52.063.355
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SARA' PERCHE' GLI ITALIANI NON NE POSSONO PIU' DELLA POLITICA ATTENDISTA DEL GOVERNO MA PUTIN E' MOLTO POPOLARE (V.D.R)

lunedì 16 giugno 2014

All’annuale cena dei corrispondenti, il presidente americano Obama ha pronunciato un’infelice battuta: Il Nobel a Putin? oggi lo danno a tutti… È stato l’ennesimo pretesto per esprimere un’opinione negativa su un esponente politico che, a dispetto della propaganda statunitense, sta facendo breccia in un segmento sempre più vasto dei cittadini italiani. Putin piace, e piace la sua politica. Di certo non a tutti, ma a tanti: addirittura in controtendenza rispetto alla storia degli elettori di centrodestra, che mai avrebbero immaginato di morire filorussi.

Sarà perché l’italiano medio non ne può più della politica attendista del Belpaese, ma Putin è il più ammirato e popolare. Il leader russo sta risultando simpatico anche a un quotidiano di seconda linea – tale è secondo l’establishment intellettuale radical chic – come Il Secolo XIX, sulle cui pagine troviamo un commento illuminante: Perché, diciamolo una volta per tutte, non se ne può più di questo u-ni-co-pen-sie-ro secondo il quale mister Obama è bello, buono, intelligente e democratico, mentre il piccolo Zar è brutto, sporco, cattivo e ignorante. Non ci crede più nessuno alla vulgata dell’orso russo che fagocita popoli inermi. La Crimea sta a dimostrarlo. L’autodeterminazione non è una bestemmia. Come prima per Berlino. E prima ancora per Danzica. Sull’Internet italiano, poi, esistono persino gruppi che raccolgono tutti gli articoli sulle iniziative del Presidente russo, probabilmente stufi delle comunicazioni a senso unico che arrivano dai centri di informazione euroatlantici.

La Voce della Russia ha parlato con Cristiano Puglisi, fondatore di un club di Forza Italia dedicato a Vladimir Putin. Una scelta forte che merita attenzione.

- Quali ragioni vi hanno spinto a formare un gruppo dedicato a un leader straniero?

- È stata una scelta molto precisa. Certamente sapevamo che ci sarebbe stata una forte attenzione mediatica e che ci avrebbero guardato con sospetto. La verità è che volevamo lanciare un segnale al mondo del centrodestra: è ora di un cambiamento di rotta. La contrapposizione tra gli schieramenti storici delle destre e delle sinistre è superata. Se un tempo si aggirava lo spettro del comunismo, e lo si poteva agitare, oggi dobbiamo batterci contro il nuovo mostro creato da alcuni poteri forti europei e statunitensi: quello della sedimentazione di un pensiero unico.

- Che cosa si intende per pensiero unico?

- Da un lato esiste il portato del liberismo spinto alle estreme conseguenze. Un’idea che ha mostrato il suo fallimento, sconfitta dal contributo quotidiano dei cittadini italiani ed europei. È inaccettabile che settori strategici dell’Italia vengano svenduti a privati e che lo Stato sia visto come fonte di tutti i mali. Alcuni Paesi non hanno fatto questa scelta e vivono bene, come la Russia. Dall’altro c’è una componente culturale: Putin rappresenta l’unico e ultimo baluardo contro la negazione delle tradizioni locali religiose; un simbolo per la conservazione della sovranità popolare. La Russia ha dimostrato che si può essere nazione nel senso più alto del termine. Da qui nasce la nostra simpatia per Putin, un leader che fa del senso pratico e del decisionismo la sua missione principale.

- Praticamente state bocciando il pensiero filoamericano.

- Noi non siamo l’America multiculturale. Gli europei e gli italiani hanno radici forti. Il fattore geopolitico non deve precludere l’apertura verso est. Siamo molto legati storicamente al mondo euroasiatico. L’Europa può e deve includere la Russia.

- Appartenete a un partito da sempre amico di Putin. Quale strada percorrerete per rafforzare queste affinità?

- Stiamo lavorando sull’argomento. Auspichiamo che Forza Italia abbia più coraggio, come ha dimostrato il leader della Lega Salvini. Negli anni, Berlusconi ha fatto molto per avvicinare l’Europa all’est. E ha pagato un prezzo salatissimo. Viviamo in un sistema che schiaccia chiunque voglia uscire dalle regole. Le dichiarazioni di autorevoli esponenti statunitensi sul complotto nei confronti dell’ex Presidente del Consiglio lo hanno dimostrato. Forza Italia deve combattere nel nostro Paese, con la medesima forza e convinzione, le battaglie economiche e culturali che oggi Putin sta affrontando e che smuovono i cuori di molti russi. E Putin comunque non è l’unico esempio: anche l’Ungheria è un Paese da cui imparare politicamente.

