto.

Red. - Milano

 


COMMISSIONE UE: ITALIA SULLA FORCA, FRANCIA E SPAGNA ''PREMIATE'' NONOSTANTE I CONTI A PEZZI.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ALLA CANNA DEL GAS: L'INPS NON HA NEMMENO I SOLDI PER FARE LE VISITE FISCALI.

ALLA CANNA DEL GAS: L'INPS NON HA NEMMENO I SOLDI PER FARE LE VISITE FISCALI.

 
QUELLE DI LETTA SONO SOLO CHIACCHIERE SU TAGLIO IMU E SPESE VARIE (INCLUSA LA CASSA INTEGRAZIONE). NON POTRA' FARLO.

QUELLE DI LETTA SONO SOLO CHIACCHIERE SU TAGLIO IMU E SPESE VARIE (INCLUSA LA CASSA INTEGRAZIONE).
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SARDEGNA, LA GIUNTA REGIONALE VA IN PEZZI, TRAVOLTA DAL COLOSSALE

7 dicembre - CAGLIARI - Il Pd si sgretola in Sardegna. ''L'assessora regionale
Continua

IL TESORO SBUGIARDA (BUFALA) DELLA STAMPA DI TORINO: NIENTE FONDO

7 dicembre - ''Smentiamo che sia in preparazione una richiesta di prestiti al Fondo
Continua

LA LEGA CHIEDE UFFICIALMENTE CHE LA CORTE COSTITUZIONALE ANTICIPI

6 dicembre - ROMA - PARLAMENTO - La Lega - riunita con il segretario Matteo Salvini -
Continua

RENZI HA NOMINATO LA COMANDANTE DEI VIGILI DI FIRENZE ''CONSIGLIERE

6 dicembre - Nonostante il crollo del governo, ha una sorta di assicurazione a vita
Continua

CORTE COSTITUZIONALE: UDIENZA SU ITALICUM IL 24 GENNAIO (ADDIO

6 dicembre - La Corte costituzionale ha fissato per l'udienza del 24 gennaio 2017 la
Continua

SALVINI: ANDIAMO A COSTRUIRE UNA GRANDE ALLEANZA PER SCONFIGGERE

6 dicembre - ''Con Forza Italia ci sono stati contatti positivi. Noi andiamo a
Continua

''EFFETTO SCHIANTO RENZI'' COME ''EFFETTO BREXIT'': LA BORSA VOLA,

6 dicembre - MILANO - BORSA - Ora si può parlare apertamente di ''effetto Renzi''
Continua

LO SPREAD NON CRESCE, AL CONTRARIO CROLLA: OGGI A 158 PUNTI (1,92%)

6 dicembre - Altro sbugiardamento delle ''fosche previsioni'' dei soliti ''analisti''
Continua

LA MERKEL: ANCHE IN PROFUGHI VERRANNO RISPEDITI A CASA LORO (IN

6 dicembre - BERLINO - ''Non tutti'' i profughi entrati in Germania potranno
Continua

PROPOSTA M5S: APPLICHIAMO L'ITALICUM ANCHE AL SENATO E POI SUBITO

5 dicembre - ''Ora ci troviamo con due leggi elettorali tra Camera e Senato molto
Continua
Precedenti »