- Questo vuol dire chiedere a Forza Italia un cambio di passo epocale.

- Viviamo in un’economia di guerra indotta da pochi centri di potere: quindi anche il partito necessita di un cambio di rotta, di un segnale shock all’elettorato. E non parlo delle primarie, ma dell’uscita dal Partito Popolare Europeo: una formazione che in questi anni ha sostenuto tutti quei dogmi che hanno condotto alla distruzione dell’economia italiana e che ha penalizzato Forza Italia. Rimanerci è un paradosso. Già, qualcuno ci accuserà di populismo, ma è davvero populismo preoccuparsi di come faremo a pagare il fiscal compact?

- Come ha reagito la cittadinanza?

- Le nostre riunioni sono aperte. Partecipano in tanti, anche cittadini di origine russa. Stiamo progettando eventi culturali che promuovano le nostre idee per il partito. Organizzeremo convegni e stiamo cercando ospiti internazionali che spieghino che esistono Paesi che ce la fanno. I più attenti sono i giovani, che hanno maggiore accesso rispetto ai più anziani alla comunicazione non tradizionale: l’esempio per eccelleza è rappresentato dal vostro sito. Quotidiani come Corriere e Repubblica dipingono la Russia come una dittatura nazista, ed è difficile spiegare che la realtà è ben diversa e che oggi tifare per la rottura dei rapporti con la Russia è un suicidio. Ma quando porti loro i fatti, la gente si interessa e inizia a capire che c’è un mondo tutto da scoprire al di fuori del pensiero unico delle élite comunitarie.

 

LA VOCE DELLA RUSSIA


SARA' PERCHE' GLI ITALIANI NON NE POSSONO PIU' DELLA POLITICA ATTENDISTA DEL GOVERNO MA PUTIN E' MOLTO POPOLARE (V.D.R)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL PRESIDENTE TRUMP ALL'ONU: ''GLI STATI-NAZIONE RESTANO IL VEICOLO MIGLIORE PER L'ELEVAZIONE DELLA CONDIZIONE UMANA''

IL PRESIDENTE TRUMP ALL'ONU: ''GLI STATI-NAZIONE RESTANO IL VEICOLO MIGLIORE PER L'ELEVAZIONE DELLA

mercoledì 20 settembre 2017
NEW YORK - Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha minacciato di radere al suolo la Corea del Nord, se quest'ultima dovesse intraprendere azioni offensive contro gli Usa o i loro alleati
Continua
 
E' IN CORSO IL GOLPE SPAGNOLO IN CATALOGNA: GUARDIA CIVIL ARRESTA 12 MEMBRI DEL GOVERNO CATALANO, PIAZZE IN RIVOLTA

E' IN CORSO IL GOLPE SPAGNOLO IN CATALOGNA: GUARDIA CIVIL ARRESTA 12 MEMBRI DEL GOVERNO CATALANO,

mercoledì 20 settembre 2017
BARCELLONA - Il braccio di ferro tra la Catalogna e il governo centrale spagnolo di Mariano Rajoy, pupillo della Ue e fedele servitore della Commissione europea.  e' entrato nella sua fase piu'
Continua
SOLIDARNOSC SCENDE IN PIAZZA A VARSAVIA CONTRO LA UE: GIU' LE MANI DALLA POLONIA! ABBIAMO GIA' BATTUTO L'URSS, ATTENTI!

SOLIDARNOSC SCENDE IN PIAZZA A VARSAVIA CONTRO LA UE: GIU' LE MANI DALLA POLONIA! ABBIAMO GIA'

lunedì 18 settembre 2017
LONDRA - Probabilmente nessuno e' a conoscenza del fatto che sabato scorso migliaia di polacchi hanno protestato davanti l'ufficio di rappresentanza della Commissione europea a Varsavia e la cosa non
Continua
 
UN SIRIANO (ARRIVATO DALL'ITALIA) E UN IRAKENO, I TERRORISTI ISLAMICI CHE HANNO TENTATO LA STRAGE A LONDRA NELLA TUBE

UN SIRIANO (ARRIVATO DALL'ITALIA) E UN IRAKENO, I TERRORISTI ISLAMICI CHE HANNO TENTATO LA STRAGE A

lunedì 18 settembre 2017
LONDRA - Ha un nome e un volto, almeno sulla stampa britannica, un dei due arrestati per la bomba sulla metropolitana di Londra di venerdì: si tratta di Yahya Faroukh, 21 anni, rifugiato
Continua
LA FRANCIA DICHIARA GUERRA AI MOTORI DIESEL DI AUTO E CAMION, SUPER INQUINANTI: NUOVA TASSA FINO A 10.500 EURO-ANNO

LA FRANCIA DICHIARA GUERRA AI MOTORI DIESEL DI AUTO E CAMION, SUPER INQUINANTI: NUOVA TASSA FINO A

lunedì 18 settembre 2017
PARIGI - La Francia dichiara guerra ai motori diesel. Il governo francese prevede un inasprimento della tassa "bonus-malus" sulle emissioni inquinanti degli scarichi delle automobili, soprattutto di
Continua
 
DAL PALCO - PER LA PRIMA VOLTA BLU, COLORE DEL NAZIONALISMO - MATTEO SALVINI LANCIA IL ''NEW DEAL'' DELLA NUOVA LEGA

DAL PALCO - PER LA PRIMA VOLTA BLU, COLORE DEL NAZIONALISMO - MATTEO SALVINI LANCIA IL ''NEW DEAL''

domenica 17 settembre 2017
PONTIDA - Da Pontida, Matteo Salvini ha lanciato messaggi chiari: law and order per il Paese, e un new deal - un nuovo corso - per giustizia, economia, sociale, Europa. "Mano libera alla Polizia", ha
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ORFINI IN ARTE MATTEO: COSA DICEVA L'ATTUALE PRESIDENTE DEL PD SU RENZI (PRIMA, ADESSO GLI BACIA PANTOFOLA E... ALLUCI)

ORFINI IN ARTE MATTEO: COSA DICEVA L'ATTUALE PRESIDENTE DEL PD SU RENZI (PRIMA, ADESSO GLI BACIA
Continua

 
INDIVIDUATO E FERMATO L'ASSASSINO DI YARA! E' MASSIMO GIUSEPPE BOSSETTI, MURATORE INCENSURATO.

INDIVIDUATO E FERMATO L'ASSASSINO DI YARA! E' MASSIMO GIUSEPPE BOSSETTI, MURATORE INCENSURATO.


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA NUOVA DESTRA TEDESCA DI ALTERNATIVA PER LA GERMANIA SALE ALL'11%

22 settembre - BERLINO - A due giorni dal voto in Germania i sondaggi indicano una
Continua

INPS, DATI ORRIBILI: 76% DEGLI ASSUNTI NEL 2017 HA UN POSTO DI

21 settembre - In Italia ''si registra un'ulteriore compressione dell'incidenza dei
Continua

LA BCE SCHIANTA IL GOVERNO PD SUL LAVORO: CALO DISOCCUPAZIONE NON

21 settembre - FRANCOFORTE - Il giudizio è tranciante e di sicuro non farà piacere al
Continua

STRANIERO CERCA DI VIOLENTARE UNA RAGAZZA IERI IERI SERA A MILANO

21 settembre - MILANO - Un romeno di 31 anni con numerosi precedenti, tra cui una
Continua

PORTUALI DI BARCELLONA RIFIUTANO SERVIZI A NAVI DELLA POLIZIA:

21 settembre - BARCELLONA - I lavoratori portuali di Barcellona hanno deciso di non
Continua

MATTEO SALVINI: ''TOTALE SOLIDARIETA' AI 14 ARRESTATI IN CATALOGNA.

20 settembre - ''Totale solidarieta' ai 14 cittadini arrestati in Catalogna dal governo
Continua

RESISTENZA PER LE VIE DI BARCELLONA: MIGLIAIA DI PERSONE OCCUPANO

20 settembre - BARCELLONA - Migliaia di persone sono scese in piazza a Barcellona per
Continua

APPELLO ALLA RESISTENZA DEL PRESIDENTE DELLA CATALOGNA CONTRO IL

20 settembre - BARCELLONA - Appello alla resistenza del presidente della Catalogna
Continua

GUARDIA CIVIL OCCUPA SEDI DEL GOVERNO CATALANO, FOLLA IN PIAZZA

20 settembre - BARCELLONA - Sono almeno dieci le persone arrestate - 12 dicono fonti
Continua

SPAGNA PRECIPITA NELLA DITTATURA: ARRESTATI 12 MEMBRI DEL GOVERNO

20 settembre - BARCELLONA - Arriva la notizia che la Guardia Civil spagnola ha
Continua
Precedenti »